Bonus idrico per ristrutturare il bagno 2022. Il governo conferma per tutto il 2022 e fino al 2024 quello che è conosciuto con il nome di “bonus ristrutturazione” e che permette la detrazione del 50% – suddivisibile in 10 quote annuali di uguale importo – per quei lavori che comprendono il rifacimenti di bagni, di impianti e interventi di eliminazione di barriere architettoniche. massimo di spesa ammissibile è sempre come per l’anno scorso di 96 000 euro.

Cos’è il Bonus idrico 2022 per ristrutturare il bagno

Si tratta di un contributo di 1.000 euro per sostituire docce, rubinetti e vasi sanitari in bagno sarà disponibile da gennaio.

Ecco nel dettaglio quali spese rientrano nell’agevolazione:

  • la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti
  • la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Come richiedere il Bonus idrico

Per richiedere il bonus bagno bisogna recarsi sulla “Piattaforma bonus idrico”, che al momento in cui scriviamo non è ancora attiva e che lo sarà sul sito del Ministero della Transizione ecologica www.mite.gov.it. La registrazione potrà essere effettuata con Spid o Carta d’identità elettronica. In seguito alla registrazione, il richiedente dovrà inserire i dettagli della spesa sostenuta, le specifiche tecniche dei lavori eseguiti, quantità del bene e specifiche della posa in opera o istallazione, l’identificativo catastale dell’immobile. Inoltre la dichiarazione di non aver già usufruito di altre agevolazioni per quelle spese e le coordinate del conto corrente bancario/postale (Iban) del beneficiario su cui accreditare il rimborso. Infine si dovrà allegare la copia della documentazione commerciale o della fattura.

Da chi può essere richiesto il Bonus idrico

Possono beneficiare del bonus i maggiorenni residenti in Italia, titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale,  nonché di diritti personali di godimento già registrati alla data di presentazione dell’istanza, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari. In caso di cointestatari o titolari di diritto reale o personale di godimento, è possibile richiedere il bonus solo previa dichiarazione di avvenuta comunicazione al proprietario/comproprietario dell’immobile della volontà di fruirne, che dovrà essere compilata sulla piattaforma anche con i dati del proprietario.

Per fornire ai cittadini un utile supporto informativo, nell’attesa della messa in rete della piattaforma dedicata, attraverso la quale sarà possibile allegare la documentazione per richiedere il bonus idrico, il Ministero della Transizione Ecologica mette a disposizione sul proprio sito istituzionale un’area dedicata, con una serie di FAQ che sono state aggiornate sulla base delle richieste di chiarimento ad oggi pervenute. L’obiettivo è quello di fornire agli utenti il supporto necessario per un confronto sulle questioni più specifiche e tecniche, in funzione del buon esito della domanda, che potrà essere caricata in piattaforma nel mese di gennaio 2022.

Bonus idrico, Mite: segnalazione sito ingannevole

sito ingannevole miteIl sito del Ministero della Transizione ecologica mette in guardia verso quei siti che pur contenendo alcune informazioni relative al bonus statale finalizzato al risparmio delle risorse idriche, non è in alcun modo collegato all’iniziativa del ministero della Transizione ecologica né alla piattaforma per accedere al rimborso.

Per maggiori informazioni leggere la pagina del Mite  che comunica che la data di pubblicazione della piattaforma per la presentazione delle richieste di rimborso sulle spese del 2021 sarà diffusa prossimamente tramite notizia sul sito ministeriale www.mite.gov.it che resta l’unica fonte ufficiale per tutti gli aggiornamenti sul bonus idrico.

VI PIACCIONO GLI ARGOMENTI DI INTERIORISSIMI? 

Interiorissimi è una rivista gratuita e il miglior aiuto che potete darci è semplicemente mettendo un Like o un “segui” sui nostri social”

Facebook: @Interiorissimi
Instagram: @interiorissimi
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/77026584
Twitter: https://twitter.com/impresa_web

Volete pubblicare su Interiorissimi? Scrivetevi a info@interiorissimi.it 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui