Scegliere il giusto pavimento in parquet per la propria casa può essere una decisione complicata. Il parquet non è solo un rivestimento per il pavimento, ma un vero e proprio elemento d’arredo che caratterizza l’ambiente e ne definisce l’atmosfera. 

La scelta deve quindi rispecchiare non solo le esigenze pratiche, ma anche lo stile e le preferenze personali. 

Per decidere quale sia il miglior parquet bisogna prendere in considerazione diversi fattori. Per fare una scelta informata e puntare a una pavimentazione in legno di alta qualità è necessario ottenere un supporto professionale, per ottenere un servizio esclusivo e su misura, come quello che viene offerto da marchi di rilievo nel settore quale: Parquet Sartoriale. 

Ma vediamo nel dettaglio, come scegliere il miglior parquet per la tua casa, analizzando in particolare quattro tipologie: Parquet in rovere, Parquet in abete, Parquet Olmo, Parquet noce e Parquet Teak.

Conoscere i propri gusti ed esigenze

Prima di tutto, è fondamentale avere ben chiaro quale atmosfera si vuole creare nella propria casa. Vuoi un ambiente caldo e accogliente o preferisci uno stile più moderno e minimale? Inoltre, considera anche le esigenze pratiche: alcune essenze di legno sono più resistenti e adatte a zone ad alto traffico, mentre altre sono più delicate e meglio adatte a zone meno frequentate.

Parquet in Rovere

Il parquet, noto anche come pavimentazione in legno, è da sempre uno dei materiali più amati per i pavimenti domestici grazie alle sue caratteristiche estetiche e funzionali. 

Tra le diverse tipologie di legno utilizzate, il rovere rappresenta una delle scelte più diffuse e apprezzate. 

Il rovere è noto per la sua straordinaria durevolezza e resistenza all’usura, ai graffi e all’impatto. Queste caratteristiche lo rendono ideale per ambienti soggetti a elevato traffico pedonale, come il soggiorno o la cucina.

Il rovere ha una gamma cromatica che varia dal chiaro all’ambra scuro, con una varietà di venature e nodi che danno al legno un aspetto distintivo. Questo permette di adattarsi facilmente a diversi stili di arredamento, dal classico al moderno.

A differenza di altre superfici dure come il marmo o la ceramica, il rovere ha un’innata capacità di isolamento termico, offrendo una sensazione di calore sotto i piedi.

Se si opta per il rovere, le finiture opache sono le migliori, negli ultimi anni queste sono diventate sempre più popolari per vari motivi:

  • Aspetto Naturale: Una finitura opaca mantiene l’aspetto naturale del legno, mettendo in evidenza le sue venature e nodi senza l’aggiunta di riflessi o luci artificiali.
  • Manutenzione Minore: Le imperfezioni, come graffi o piccole ammaccature, sono meno visibili su una finitura opaca rispetto a una lucida. Questo significa che il pavimento richiederà meno manutenzione e riparazioni frequenti.
  • Modernità: La finitura opaca dà al pavimento un aspetto contemporaneo e minimalista, molto in linea con le tendenze di arredamento. 

Parquet in Abete 

L’abete ha segnato una presenza costante nel settore della pavimentazione, essendo spesso accostato al larice nelle tradizionali abitazioni montane. Il pavimento in abete evoca un sentore di rusticità, porta con sé anche il fascino delle baite di montagna. 

Oggi però grazie ad innovativi metodi di rifinitura, questo legno si presenta non solo più moderno ma anche adatto a diverse soluzioni di arredamento. Il suo colore più chiaro, insieme ai nodi in evidenza, offrono un aspetto e un risultato unico. 

La profonda spazzolatura mette in risalto il pattern naturale del legno, rafforzando la sua fibra. Questa caratteristica, combinata con trattamenti che garantiscono una grande resistenza al calpestio, lo rende ideale anche per pavimenti in spazi condivisi.

Parquet Olmo

L’olmo è un legno con una particolare venatura che gli conferisce un aspetto unico. Tendenzialmente ha tonalità chiare, che possono variare dal beige al marrone rossastro. Il parquet in olmo dona agli ambienti un’atmosfera calda e naturale, rendendolo perfetto per chi desidera un ambiente accogliente. È adatto sia per gli ambienti moderni che per quelli più tradizionali.

Parquet noce

Il noce è una delle essenze di legno più pregiate. Caratterizzato da tonalità scure e profonde, il parquet in noce aggiunge una nota di eleganza e raffinatezza a qualsiasi ambiente. È perfetto per chi desidera un ambiente lussuoso e sofisticato. Sebbene il noce sia resistente, è preferibile non utilizzarlo in aree ad alto traffico per mantenerlo in ottime condizioni nel tempo.

Parquet Teak

Il teak è noto per la sua straordinaria resistenza all’umidità e ai cambiamenti climatici. Originario dell’Asia, questo legno ha una bellissima tonalità dorata che si intensifica con il tempo. Il parquet in teak è ideale per ambienti come bagni o cucine, dove l’umidità è una costante. Inoltre, grazie alle sue proprietà naturali, è resistente a muffe e funghi, rendendolo una scelta igienica.

Manutenzione e cura

Naturalmente, ogni tipo di parquet ha le sue specifiche esigenze di manutenzione. Mentre il teak richiede pochissima manutenzione grazie alla sua resistenza naturale, il noce potrebbe aver bisogno di più attenzioni. Prima di prendere una decisione, informatevi sulle esigenze di manutenzione di ciascun legno.

La scelta del parquet giusto per la tua casa dipende da molti fattori: dalle tue preferenze estetiche, dalle esigenze pratiche e dal budget. 

Che tu scelga il rovere resinato per il suo aspetto moderno, l’olmo per il suo tocco naturale, il noce per la sua eleganza o il teak per la sua resistenza, ricorda che il parquet è un investimento a lungo termine. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui