Dopo lo spegnimento di un incendio, è necessario passare alla fase successiva: quella della bonifica e della pulizia post incendio. È importante iniziare il prima possibile dopo un’emergenza di questo tipo, per limitare l’entità dei danni, prevenire rischi futuri e mantenere le persone al sicuro.

Questo articolo nasce con l’intenzione di essere una guida per il processo di pulizia post incendio: pulire la casa dopo un incendio può essere un’esperienza davvero frustrante e le cose da fare non sono di certo poche.

  • Il primo passo per la bonifica e la pulizia di una casa che ha subito un incendio è quello di arieggiare il più possibile gli ambienti, in modo da fare uscire tutto il fumo ed eventuali sostanze nocive: il consiglio, quindi, è quello di aprire tutte le finestre e tutte le porte e, quando possibile, potrebbe risultare utile anche utilizzare dei ventilatori.
  • Il passo successivo deve essere quello di eliminare tutti i residui dei complementi e delle materie bruciate, che possono danneggiare l’intera casa.
  • Solo dopo questo passaggio sarà possibile iniziare con la pulizia vera e propria della casa.

Per effettuare questo tipo di pulizia, è raccomandato utilizzare una spazzola morbida o un panno umido ed evitare di utilizzare, invece, una spazzola dura o metallica, che potrebbe rovinare le superfici della casa.

Un’ultima cosa da ricordare, non per importanza, è quella di proteggere i mobili: infatti, può capitare che durante l’incendio alcuni mobili riescano a preservare il loro stato e questo è un bene. Per non rischiare di rovinarli durante il procedimento della pulizia post incendio, è consigliabile proteggerli con pellicole trasparenti o teli.

Nei prossimi paragrafi, capiremo insieme come iniziare una pulizia post incendio e, quindi, quali sono gli strumenti necessari per una pulizia ben fatta; inoltre, il consiglio è quello di affidarsi ad una ditta di pulizie post incendio, che sappia come comportarsi di fronte ad una situazione di questo genere.

Cosa bisogna sapere prima di iniziare la pulizia di un incendio: gli strumenti necessari

Prima di iniziare la pulizia di un incendio, è importante considerare alcuni aspetti:

  • in primo luogo, bisogna assicurarsi di avere tutti gli strumenti e i materiali necessari;
  • in secondo luogo, è importante indossare indumenti protettivi per evitare lesioni e dolori;
  • infine, si consiglia di affidarsi ad una ditta di pulizie post incendio per garantire un lavoro professionale.

Come dicevamo nel secondo punto di questa breve lista, è importante indossare sempre indumenti protettivi durante una pulizia post incendio: per esempio, quando si decide di pulire una stanza danneggiata da un incendio, è necessario indossare guanti e maschere, in modo tale da non entrare in contatto e non inalare sostanze che potrebbero essere nocive per la salute e per il corpo. Inoltre, resta sempre valido il consiglio di assicurarsi di ventilare bene la stanza durante la pulizia, in modo da non respirare troppa polvere e eventuali sostanze nocive.

Affidarsi ad una ditta di pulizie post incendio

Affrontare le pulizie post-incendio è sicuramente un’esperienza frustrante e si potrebbe avere bisogno di un aiuto: il consiglio è quello di affidarsi ad una ditta di pulizie, magari specializzata in pulizie post incendio. Le ditte di pulizia post incendio, infatti, sono qualificate nella rimozione dei residui di combustione e nella sanificazione degli ambienti interessati dagli incendi; i tecnici di questo settore sanno perfettamente quali sono gli strumenti idonei e quali sono i prodotti specifici per la rimozione delle macchie, dell’odore di fumo e dei vari residui che possono causare danni. Inoltre, le ditte di pulizie post incendio mettono a disposizione anche i loro servizi per la ricostruzione degli ambienti interessati dagli incendi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui