In “Guardiani della Galassia: Volume 3” dei Marvel Studios, vediamo una nuova situazione per i protagonisti, i quali cercano di rimediare ai danni causati da Thanos e rendere Ovunque un luogo sicuro per i profughi. Tuttavia, la pace è di breve durata quando il passato turbolento di Rocket rischia di distruggere il gruppo. Peter Quill, ancora traumatizzato dalla perdita di Gamora, deve riuscire a riallacciare i rapporti con la sua squadra e intraprendere una missione per salvare la vita di Rocket, senza la quale i Guardiani potrebbero scomparire per sempre.

Data di uscita: 3 maggio 2023

Diretto da James Gunn
Scritto da James Gunn
Prodotto da Kevin Feige
Cast Chris Pratt, Zoë Saldaña, Dave Bautista, Karen Gillan, Pom Klementieff, Vin Diesel, Bradley Cooper, Sean Gunn, Chukwudi Iwuji, Will Poulter, Maria Bakalova

I Guardiani della Galassia Vol 1 e 2

I film “Guardiani della galassia” sono stati uno dei più grandi successi del Marvel Cinematic Universe (MCU) negli ultimi anni, e il motivo è chiaro: questi film sono un mix perfetto di azione, avventura, humor e personaggi incredibilmente affascinanti. In questa recensione, esploreremo i due film che compongono la serie, esaminando le loro trame, personaggi e valutando il loro impatto complessivo sul MCU.

Il primo film è stato rilasciato nel 2014 ed è stato diretto da James Gunn. Il film segue un gruppo eterogeneo di criminali spaziali che si uniscono per combattere una minaccia comune. Il protagonista, Peter Quill (Chris Pratt), è un fuorilegge che si fa chiamare Star-Lord, che viene coinvolto in una caccia all’artefatto mistico noto come la Sfera dell’Infinito. Insieme a un gruppo di disadattati tra cui la guerriera verde Gamora (Zoe Saldana), il guerriero muscoloso Drax il Distruttore (Dave Bautista), il procione geneticamente modificato Rocket (Bradley Cooper) e il suo compagno di squadra, l’albero parlante Groot (Vin Diesel), Peter cerca di impedire al malvagio Ronan l’Accusatore (Lee Pace) di usare la Sfera per distruggere l’universo.

Si tratta di un’avventura spettacolare, con un cast di personaggi affascinanti e una trama coinvolgente. L’umorismo è presente in abbondanza, ma non si tratta solo di una commedia; ci sono momenti di dramma e tensione che fanno sì che lo spettatore si senta coinvolto nella storia. La chimica tra i membri del cast è incredibile, con ogni personaggio che offre il proprio tocco unico alla storia. Chris Pratt è perfetto nel ruolo di Star-Lord, con la sua combinazione di umorismo sarcastico e coraggio che lo rendono un personaggio che è facile amare. Zoe Saldana è altrettanto efficace come Gamora, mentre Dave Bautista è sorprendentemente bravo come Drax, che offre molte delle battute più divertenti del film. Bradley Cooper e Vin Diesel forniscono le voci per Rocket e Groot rispettivamente, e anche se non compaiono fisicamente sullo schermo, sono essenziali per l’atmosfera del film.

La colonna sonora è un’altra componente essenziale del film. La scelta di brani degli anni ’70 e ’80 è perfetta per creare un’atmosfera nostalgica e leggera. La musica è utilizzata in modo creativo, con brani come “Hooked on a Feeling” e “Come and Get Your Love” che si adattano perfettamente alle scene di combattimento. La Sfera dell’Infinito, l’artefatto al centro della trama, è un’ottima aggiunta al MCU, poiché fornisce un collegamento importante tra “I Guardiani della Galassia” e il resto del franchise.

“Guardiani della Galassia Vol. 2” è stato rilasciato nel 2017 ed è stato sempre diretto da James Gunn. Il film segue i Guardiani mentre si avventurano nel cosmo in cerca del padre di Peter Quill, Ego (Kurt Russell). Lungo la strada, incontrano nuovi personaggi, tra cui Mantis (Pom Klementieff), una giovane empatia che aiuta Ego, e il pirata spaziale Yondu (Michael Rooker), che ha un passato con Peter. Nel frattempo, un gruppo di alieni noto come i Sovereign li insegue, dopo che Rocket ha rubato alcuni dei loro oggetti preziosi.

“Guardiani della Galassia Vol. 2” è un sequel divertente e appagante. Mentre il primo film si concentrava principalmente sullo sviluppo dei personaggi, il secondo va avanti in modo più ampio, esplorando il passato di Peter e la sua relazione con suo padre. La trama è un po’ più complessa rispetto al primo film, ma ancora una volta, il mix di azione, avventura e umorismo funziona molto bene. Inoltre, ci sono alcuni momenti emozionanti e toccanti che rendono il film ancora più memorabile.

Il cast di di “Guardiani della Galassia Vol. 2” è ancora una volta fantastico. Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Bradley Cooper e Vin Diesel riprendono i loro ruoli con grande successo, aggiungendo nuovi livelli di profondità ai loro personaggi. Kurt Russell è un’aggiunta eccellente al cast, portando un fascino malvagio al ruolo di Ego. Pom Klementieff è anche ottima come Mantis, fornendo un tocco di dolcezza alla squadra. Tuttavia, il personaggio che si distingue di più in questo film è Yondu, interpretato da Michael Rooker. Yondu è un personaggio complicato e Rooker lo interpreta con un mix perfetto di umorismo e pathos. La sua trama personale è una delle parti più memorabili del film.

La colonna sonora di “Guardiani della Galassia Vol. 2” è altrettanto buona del primo film. Anche se i brani non sono tutti degli anni ’70 e ’80, la musica si adatta ancora perfettamente all’atmosfera del film. Inoltre, c’è una scena musicale durante i titoli di coda che è così spettacolare che da sola vale il prezzo del biglietto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui