Dal 21 al 24 settembre, Piacenza ospita la prima edizione del Festival del Pensare Contemporaneo, con oltre 100 personalità nazionali e internazionali, tra cui Christian Greco, Miguel Benasayag, Sabina Guzzanti, Roberto Saviano e molti altri. Il festival, organizzato da Alessandro Fusacchia e diretto filosoficamente da Andrea Colamedici, affronterà argomenti come l’intelligenza artificiale, le sfide ambientali e la fisica nella musica, tra gli altri.

Questo evento è una progressione del precedente Festival del Diritto e avrà luogo in vari luoghi iconici di Piacenza, tra cui Palazzo Farnese e il Teatro Gioia. Il fine è offrire una piattaforma per la riflessione e l’innovazione, accogliendo persone di diverse età e background.

Katia Tarasconi, sindaca di Piacenza, sottolinea che l’evento non solo presenta temi moderni ma invita anche al dialogo e alla partecipazione attiva, concentrandosi sull’inclusione educativa.

Andrea Corsini, Assessore Regionale al Turismo, elogia l’evento e spera che riesca a catturare l’attenzione come il Festival del Diritto. Loda anche Piacenza per l’invito a personaggi di alto profilo per discutere di temi rilevanti e sottolinea l’opportunità di esplorare la bellezza di Piacenza.

Mauro Felicori, Assessore Regionale a Cultura e Paesaggio, apprezza la collaborazione e l’unità dietro l’evento, notando come Piacenza abbia recentemente guadagnato riconoscimento come “città culturale dell’anno”. Egli sottolinea che il festival ha il potenziale di attirare l’attenzione sia a livello locale che nazionale. Elogia inoltre la posizione strategica di Piacenza tra Bologna e Milano e spera che ciò possa essere un vantaggio.

In sintesi, il Festival del Pensare Contemporaneo a Piacenza promette di essere un evento significativo, unendo la comunità e portando riflessioni profonde su temi di attualità.

Durante l’evento, 180 alunni provenienti da 30 gruppi scolastici sia locali che nazionali parteciperanno a sessioni di lavoro presso Palazzo Farnese. Per tre giorni, si dedicheranno intensamente alla discussione e all’approfondimento di temi cruciali dei tempi moderni. L’iniziativa del Festival del Pensare Contemporaneo è una collaborazione tra il Comune di Piacenza, la Fondazione di Piacenza e Vigevano e l’intera Rete Cultura Piacenza. Contribuiscono all’evento anche la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Piacenza, la Camera di Commercio dell’Emilia e la Diocesi di Piacenza-Bobbio.v

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui