La domanda è: in che modo l’Intelligenza artificiale sta trasformando il settore della vendita al dettaglio, il mondo del retail? Con quest’articolo iniziamo oggi una serie di inchieste sull’impatto dell’IA sul settore della vendita al dettaglio nel 2022 e oltre.

Quando gestisci un negozio di vendita al dettaglio, il motivo principale per rimanere in attività è raggiungere la redditività. E prima di poter essere redditizio, devi padroneggiare come operare in modo produttivo ed efficiente. Fortunatamente, ora hai il massimo vantaggio per realizzare l’obiettivo di profitto del tuo negozio: hai l’intelligenza artificiale, o AI, dalla tua parte.

Le società di retail (vendita al dettaglio) più tradizionali stanno subendo un processo di accelerazione della loro trasformazione digitale, in quanto è diventata la pietra angolare su cui si basa il resto delle operazioni dell’azienda. In questo articolo i docenti del Corso di Visual Merchandising dell’Accademia Telematica Europea cercheranno di analizzare come, anche a causa della pandemia, questa parte ha dovuto essere accelerata ed è prioritaria.

Cos’è lo Shopstreaming? La novità nella vendita al dettaglio

Negli ultimi anni, la scienza dei dati ha conosciuto un boom grazie al numero di informazioni che fornisce, non solo sui clienti ma anche sui processi stessi. Il suo utilizzo non riguarda solo l’automazione delle attività o la riduzione dei costi attraverso l’efficienza dei processi.

Inoltre, a causa della pandemia, questa parte ha dovuto essere accelerata e prioritaria. È il momento perfetto per comprendere meglio i processi e aiutare le aziende a migliorare attraverso l’Intelligenza artificiale (AI).

In generale, i grandi rivenditori possono investire nello sviluppo di nuove soluzioni per i loro prodotti. Tuttavia, stanno emergendo anche startup che nascono digitalmente e con un approccio molto data-driven, rendendo possibile da subito per un’azienda di vendita al dettaglio  implementare algoritmi di intelligenza artificiale che aiutano il business nel processo decisionale. Ciò si traduce in una crescita più significativa e in un migliore posizionamento tra i propri clienti, compensando parte della carenza di personale attraverso l’orientamento e il posizionamento verso il cliente finale.

L’Intelligenza Artificiale, per esempio, si può usare in un negozio per consigliare prodotti ad un cliente. In un negozio di vendita di accessori per la casa, in base ai gusti del cliente, si potrebbero consigliare dei arredi o complementi come tappeti o vernici.

Ci sono molti vantaggi dell’Intelligenza Artificiale e della sua funzionalità come catalizzatore e abilitatore dell’attività commerciale. Ad esempio, se parliamo di generare buoni margini. Con la corretta applicazione, il moltiplicatore di profitto può essere esponenziale poiché la combinazione in diversi punti può ridurre i costi e aumentare le vendite e la produzione dell’azienda.

Come fare Business con il Metaverso

Quali i vantaggi dell’Intelligenza Artificiale nel settore della vendita al dettaglio (o retail)?

Per tutti i motivi discussi sopra, l’Intelligenza artificiale A può avvantaggiare l’intera catena del valore della vendita al dettaglio, dall’approvvigionamento dei materiali, alla lavorazione, al punto vendita e all’acquisto da parte dell’utente finale.

Alcuni dirigenti conoscono molto bene le loro esigenze e conoscono persino le metriche che devono migliorare e come farlo. Tuttavia, la stragrande maggioranza sta ancora testando soluzioni per comprendere queste tecnologie e cercando di vedere dove trarne il massimo. Pertanto, alcuni dei vantaggi essenziali dell’introduzione dell’intelligenza artificiale nel settore della vendita al dettaglio includono:

1. Previsione di acquisto

Può essere estrapolata sia ai consumatori che alle aziende quando si tratta di acquistare materiali per la produzione di prodotti.

2. Ottimizzazione dei processi

È legata alla produzione, per ridurre i costi e il consumo di materiale verso un prodotto più sostenibile. Oltre a tutte le operazioni logistiche per avvicinare il prodotto al cliente finale.

Sfruttare i canali digitali per aiutare i clienti nel loro viaggio

Sapere se consigliare i prodotti più adatti alle esigenze, rispondere a domande, aiutare a risolvere problemi o fornire assistenza personalizzata.

Analizzare il comportamento di acquisto degli utenti

Si ottengono informazioni da diversi punti vendita (fisici o digitali) per capire meglio come posizionare determinati prodotti o migliorare quelli attuali.

Migliorare la comprensione della vita del cliente e del prodotto

Offrire l’opportunità di intraprendere diverse iniziative di marketing per migliorare la percezione dei prodotti o azioni per incentivare l’utente in base al suo comportamento.

Personalizzare e migliore posizionamento dei prodotti

Soddisfare le esigenze dei clienti analizzando le abitudini di consumo e consigliando l’opzione migliore basata sull’uso responsabile dell’IA.

Shopping online: gli acquisti che rendono più felici gli italiani

Alcuni esempi di uso dell’Intelligenza artificiale nel commercio al dettaglio 

Le applicazioni di intelligenza artificiale per il settore della vendita al dettaglio possono essere applicate a tutti i tipi di clienti, dai grandi centri commerciali, all’e-commerce di moda e arredo casa alle grandi e piccole catene di supermercati, e molti altri.

Una comunicazione più fluida

Una delle applicazioni più diffuse è il miglioramento del canale di comunicazione con i clienti durante e dopo l’acquisto. In questo modo, le informazioni sono rese disponibili in modo efficiente e migliorano il servizio clienti e le difficoltà. In questo modo si riducono i tempi di risoluzione degli incidenti e si aumenta la soddisfazione del cliente.

In effetti, questo caso d’uso va a vantaggio dei clienti e del personale stesso, in quanto può essere utilizzato per classificare meglio gli incidenti e persino suggerire agli agenti una possibile soluzione soddisfacente in modo che l’esperienza sia condivisa tra il personale.

Previsioni sulle scorte

Altre applicazioni applicate al settore della vendita al dettaglio sono l’approvvigionamento di materiali e la previsione delle vendite. Grazie all’intelligenza artificiale, i rivenditori possono fare una stima migliore del loro stock di prodotti, assicurando che non ci siano eccedenze o carenze di prodotti fisicamente nel negozio.

Con applicazioni di Intelligenza Artificiale si cerca anche di ottimizzare le operazioni, sia per avvicinare il prodotto al cliente finale sia quando realizzano o acquistano i materiali per realizzare i loro prodotti. Ciò si riflette in una maggiore efficienza delle risorse, rendendo le loro operazioni più sostenibili e migliorando le parti della catena del valore che consentono di risparmiare sui costi.

Personalizzazione del prodotto

I rivenditori che sono entrati di recente nel mercato enfatizzano la personalizzazione e le strategie di marketing digitale. Riescono a coinvolgere il cliente sia nelle offerte che nel processo di comprensione delle sue esigenze.

L’obiettivo è sempre quello di offrire loro la migliore varietà di prodotti, migliorare la percezione del marchio e aumentare il profitto per acquisto.

COSA DICONO I DATI 

Le ricerche  mostrano che il mercato dell’IA globale nella vendita al dettaglio dovrebbe aumentare da poco meno di $ 5 miliardi a oltre $ 31 miliardi tra il 2021 e il 2028. Quindi, se la vostra impresa non ha ancora implementato nessuna attività di IA, potreste presto rimanere indietro rispetto ai concorrenti nella trasformazione digitale di questo settore.

Seguiteci: ritorneremo presto sull’argomento e forniremo utili consigli su come migliorare il proprio punto vendita con processi di Learning Automation e Intellicenza Artificiale

Servizi per aziende: pubbliredazionali, interviste, Radio e TV

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui