Lunedì 22 novembre a Fiera Milano l’inaugurazione di due manifestazioni. A SICUREZZA saranno presenti 380 aziende da 27 Paesi che presenteranno il meglio delle tecnologie per proteggere case, persone e beni.  A SMART BUILDING EXPO si parlerà di impiantistica e reti che consentono l’evoluzione dell’edificio e dei luoghi urbani in chiave smart.

Si aprono lunedì 22 novembre a Fiera Milano, SICUREZZA, mostra leader in Italia per security & antincendio, e SMART BUILDING EXPO, evento dedicato a integrazione tecnologica e building automation, alla presenza di Lorenzo Guerini, Ministro della Difesa e di Marco Granelli, Assessore alla Sicurezza del Comune di Milano.

Una presenza di 380 aziende da 27 Paesi che presenterà il meglio delle tecnologie per proteggere case, persone e  beni e racconterà l’evoluzione della casa e dell’edificio in chiave smart. A completare l’offerta, una ricca proposta formativa, con oltre 50 appuntamenti, focalizzati sui temi chiave su cui si gioca lo sviluppo del settore: certificazione, professionalità e cyber security.

Le aziende che si occupano di sicurezza in Italia rappresenta un mercato con un fatturato totale pari a 2,7 miliardi di euro (fonte Anie Sicurezza): grazie all’intelligenza artificiale e ai sistemi di deep learning, la casa si fa sempre più smart, con sistemi di controllo accessi destinati al mondo industriale e commerciale, ma anche  soluzioni per il residenziale, dove l’antifurto è diventato parte di un ecosistema integrato che gestisce tutta la casa, dal riscaldamento alla citofonia, dai serramenti all’entertainment, garantendo sempre maggiore comfort, ma anche efficienza energetica.

In un momento di grande sviluppo per la building automation, in cui le abitazioni sono sempre più automatizzate, connesse e multitasking ed edifici e città vivono la quarta rivoluzione industriale – quella dell’intelligenza artificiale unita all’efficienza energetica – i professionisti sono chiamati a comprendere in modo sempre più completo il proprio settore di riferimento, ma anche l’intera filiera, che risulta sempre più integrata. Per questo SMART BUILDING EXPO 2021 propone un approccio “orizzontale” alle tecnologie, della home and building automation, mettendo al centro della proposta i concetti di edificio, città intelligente e innovazione.

La manifestazione sarà un momento importante di confronto e di approfondimento per progettisti, system integrator, facility manager e installatori in un momento fondamentale di transizione tecnologica, che vede nelladigitalizzazione dei prodotti e dei processi, nell’orientamento green e nella necessità di assicurare resilienza agli ambienti della vita quotidiana e del lavoro, i cardini dello sviluppo e della ripresa.

Per presentare un’offerta formativa e informativa all’altezza di un settore in mutamento continuo, SMART BUILDING EXPO sta lavorando in stretta collaborazione con grandi realtà del settore, individuando interlocutori di primo piano con cui realizzare in fiera appuntamenti di livello, molti dei quali daranno diritto a crediti formativi per installatori, progettisti, ingegneri e periti.

IL SETTORE DELLO SMART BUILDING SECONDO IL POLITECNICO DI MILANO: IN FIERA MILANO LA PRESENTAZIONE DEI NUOVI DATI

Oggi ogni edificio si avvia alla trasformazione e diventa sempre più smart. Una vera e propria rivoluzione che impone ai professionisti un aggiornamento continuo, che li metta in condizione di valorizzare a pieno le opportunità dell’edificio connesso, sia dal punto di vista della gestione energetica che da quello della comunicazione. Un mercato in grande sviluppo, che finalmente può contare su una valutazione oggettiva e dedicata ai suoi andamenti e trend.

Grazie alla partnership con il Politecnico di Milano, SMART BUILDING EXPO inaugurerà la sua offerta formativa proprio con la presentazione, il 22 novembre, di dati inediti sul settore smart building, evento in occasione del quale si tireranno le fila sul 2020 e si focalizzerà l’attenzione sull’anno in corso, identificando anche alcune tendenze per il futuro. L’incontro sarà un momento di grande interesse per tutti i professionisti e, per la prima volta, offrirà una visione completa dell’edificio smart guardando sia agli aspetti energetici che a quelli relativi al tema della connessione digitale.

MILANO SMART BUILDING CONFERENCE: SPAZIO ALLA RESILIENZA

Dopo l’interesse suscitato dalla prima edizione, torna in occasione di SMART BUILDING EXPO la Milano Smart Building Conference. Due mattinate, il 23 e il 24 novembre, dedicate a portare in fiera numerosi relatori di alto livello per offrire un quadro completo del mercato edelle opportunità offerte dalle nuove tecnologie.

A seguito della crescente digitalizzazione e dell’ulteriore accelerazione impressa dalla pandemia, oggi ogni casa si è trasformata in scuola e ufficio, grazie ad e- learning e smart working, ma anche, per esempio, in studio medico, se solo pensiamo alla telemedicina. Insomma, ogni edificio è diventato una “infrastruttura critica”, perché chiamato a trasmettere, ricevere e tutelare continuamente dati. Per questo, parlare di resilienza significa considerare il building nella sua interezza, ma soprattutto considerarlo parte attiva del contesto urbano in cui si inserisce.

EDILIZIA E NUOVE TECNOLOGIE: IN FIERA L’ULTIMA TAPPA DEL ROADSHOW

SMART BUILDING EXPO anche nel 2021 ospiterà la tappa finale del Roadshow organizzato da Anitec-Assinform, l’Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology aderente a Confindustria, e promosso da ANCE, per allineare i mondi della nuova impiantistica smart e quello dell’edilizia. Articolato in cinque tappe, che si svolgeranno tra maggio e luglio in streaming, il roadshow si concluderà in occasione della fiera con un incontro in presenza. Il corso prevede la concessione di 16 crediti formativi da parte dei principali ordini professionali a tutti coloro che parteciperanno almeno al 70% delle ore, calcolate sulla durata totale delle cinque tappe.

Nelle due sessioni di lavoro, verrà analizzata l’interconnessione tra edificio e ambiente costruito (building vs city) e viceversa (city vs building), delineando un modello ideale di smart city basato sull’interoperabilità dei sistemi.

Per offrire una visione completa sul tema, SMART BUILDING EXPO sta lavorando al programma scientifico in collaborazione con la Smart Buildings Alliance – Italia, l’associazione SBA che mira a organizzare la promozione del settore degli edifici intelligenti all’interno della Città Digitale, associando tutti gli stakeholder, combinando la trasformazione digitale e la trasformazione energetica a beneficio dell’utente. Una partnership che consentirà di Ufficio stampa Fiera Milano

SMART BUILDING EXPO, dal 22 al 24 novembre 2021, infatti, non solo conferma la contemporaneità con SICUREZZA, la biennale internazionale di security&fire, ma, per la prima volta, si svolgerà negli stessi giorni di MADE expo (che aprirà il 22 novembre, ma si svolgerà sui tradizionali quattro giorni, fino al 25 novembre). Nell’ambito della stessa visita gli operatori potranno trovare un’offerta ancora più completa, che andrà dai materiali, serramenti e involucri fino all’impiantistica, alla building automation, agli automatismi e ai sistemi domotici e di sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui