Un’esperienza unica nel suo genere. Un luogo magico, completamente scolpito nel ghiaccio, è rappresentato dai numerosi Ice Hotel, creati in diverse zone del mondo. Sono delle strutture temporanee, in quanto ogni anno si sciolgono, per poi essere ricostruiti con un design e stile nuovi. Il più famoso è l‘Icehotel in Svezia. Un luogo suggestivo dove poter ammirare la meravigliosa aurora boreale.

Icehotel in Svezia: gli interni e la realizzazione

Questo particolare albergo è stato ideato per la prima volta nel 1991 ed è davvero un’esperienza unica nel suo genere in quanto, ogni anno, è destinato a scomparire verso aprile, per poi essere ricreato nuovamente qualche mese dopo. In maniera del tutto nuova, con uno stile di design completamente diverso.

Ne esistono molti ora al mondo, ma il primissimo è stato l’Icehotel svedese, situato nel Comune di Kiruna, precisamente nel villaggio di Jukkasjärvi.

La struttura di ghiaccio si compone di diverse aree, con 80 stanze per gli ospiti, elaborate ad hoc per le esigenze dei clienti e per offrire lo spettacolo dell’aurora boreale. Si suddivide in:

  • sala d’ingresso
  • camere ‘classiche’
  • Suite
  • Stanze panoramiche, con vista a 360° sul panorama esterno.
  • Ice bar, denominato Absolut Icebar
  • Sala da cerimonia
  • Cinema
  • Cappella.

Le camere di pernottamento scolpite nel ghiaccio vengono mantenute ad un a temperatura fino a -5 ° C. Perciò, è necessario dormire con pellicce e sacchi a pelo. Per questa 32esima edizione dell’Icehotel, sono disponibili anche stanze riscaldate, ovviamente non di ghiaccio.

Vivere un’avventura di questo genere è possibile solo fra dicembre e aprile, periodo in cui le temperature permettono la solidità del ghiaccio.

Le nuove stanze di ghiaccio create per il 2022 da oltre 20 artisti internazionali

Per questa edizione 2022 dell’Icehotel svedese, sono stati scelti 27 artisti provenienti da tutto il mondo, i quali hanno realizzato 12 suite nuove e a tema, nell’arco di circa sei settimane. Inoltre, è stata creata la versione Icehotel 365, per poter soggiornare tutto l’anno, in stanze non di ghiaccio e dotate di riscaldamento.

Fra i numerosi scultori internazionali, vi è anche un solo italiano, il torinese Maurizio Perron.

Le novità delle suite riguardano la scelta di camere a tema e particolari; così, fino ad aprile 2022, si potrà soggiornare in vere opere d’arte di ghiaccio. Fra le più iconiche ed innovative si trovano:

  • Dickensian Street, d’ispirazione britannica, creata da Jonathan e Marnie Green – padre e figlia. Per vivere un viaggio nel tempo del passato, fra le strade inglesi di una Londra dickensiana;
  • Great Gatsby – il Grande Gatsby, dell’omonimo romanzo, in una splendida suite realizzata ad esagono e con gli interni totalmente in stile Art Deco, realizzata dai polacchi Tomasz Czajkowski – designer- e dall’architetto Tomasz Jastrzebski;
  • No Pressure, la suite che ospita una scultura di ghiaccio raffigurante la Terra stretta in una pressa meccanica. Gli ideatori sono gli svedesi Carl Wellander e Klara Wellander;
  • To Bed with the Chickens, il detto “andare a aletto con le galline” è l’idea che arriva dai Paesi Bassi con Edith Van de Wetering e Wilfred Stijger. Interni che ricordano una fattoria, con sculture di polli e ruote che adornano la stanza;
  • La Sala da Cerimonia intima, con un nuovo design, opera delle mani dell’artista Marjolein Vonk e dello scultore italiano Maurizio Perron. Hanno collaborato già da diversi anni per le realizzazioni degli interni di ghiaccio, assieme al supporto del Direttore Creativo dell’Hotel, Luca Roncoroni.

Altre destinazioni con alberghi di ghiaccio nel mondo

Dopo poco più di una decina d’anni dal primo Ice Hotel creato in Svezia, ne sono sorti altri, in diversi luoghi del mondo: in Lapponia, Canada, Romania, Norvegia e così via. Tra cui:

  • L’Hôtel de Glace, 2001, in Quebec, Canada. Attivo da gennaio a marzo con 85 camere arredate. Include una sauna e vasca idromassaggio all’aperto. È stato il primo Ice Hotel in Nord America;
  • Lo SnowCastle di Kemi in Finlandia, è il più grande albergo di neve del mondo;
  • Alpha Resort Tomamu, dell’isola giapponese di Hokkaido, nel villaggio Shimukappu;
  • Ice Lodge, del Bjorligard Hotel. Situato in Norvegia, è il suo più grande hotel di ghiaccio.

Icehotel in Svezia, è stato nominato il principale hotel per il ghiaccio al mondo e vincitore dei World Travel Awards 2020.

PIACIUTO L’ARTICOLO?  

Il modo migliore per farcelo sapere è mettendo un “Like” o un “segui” sui social che preferite

Facebook: @Interiorissimi
Instagram: @interiorissimi
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/77026584
Twitter: https://twitter.com/impresa_web

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui