Daniela Zanforlin è titolare dello studio Zenit Design a Rovigo. Dopo molti anni, trascorsi nell’azienda di famiglia, specializzata in articoli per serramentisti e arredatori, ha sentito il bisogno di concretizzare il sogno che da sempre l’ha appassionata: l’estetica e il design degli ambienti.

Ci racconti come è nata la tua passione per l’Interior Design? 

Ricorda ancora quando, non era nemmeno vent’enne, mio fratello veniva a trovarmi a casa e diceva: “Ogni volta che vengo qua dentro mi sembra di essere in uno showroom”. Decisi dunque di intraprendere gli studi come interior designer presso l’Accademia Telematica Europea. Mi piace definirmi una persona empatica, perché trovare soluzioni che rispecchino appieno le esigenze e i desideri dei miei clienti è una fonte di grande gratificazione per me.

Daniela Zanforlin Interior Designer a Rovigo

Al momento, sto lavorando su un progetto che mi appassiona molto, sia per le sue dimensioni che per le sfide progettuali che comporta. In questo contesto, ho avuto l’opportunità di progettare alcuni arredi multifunzionali su misura, perfettamente adattati alle passioni e agli interessi specifici dei miei committenti.

Daniela Zanforlin Interior Designer a Rovigo

Questa esperienza mi ha entusiasmato molto, poiché mi ha permesso di esprimere appieno la mia creatività, realizzando soluzioni uniche e personalizzate.

Tra gli ambienti di cui mi sono occupata durante il corso e nella mia carriera, è quella della ambientazione di interni di ritoranti.

Come vedi l’evoluzione del design dei ristoranti contemporanei?

Il design dei ristoranti moderni ha fatto passi da gigante, unendo tecnologia, sostenibilità e autenticità. Non è solo questione di arredamento, ma di creare un’esperienza coinvolgente per i clienti. Proprio per questo, possiamo dire che le nuove tendenze rendono i ristoranti non sono solo luoghi dove mangiare. Sono come teatri, dove il design è parte della performance. Ci sono luci intelligenti, tavoli interattivi e materiali ecologici che fanno la differenza. Questo tipo di design riesce a riflettere l’identità e il contesto locale, creando un’atmosfera accogliente e autentica. Inoltre, è importante evidenziare che c’è anche una grande attenzione per l’ambiente, con pratiche sostenibili e l’uso di materiali riciclati. L’obiettivo è rendere l’esperienza culinaria memorabile, trasformando i ristoranti in luoghi davvero speciali per chi li visita.

Daniela Zanforlin Interior Designer a Rovigo

Quanto è importante la scelta dello stile dell’interior design di un ristorante?

La scelta dello stile dell’interior design in un ristorante, è cruciale, poiché va oltre l’aspetto estetico, definendo l’identità del locale e trasmettendo un messaggio sulla sua cucina e atmosfera. Ad esempio, un ristorante tradizionale potrebbe optare per uno stile classico e accogliente, mentre uno contemporaneo potrebbe preferire un design minimalista. Inoltre, lo stile dell’interior design può influenzare direttamente l’esperienza dei clienti, dal comfort delle sedute, alla disposizione degli spazi, alle luci studiate ad hoc per creare una determinata atmosfera. Un buon design può migliorare il flusso del servizio e l’efficienza del personale, oltre a creare un ambiente piacevole che incoraggia i clienti a tornare.

Daniela Zanforlin Interior Designer a Rovigo

L’importanza dei colori…

I colori nell’interior design di un ristorante sono fondamentali perché influenzano l’umore, l’appetito e l’esperienza complessiva dei clienti. Come gli ingredienti in una ricetta, i colori sono ingredienti essenziali per creare l’atmosfera giusta. Ad esempio, tonalità calde come il rosso e l’arancione possono stimolare l’appetito e creare un’atmosfera accogliente, perfetta per un ristorante informale o di cucina etnica. Al contrario, tonalità più fredde come il blu e il verde possono trasmettere tranquillità e raffinatezza, adatte per un ambiente più elegante o di cucina gourmet. Inoltre, la combinazione e l’equilibrio ben studiati tra i colori creano un flusso visivo armonioso ed enfatizzano determinati elementi architettonici o decorativi, contribuendo così a creare un’esperienza memorabile per i clienti.

Anche la scelta delle luci, dell’illuminazione è importante: perché?

Le luci in un ristorante sono essenziali perché, insieme alla scelta dei colori delle pareti e degli arredi, influenzano direttamente la percezione dei piatti. Immagina di sederti in un ristorante con luci troppo forti o troppo deboli: potrebbero far sembrare i cibi spenti o sovraesposti, alterando la percezione dei colori e delle consistenze. Questo può influire sul modo in cui gustiamo il cibo. Luci troppo intense possono rendere difficile apprezzare i dettagli dei piatti, mentre luci troppo soffuse possono creare un’atmosfera poco invitante. Le luci giuste, invece, possono valorizzare la presentazione del cibo, rendendolo più invitante e delizioso agli occhi dei clienti. Quindi, sì, la scelta delle luci è cruciale: può fare la differenza tra un pasto che appare mediocre e uno che sembra eccezionale.

Daniela Zanforlin Interior Designer a Rovigo

Video-pannelli divisori in plexiglass e menù digitali: i ristoranti del futuro saranno all’insegna delle nuove tecnologie? E come?

Nei ristoranti del futuro, c’è una crescente adozione delle nuove tecnologie per migliorare l’esperienza dei clienti. I video-pannelli divisori in plexiglass sono un esempio di ciò: consentono di separare i tavoli fisicamente, mantenendo comunque un’atmosfera aperta e luminosa. Grazie alla tecnologia avanzata, possono proiettare immagini, video o animazioni che trasformano l’ambiente, creando atmosfere coinvolgenti, come paesaggi rilassanti o immagini dinamiche e colorate. Questa versatilità permette ai proprietari di personalizzare lo spazio secondo le esigenze e le preferenze dei clienti, anche in funzione di un evento in particolare. I menù digitali rappresentano un’altra innovazione, aggiornabili facilmente e integrabili con sistemi di pagamento senza contatto, migliorando l’efficienza e la sicurezza dell’ordinazione.  Tuttavia, credo che l’introduzione dei menù digitali dovrebbe richiedere un approccio attento. Sebbene aggiornabili facilmente e integrabili con sistemi di pagamento senza contatto, potrebbero portare ad una perdita della connessione fisica con il cibo e la carta, elemento tangibile spesso apprezzato dai clienti. Pertanto, è fondamentale studiare ambienti dove tradizione e innovazione si integrino al meglio per non perdere l’aspetto di convivialità e interazione tra i clienti, che caratterizza un ristorante.

Daniela Zanforlin Interior Designer a Rovigo

Qualche consiglio – da Interior Designer – per chi voglia rinnovare o aprire un ristorante 

Quando si tratta di rinnovare o lanciare un ristorante, c’è molto di più dietro il design degli interni. È un’esperienza emozionante, piena di possibilità e opportunità di esprimere la creatività e la passione per il cibo e l’ospitalità.

Prima di tutto, consiglierei di chiedersi qual è la storia che si vuole raccontare attraverso il proprio ristorante, e che emozioni si spera provino i clienti quando varcano la soglia. Partendo da queste basi consiglio di analizzare il tipo di atmosfera che si desidera creare e quali sensazioni si spera i clienti portino a casa con loro.

Individuato il valore emozionale che si vuole trasmettere passerei quindi ad analizzare gli elementi che potrebbero far vivere le emozioni che vogliamo trasmettere come i colori delle pareti, gli odori che permeano l’aria, la luce che illumina delicatamente ogni angolo del locale, in modo da creare un’esperienza sensoriale che si lega indissolubilmente alla memoria degli ospiti.

Una cosa fondamentale è non dimenticare l’importanza della convivialità. Il ristorante è un luogo dove le persone si riuniscono per condividere momenti speciali, celebrare, ridere e creare ricordi duraturi. Proprio per questo è importante che il design favorisca questa interazione umana, creando spazi accoglienti e invitanti che ispirino le conversazioni e le connessioni tra i clienti.

Infine, credo non si debba aver paura di lasciare il proprio segno distintivo nel design del proprio ristorante. Che si tratti di un tocco di eccentricità, di un omaggio alla propria cultura o di un’innovazione tecnologica, bisogna fare in modo che il ristorante rifletta veramente chi siamo e cosa rappresentiamo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui