Decine di migliaia i lavoratori fuorisede tornati a casa grazie allo smart working. Aumenta la richiesta di ripensare agli spazi di lavoro nelle proprie abitazioni. L’Home Office è diventato il must del 2021

Smart e remote working sono stati per molti un’occasione per riorganizzare la propria vita, anche da un punto di vista abitativo, e tra le categorie che più hanno beneficiato di questa opportunità c’è quella dei lavoratori fuori sede; secondo l’indagine commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat, nell’ultimo anno sono oltre 17.000 i lavoratori friulani fuorisede che, grazie alla possibilità di sfruttare i vantaggi dello smart working, hanno scelto di tornare a casa senza per questo dover rinunciare al proprio impiego.

Smart working è un termine che nella lingua anglosassone non esiste (è una invenzione puramente italiana) ma essendo entrato nel gergo comune può essere inteso come lavoro agile. Pur avendo, nel caso di lavoro subordinato, precise normative contrattuali 

Tenore di vita più alto

Uno degli elementi che ha spinto i fuorisede a cambiare città è quello economico. Se è vero che la retribuzione media degli “smart workers di ritorno” è pari a 1.840 euro, per uno su tre lo stipendio mensile è inferiore ai 1.500 euro. Cambiare città mantenendo lo stesso lavoro ha permesso quindi a molti di migliorare il proprio tenore di vita; il 28,1% di chi, a livello nazionale, ha scelto di cambiare città per svolgere lo smart working ha dichiarato che la ragione principale per cui ha deciso di rimanere a lavorare da remoto è perché, pur percependo lo stesso stipendio, può permettersi cose che prima da lavoratore fuori sede non poteva.

Analizzando le intenzioni per il futuro, sei smart workers di ritorno su dieci hanno dichiarato di non avere intenzione di tornare a fare i fuorisede con casa in affitto e di voler continuare a lavorare da remoto, dalla propria città di origine o da quella in cui si sono trasferiti dopo il lockdown.

Più verde in casa quando si lavora 

piante in casa smart working“Abbiamo passato il primo lockdown gestendo le lezioni da casa con i nostri allievi – spiegano i docenti del corso di Garden – Green Design dell’Accademia Telematica Europea – Un periodo molto produttivo che ha permesso di comprendere l’importanza di prendersi cura di se stessi, anche con un angolo verde in casa. Prendersi cura delle piante è uno tra i migliori antistress cui possiamo affidarci”.

Le piante migliorano l’umore. Da studi tutt’altro che recenti prendersi cura delle piante durante la giornata lavorativa è un ottimo break per spezzare la routine.

Le piante depurano l’aria. Le piante, oltre ad essere decorative, sono un’arma formidabile per purificare l’aria da agenti patogeni e Inquinanti presenti nell’aria migliorando il nostro stato di salute. Felce, Aloe, Spatafillo, Sanseveria, Areca sono solo alcune delle piante che migliorano l’aria che respiriamo, indicate anche nelle ore notturne nella zona notte della casa.

Le piante riducono lo stress: rilasciando ossigeno ci aiutano a ridurre lo stress e ad aumentare il senso di relax.

Le piante Aumentano la produttività. Aumentano il nostro grado di attenzione e concentrazione  su quello che stiamo facendo, rendendoci così più produttivi.

piante in casa

Pur di vivere a contatto con fiori e piante gli italiani sarebbero disposti a trasferirsi in periferia, lontani dal grigiore dei centri cittadini. Il sogno degli italiani e di chi lavora in Smart Working è di poter disporre di un prato, un terrazzo o anche solo un balcone. Verde e luce sono un fattore determinante per il 65% nell’acquisto di una nuova casa.

“Nel periodo primaverile ed estivo- ci spiegano gli esperti dell’ecommerce Pianteclick –  le fioriture vanno per la maggiore, danno colore a giardini, balconi e terrazze. Nei giardini più grandi è molto forte la richiesta di alberi ad alto fusto come olivi, carrubi, melograni e palmacee”. 

PER APPROFONDIRE 

La pagina Pinterest “Lezioni di arredo” dei docenti dell’Accademia Telematica Europea offre molte idee utili per arredare ricavando comode postazioni di Home Office,  per decorare casa con le piante e per utilizzare  i colori giusti.

 

Si ringrazia per i dati forniti facile.it

 

Corso di Garden-Green Design

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui