Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha lanciato un allarme riguardo agli effetti negativi della Brexit sull’economia e sugli stipendi dei cittadini. Khan sostiene che la Brexit stia arrecando danni significativi e che non si dovrebbe più nascondere la realtà dei fatti. Questa posizione riflette preoccupazioni diffuse riguardo agli impatti economici e sociali della separazione del Regno Unito dall’Unione Europea, e suggerisce la necessità di affrontare apertamente le sfide e di cercare soluzioni per mitigare gli effetti dannosi.

Sadiq Khan ha recentemente presentato uno studio indipendente condotto dalla Cambridge Econometrics, il quale sostiene che la separazione del Regno Unito dall’Unione Europea non stia producendo i risultati desiderati e che sia necessario negoziare un nuovo accordo. L’analisi, condotta in modo indipendente, sembra indicare che il processo di Brexit non stia portando ai benefici previsti e che un approccio rinegoziato potrebbe essere più vantaggioso per entrambe le parti coinvolte.

Il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, ha sollevato un’accusa diretta nei confronti della Brexit durante un discorso alla Mansion House di Londra, durante una cena di gala. Khan ha citato dati provenienti da un rapporto speciale commissionato dalla Cambridge Econometrics, secondo il quale l’economia del Regno Unito ha subito una perdita di 140 miliardi di sterline (oltre 160 miliardi di euro) a causa dell’uscita dalla UE.

Il sindaco ha sottolineato che la Brexit non sta funzionando, affermando che la sua versione dura sta danneggiando l’economia e aumentando il costo della vita dei cittadini. Ha evidenziato come i settori come la ristorazione, l’ospitalità, l’edilizia e i servizi finanziari stiano subendo effetti negativi.

Bruxelles, Belgio. 18 febbraio 2020.Il sindaco di Londra Sadiq Khan (L) è accolto favorevolmente dal presidente del Parlamento europeo David Sassoli (R) in vista di una riunione al Parlamento europeo i — Foto di Ale_Mi
Bruxelles, Belgio. 18 febbraio 2020.Il sindaco di Londra Sadiq Khan (L) è accolto favorevolmente dal presidente del Parlamento europeo David Sassoli (R) in vista di una riunione al Parlamento europeo i — Foto di Ale_Mi

Khan ha annunciato la sua intenzione di cercare legami più stretti con Bruxelles attraverso un “nuovo accordo” per evitare ulteriori contraccolpi in futuro. Ha dichiarato che la Brexit ha contribuito alla crisi del costo della vita nella capitale, limitando le opportunità per i cittadini e impattando negativamente sull’economia.

Il rapporto della Cambridge Econometrics ha indicato che a causa della Brexit, la produzione dell’economia nazionale è inferiore del 6% rispetto a quanto sarebbe stato se il Regno fosse rimasto nell’unione doganale e nel mercato unico. Londra avrebbe perso 30 miliardi di sterline (oltre 36 miliardi di euro) e 290.000 posti di lavoro, mentre il Regno Unito nel complesso avrebbe perso 1,8 milioni di posti di lavoro.

Il sindaco ha anche affrontato il tema dell’immigrazione, sostenendo che è necessaria per affrontare la crisi occupazionale nel Regno Unito. Ha dichiarato che l’immigrazione non è parte del problema, ma parte della soluzione, e ha chiesto un approccio basato sui fatti anziché sugli stereotipi.

Infine, Khan ha sottolineato la necessità di un approccio maturo per mitigare le conseguenze della Brexit e di avvicinarsi sempre di più ai vicini europei. La sua posizione è parte della sua campagna elettorale in vista delle elezioni comunali di maggio, dove cercherà il terzo mandato come sindaco di Londra.

Torino diventa “Capitale della cultura d’impresa 2024”

Articolo precedente5 uomini più ricchi del mondo raddoppiano le loro fortune. Fermi i poveri del pianeta
Articolo successivoAI Act Europeo: Equilibrio tra Innovazione Tecnologica e Tutela dei Diritti
Giornalista scientifico. Dopo gli studi al Politecnico di Torino, laurea in ingegneria, e un Master in Scienze della Comunicazione svolge le sue prime docenze presso la Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Nel 1998, sotto la supervisione del direttore del laboratorio modelli reali e virtuali, realizza l’opera multimediale vincitrice del Premio Compasso d’Oro Menzione d’Onore. Ha collaborato e diretto da oltre 20 anni decine di testate giornalistiche. Ha pubblicato due libri sulla comunicazione digitale di impresa ed è stato relatore di tesi al Matec – Master in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione (Torino) e all’estero (Miami, USA). Attualmente insegna comunicazione digitale e nuovi media, giornalismo scientifico e materie legate alla progettazione architettonica e al design Ha fondato ADI - Agenzia Digitale Italia, per la diffusione di notizie stampa su media web, radio e TV locali e nazionali Contatti Email: info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui