Attribuito per la prima volta al Politecnico di Torino il prestigioso riconoscimento  President’s Medals: la tesi di laurea di Manuela Reitsma ha vinto il premio per il lavoro svolto in Bhutan sul recupero delle case rurali in pietra, sotto la guida e la supervisione di Francesca De Filippi, docente del #DAD, insieme all’architetto Roberto Pennacchio e al professor Takayoshi Aoki della Nagoya City University

“The Secular House: A Manual for Preservation and Seismic Improvement of Vernacular Stone Dwellings in Bhutan”, questo il titolo della tesi, ha avuto un riconoscimento solitamente appannaggio delle più importanti università del Regno Unito, con poche eccezioni straniere. Assegnato fin dal 1836l’edizione di quest’anno del premio RIBA ha visto il maggior numero di iscrizioni nella storia, con 338 candidati da 102 scuole di architettura provenienti da 31 paesi.

La ricerca di Reitsma – portata avanti sotto la guida e la supervisione della professoressa Francesca De Filippi del DAD, insieme all’architetto Roberto Pennacchio e al professor Takayoshi Aoki (Nagoya City University) – ha come obiettivo l’individuazione di soluzioni tecnologiche per il recupero delle case rurali in pietra in Bhutan, e la mitigazione degli effetti degli eventi sismici e climatici estremi che minacciano il Paese, causando danni alle persone e al patrimonio costruito.

Maggiori informazioni sul sito poliflash polito it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui