Con la domotica la vita diventa più semplice perché questa tecnologia consente di gestire numerose attività domestiche aiutando in maniera intelligente gli abitanti. Inoltre è anche un aiuto per le persone disabili e per gli anziani

Il termine “domotica” deriva dall’unione del termine domus, che in latino significa “casa”, e del suffisso greco ticos. Si occupa dello studio delle tecnologie adatte a migliorare la qualità della vita nella casa, ma anche migliorare e rendere più semplice la vita delle persone.

Quali sono i vantaggi della domotica? Lo abbiamo chiesto a Juliana De Souza, iscritta al corso di Interior Design dell’Accademia Telematica Europea 

Se la paragoniamo agli impianti tradizionali la domotica è considerata molto più vantaggiosa. Gli impianti tradizionali possono darci problemi nella gestione e nella funzionalità non permettendoci di avere un controllo sui consumi.

Ecco alcuni motivi principali per cui la domotica è considerata vantaggiosa:

Comfort: gran parte delle attività domestiche possono essere attivate o disattivate con un tasto o con un comando vocale! Inoltre è possibile regolare a distanza la climatizzazione, l’apertura e chiusura delle tapparelle, accensione e spegnimento delle luci e molto altro ancora attraverso l’utilizzo di una applicazione.

Sicurezza:  è possibile controllare la propria abitazione attraverso un sistema di videosorveglianza tramite lo smartphone in qualunque luogo ci troviamo ed essere avvisati in situazioni di pericolo come per esempio una perdita di gas. Tutte le porte della nostra casa possono essere controllate a distanza.

Risparmio energetico: All’inizio per poter installare, nella propria abitazione, un impianto domotico si va a ricorrere ad una somma elevata ma ne vale la pena perché nell’arco di poco tempo si potranno vedere dei risparmi e diminuzione delle cifre presenti nelle bollette.

3 dispositivi per la domotica essenziali

Molte persone credono che la domotica sia una tecnologia che può essere solamente installata in case private ma in realtà non è così!

Può essere applicata anche in luoghi come uffici, ospedali e cliniche, centri commerciali, navi e yacht privati e ambienti industriali. In tal caso prende il nome di building automation.

Con la domotica la vita diventa più semplice perché questa tecnologia consente di gestire numerose attività domestiche aiutando in maniera intelligente gli abitanti

Cosa vuol dire trasformare un impianto tradizionale in domotico?

Trasformare un impianto tradizionale in domotico richiede un intervento sull’impianto elettrico esistente in modo tale da installare le parti necessarie per il controllo remoto di tutti gli apparecchi a cui sono collegati come luci, tapparelle, televisore ecc.

Per poter installare un impianto domotico oppure trasformare un impianto tradizionale in domotico è possibile rivolgersi ad un Interior Designer specializzato o un tecnico esperto o a una azienda di installazione che, dopo aver fatto una analisi e delle specifiche valutazione dell’impianto esistente, potrà procedere con i cambiamenti necessari e l’installazione del nuovo impianto.

È importante che vengano fatte queste valutazioni e analisi in modo da capire se è possibile partire dall’impianto esistente oppure applicarne uno totalmente nuovo; per esempio in alcuni casi si richiede delle opere murarie particolari. Proprio per questo la figura dell’Interior Designer deve possedere queste capacità

Spesso nella domotica si sente parlare di “scenari”.

Gli scenari ci permettono di rendere attivi con un solo e unico comando una serie di episodi programmati in anticipo come ad esempio l’accensione e lo spegnimento delle luci. Permette di utilizzare più comandi contemporaneamente e regolare l’impianto in un colpo solo.

Cosa può succedere se dovesse andar via la corrente?

In questo caso non si presenta alcun problema perchè anche senza corrente il sistema domotico all’interno di una abitazione continua a funzionare grazie a una batteria tampone. Inoltre la centralina comunicherà il guasto proponendo delle soluzioni e mettendo in sicurezza l’abitazione.

Ecobonus Domotica 2022: gli incentivi per una casa intelligente sono stati prorogati a tutto il 2024

Con la domotica la vita diventa più semplice perché questa tecnologia consente di gestire numerose attività domestiche aiutando in maniera intelligente gli abitanti

La legge di Bilancio 2022 ha previsto una proroga per gli sgravi fiscali sull’Ecobonus e sulla Domotica. È possibile detrarre dall’Irpef e dall’Ires qualsiasi acquisto, l’installazione e messa in opera di dispositivi multimediali volti a garantire una maggiore efficienza di funzionamento degli impianti e ad aumentare la consapevolezza degli utenti sui consumi energetici. Dell’Ecobonus possono beneficiare gli abitanti che hanno sostenuto o sosterranno spese fino al 31 dicembre 2024.

Il beneficio fiscale si riferisce a impianti domotici, che permettono ad esempio di regolare in remoto la temperatura degli ambienti e il tempo di accensione dei sistemi di riscaldamento, in modo da attivarli solo quando necessario. Questo comporta un maggiore risparmio energetico dell’edificio. Domotica ed efficienza energetica dunque sono ormai sinonimi

Possono usufruire dell’Ecobonus Domotica tutti i contribuenti che possiedono l’immobile oggetto di intervento a qualsiasi titolo, residenti e non, anche se titolari di reddito d’impresa.

Per maggiori informazioni rimandiamo alla pagina della Agenzia delle Entrate sulla Riqualificazione Energetica

Insomma la domotica è un’ottima soluzione per rendere le nostre abitazioni intelligenti e per semplificare la nostra quotidianità.

Ringraziamo Juliana De Souza per il tempo dedicato. Qui la sua pagina Instagram 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui