Il bagno è una delle stanze più importanti della casa e, a tal riguardo, la scelta delle piastrelle da utilizzare per il rivestimento non va mai sottovalutata. Infatti, le piastrelle non solo devono essere esteticamente belle, ma anche funzionali, resistenti e facili da pulire.

Ecco alcuni consigli da tenere presente per piastrellare il bagno al meglio.

1. Scegliere il giusto materiale

Il primo consiglio che ci sentiamo di dare è quello di scegliere il giusto materiale per le piastrelle. Le opzioni sono molte e ogni materiale, dal gres porcellanato alla ceramica, ha le sue caratteristiche specifiche. Il gres porcellanato, ad esempio, è il materiale più resistente, ma anche quello più costoso, mentre la ceramica è più economica e facile da posare.

2. Selezionare gli stili

Una volta scelto il materiale, è il momento di pensare allo stile delle piastrelle. Si può scegliere tra un’ampia gamma di colori, formati e motivi decorativi. Riesaminare le opzioni e cercare di immaginare quale stile si adatterà meglio al proprio bagno.

piastrellare bagno

3. Pianificare la disposizione

Prima di iniziare a posare le piastrelle, è fondamentale pianificare la disposizione. Si può cominciare tracciando una linea di riferimento orizzontale alla base del bagno, sfruttando il livello laser. A questo punto, si può decidere se posare le piastrelle in modo orizzontale o verticale.

4. Preparare la superficie

Prima di procedere alla posa delle piastrelle, è importante preparare la superficie in cui si andranno ad adagiare. Bisogna assicurarsi che la superficie sia pulita, liscia e senza eventuali irregolarità. Nel caso in cui ci siano buchi o crepe, bisogna sistemarli con degli stuccatori per uniformare al meglio la superficie.

Qual è la grandezza ideale per un bagno: i fattori da considerare

5. Creare la “base”

Per creare la “base”, è consigliabile partire dal centro della stanza e utilizzare una colla adeguata per l’incollaggio. Si può provare a posare alcune piastrelle per vedere se il risultato è equilibrato. Secondo il formato del rivestimento, usare un tagliapiastrelle o una sega circolare per le forme irregolari.

6. Lasciare la colla per 24 ore

Una volta posizionate le piastrelle, bisogna aspettare che la colla asciughi per almeno 24 ore. In questo modo, si assicurerà una buona adesione delle piastrelle alla superficie.

Qual è la grandezza ideale per un bagno: i fattori da considerare

7. Posare le fughe

Dopo il tempo di attesa, è il momento di posare le fughe tra le piastrelle. Prima di tutto, assicurarsi che le fessure siano pulite e senza residui di colla o polvere. La colla delle fughe non deve essere troppo liquida e non deve essere spinta troppo in profondità tra le piastrelle.

8. Pulire e lucidare

Infine, una volta completata la posa delle piastrelle e la creazione delle fughe, è importante pulire e lucidare il tutto. Utilizzare un detergente delicato per la pulizia delle piastrelle, evitando di utilizzare prodotti troppo aggressivi che potrebbero rovinare il materiale.

Come avere il bagno a norma: arredi e misure per la zona servizi

La posa dei rivestimenti del bagno non è un’operazione difficoltosa, ma richiederà un po’ di tempo e di precisione. Seguendo questi semplici consigli, sarà possibile creare un ambiente funzionale, esteticamente bello e duraturo. Ecco alcuni suggerimenti da seguire per avere un bagno da sogno.

Le piastrelle sono un’ottima scelta per il rivestimento delle pareti e dei pavimenti di bagno e cucina, ma dopo qualche anno di utilizzo, possono iniziare a diventare opache o ad avere un aspetto datato. In questo caso, sostituirle può essere costoso e dispendioso, ma esiste un’alternativa più economica: l’utilizzo di vernici per coprire le piastrelle.

Tende da bagno e doccia: come scegliere e quali sono le migliori del 2023

Non solo piastrelle: le vernici “copritutto”

La vernice per piastrelle è un rivestimento che può essere applicato direttamente sulla superficie della piastrella esistente, e può essere usata per aggiornare il look di una stanza senza doverla ristrutturare completamente. Ecco alcuni vantaggi dell’utilizzo della vernice per coprire le piastrelle.

1. Economica

La vernice per piastrelle è una soluzione economico che permette di risparmiare denaro sulla ristrutturazione del bagno o della cucina. La vernice è molto più economica rispetto alla sostituzione delle piastrelle, e può essere utilizzata anche su piastrelle che non sono facilmente disponibili sul mercato, come ad esempio quelle antiche.

2. Facile da applicare

Le vernici per piastrelle sono molto facili da applicare, anche per chi non ha esperienza. La maggior parte delle vernici si applicano con un rullo o con un pennello e la maggior parte dei produttori fornisce le istruzioni sulla confezione. Inoltre, la vernice si asciuga rapidamente e non ci vuole molto tempo per completare il lavoro.

3. Scelta di colori

La vernice per piastrelle è disponibile in diversi colori e finiture, tra cui lucido, opaco, satinato e metallico. Ci sono molte opzioni tra cui scegliere e la vernice può anche essere mescolata per ottenere il colore desiderato. Questo è molto utile per creare uno stile personalizzato nell’ambiente.

4. Facile da pulire

La vernice per piastrelle è molto resistente e facile da pulire. La maggior parte delle vernici è resistente all’acqua e alle macchie, il che significa che è facile rimuovere il grasso e gli spruzzi di acqua dal bancone della cucina o dal pavimento del bagno. Questo la rende una scelta ideale per zone come la cucina o il bagno dove i pavimenti e le pareti tendono ad essere più esposti all’acqua e alla messa a dura prova.

5. Resistente

La vernice per piastrelle formano un rivestimento duraturo che può durare molti anni. Oltre a resistere all’acqua e alle macchie, la vernice è anche resistente alle abrasioni, rendendola ideale per le zone ad alto traffico, come il pavimento della cucina o del bagno. Inoltre, la vernice per piastrelle risulta anche efficace nell’evitare che le piastrelle possono diventare scivolose, rispetto alle piastrelle glossy.

6. Ecologica

Le vernici per piastrelle più recenti sono a base d’acqua, il che significa che sono molto meno tossiche rispetto alle vernici a base di solvente, rendendole una scelta molto più eco-compatibile. In questo modo, le vernici per piastrelle possono essere utilizzate in modo sicuro in qualsiasi stanza della casa, inclusi i luoghi dove si preparano i pasti.

Le vernici per piastrelle sono una soluzione semplice, economica e redditizia per aggiornare l’aspetto del tuo bagno o della tua cucina senza dover affrontare un intervento di ristrutturazione costoso. Sono facili da applicare, disponibili in una vasta gamma di colori e finiture, e risultano anche più eco-compatibili rispetto ad altre soluzioni a base di solventi. Pertanto, un’ottima opzione da prendere in considerazione se si vuole ridurre i costi della ristrutturazione e contemporaneamente aggiornare lo stile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui