Pochi giorni fa è stata introdotta , una nuova funzionalità sul sito di ChatGPT per gli utenti sia con licenza gratuita che a pagamento: ChatGPT-4o. Potrà supportare conversazioni in audio e video in tempo reale e rilevare espressioni facciali interpretando le espressioni facciali attraverso le fotocamere dello smartphone in modo da rilevare le emozioni e modulare tono e risposte in base al contesto. Nel caso  introducendo anche feedback emotivi della voce come risate o particolari suoni aptici. 

Negli ultimi giorni, è stata introdotta una novità significativa sulla piattaforma di ChatGPT per gli utenti sia con licenza gratuita che a pagamento: ChatGPT-4o. Questo sviluppo, secondo il produttore OpenAI e numerosi commentatori, rappresenta una svolta epocale nel campo dell’Intelligenza Artificiale. Denominata “omni” (da cui deriva la “o” finale), questa versione potenziata di GPT-4 offre miglioramenti sostanziali rispetto ai suoi predecessori, rendendola uno strumento indispensabile in vari settori.

Più potenza

ChatGPT-4o presenta un notevole miglioramento nella gestione delle richieste complesse e articolate. Grazie all’aumento significativo del numero di token gestiti, il modello può processare input fino a 300 pagine di testo. Questo permette al sistema di fornire risposte più approfondite e dettagliate, migliorando notevolmente l’interazione con gli utenti e ampliando le possibilità di utilizzo in ambiti che richiedono analisi e elaborazioni dettagliate.

Costi Ridotti e Accesso Limitato

Gli utenti con licenza gratuita avranno un accesso limitato ai modelli avanzati come GPT-4o. Attualmente, gli utenti gratuiti possono inviare fino a 10 messaggi ogni 3 ore utilizzando il modello GPT-3.5, mentre l’accesso a GPT-4 e GPT-4o è molto più restrittivo. Questo per garantire che le risorse siano principalmente riservate agli utenti a pagamento, come quelli con l’abbonamento ChatGPT Plus, che possono inviare fino a 80 messaggi ogni 3 ore con GPT-4o.

Capacità Multimodale

Una delle caratteristiche più innovative di GPT-4o è il suo supporto multimodale avanzato, che consente di accettare immagini come input direttamente nella chat. Il modello può generare didascalie o fornire descrizioni dettagliate delle immagini, espandendo le sue applicazioni oltre il semplice testo. Questa funzionalità è particolarmente utile in settori come l’analisi dei dati visivi e la creazione di contenuti multimediali, offrendo nuove possibilità di utilizzo.

ChatGPT risolve ora Problemi Complessi

Con un maggior numero di parametri e un addestramento su scenari complessi, GPT-4o è in grado di affrontare e risolvere problemi più sofisticati. Questo è particolarmente utile in ambiti come la consulenza, l’educazione e la ricerca, dove è richiesta una comprensione profonda dei problemi e la capacità di fornire soluzioni dettagliate e ben argomentate.

Maggior controllo sulla sicurezza

OpenAI ha posto una forte enfasi sulla sicurezza con il lancio di GPT-4o. Sono state implementate nuove misure per prevenire l’uso improprio del modello e per garantire che le risposte generate siano sicure e appropriate. Inoltre, gli utenti hanno ora maggior controllo sulle risposte del modello, potendo regolare parametri e impostazioni in base alle loro esigenze specifiche, aumentando così l’affidabilità e la personalizzazione del servizio.

Riepilogando, GPT-4o è una versione avanzata del modello di intelligenza artificiale GPT-4 creato da OpenAI. È chiamato “omni” perché può fare molte più cose. Risponde a domande complesse e gestisce fino a 300 pagine di testo alla volta, fornendo risposte molto dettagliate. Supporta anche le immagini, quindi puoi inviare foto e ottenere descrizioni o didascalie. Gli utenti gratuiti hanno accesso limitato, mentre chi paga può usarlo di più. È più sicuro e controllabile, evitando usi impropri. In sintesi, GPT-4o è un potente strumento per testi e immagini, utile per tanti compiti diversi.

Articolo precedenteCos’è l’Interaction design? E perché dovremmo occuparcene?
Articolo successivoOgni anno in Italia 228 milioni di chilometri di carta igienica: allarme della SIMA
Giornalista scientifico. Dopo gli studi al Politecnico di Torino, laurea in ingegneria, e un Master in Scienze della Comunicazione svolge le sue prime docenze presso la Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Nel 1998, sotto la supervisione del direttore del laboratorio modelli reali e virtuali, realizza l’opera multimediale vincitrice del Premio Compasso d’Oro Menzione d’Onore. Ha collaborato e diretto da oltre 20 anni decine di testate giornalistiche. Ha pubblicato due libri sulla comunicazione digitale di impresa ed è stato relatore di tesi al Matec – Master in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione (Torino) e all’estero (Miami, USA). Attualmente insegna comunicazione digitale e nuovi media, giornalismo scientifico e materie legate alla progettazione architettonica e al design Ha fondato ADI - Agenzia Digitale Italia, per la diffusione di notizie stampa su media web, radio e TV locali e nazionali Contatti Email: info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui