La Puglia rientra senza dubbio tra le regioni d’Italia più amata dagli stranieri. In particolare, per quanto riguarda il settore immobiliare, gli americani e gli inglesi stanno preferendo questa zona della penisola per l’acquisto di immobili. 

Secondo un recente studio del settore, alcuni tra i più abbienti del mondo hanno deciso di investire per costruire, ristrutturare o arredare la propria casa in Puglia. In particolare i dati parlano di un +31% di americani che hanno acquistato un immobile, mentre per gli inglesi si parla di cifre leggermente più basse, ma pur sempre in rialzo rispetto agli anni precedenti. 

Secondo il quotidiano New York Times, questa tendenza registrerà picchi ancor più alti nei prossimi 2 anni.

Cosa cercano gli inglesi e gli americani in Puglia

Per capire cosa cercano realmente gli inglesi e gli americani in Puglia bisogna prestare attenzione ai dati raccolti. Le statistiche parlano di un 82,05% che cercano una vera e propria casa, di cui il 69,23% chiedono agli agenti immobiliari di orientarsi verso un immobile ristrutturato o immediatamente abitabile. 

Per quanto riguarda la metratura, il 33,33% dei futuri acquirenti preferisce una grandezza compresa tra 80 mq e 100 mq. Più in particolare, il 71% non desidera un terreno circostante, il 92% non ricerca un immobile con piscina, mentre il 35,9% reputa indispensabile la presenza di almeno 4 stanze e il 51,21% richiede necessariamente la presenza di una zona verde o un giardino privato. 

Dunque, si può chiaramente capire come le preferenze si concentrino su case in cui abitare o trascorrere le vacanze, che non siano obbligatoriamente grandi ville, masserie o trulli con un ampio terreno. Al contrario di quanto si pensi, i dati dimostrano come il pubblico internazionale che si appresta, o desidera, acquistare una casa in Puglia non prediliga sempre soluzioni eccentriche o lussuose.

Tuttavia, questo non deve far pensare che i clienti più abbienti non richiedano immobili di pregio o costosi. Pare, infatti, che molti siano disposti a commissionare progetti milionari ai più celebri architetti italiani per ottenere la propria dimora dei sogni. 

In ultimo occorre sottolineare che, solo la minoranza degli americani e degli inglesi che acquistano una casa in Puglia lo fanno ai fini di investimento (22%) mentre, la maggior parte (che corrisponde al 67,2%) cerca una casa principale. Una percentuale residuale (10,8%) desidera comprare una casa dove recarsi esclusivamente durante le vacanze.

Quali sono le città e le zone più gettonate tra gli stranieri che vogliono acquistare casa in Puglia?

Recentemente è stata effettuata un’attenta analisi delle città pugliesi che più attraggono americani e inglesi durante la ricerca di un immobile da acquistare. Tra le province più gettonate è possibile annoverare quella di Brindisi, con un numero di investitori stranieri del 64%. In questa zona la richiesta principale è quella delle case vacanza, masserie e ville nella campagna verdeggiante della zona. La località che interessano maggiormente gli acquirenti è sicuramente Carovigno.

Al secondo posto si trova invece la provincia di Lecce, con una percentuale di richieste del 17%. Se negli anni precedenti era sicuramente l’area sul podio, nell’ultimo periodo ha visto un abbassamento di richieste da parte di inglesi e americani. La zona che circonda Lecce è la più amata da coloro che ricercano una casa con un ampio terreno o la piscina. Qui la richiesta si concentra nell’area di Gallipoli, Nardò e Santa Caterina. 

La penultima posizione viene ricoperta dalla provincia di Taranto, con una richiesta di appena 11% con particolare attenzione verso Manduria e Martina Franca. Al quarto posto vi è infine la provincia di Bari, con solo l’8% delle richieste. Qui l’attenzione degli stranieri si concentra su Andria, Monopoli, Altamura e Polignano a Mare.

I costi

L’ultima analisi spetta ai costi: quanto sono disposti a spendere gli inglesi e gli americani che vogliono comprare una casa in Puglia? Sono state numerose le ricerche di mercato effettuate e ciò che ne emerso più chiaramente è la disponibilità a spendere anche ingenti somme di denaro. 

In linea generale, la vendita più proficua è quella effettuata nel 2022: una masseria in Salento (di circa 605 mq) è stata venduta per la cifra record di quasi 4 milioni di dollari. Nella provincia di Bari, invece, i capitali investiti da americani e inglesi oscillano tra 130 mila euro fino a raggiungere un massimo di 170 mila euro. 

La variazione di prezzo dipende principalmente dallo stato dell’immobile, dagli eventuali lavori di ristrutturazione e dal fine con il quale si effettua l’acquisto (casa personale, investimento, casa per le vacanze ecc.…). Una zona che ha registrato un aumento significativo dei prezzi è, invece, quella di Monopoli, la quotazione di mercato è di circa 2000 euro al metro quadro e può arrivare fino a 3000 euro al metro quadro per le soluzioni più lussuose che godono di terreni circostanti, piscine o altro. 

In linea generale pare che i prezzi in Puglia siano lievitati di oltre l’8% rispetto al passato. Questo però non ha scoraggiato gli stranieri che vogliono un luogo nel quale immergersi a pieno nella cultura italiana, assaporare il buon cibo e vivere il ritmo lento e rilassato tipico del tacco dello stivale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui