“È molto difficile prevedere, specialmente il futuro” – Niels Bohr

Anche se è sempre molto difficile prevedere il futuro, sono molti gli esperti che si arrovellano che capire le scelte da fare per anticipare  il mondo tra cinque, dieci o vent’anni. Come previsto, la tecnologia è destinata a svolgere un ruolo enorme nel futuro dell’interior design. Ma quali tecnologie? E come potremmo usarle? Per chiunque lavori, voglia lavorare o sia interessato a uno dei settori più creativi ed eccitanti, ecco cosa ha in serbo con molta probabilità il futuro per l’interior design.

1. Case intelligenti o Smart Home

Le case intelligenti sono già ovunque. Non passa giorno senza che uno dei giganti della tecnologia rilasci un nuovo gadget progettato per rendere le nostre case più connesse. Google Home e Amazon Alexa sono già in circolazione da anni ormai: un centro di controllo smarthome che funge da assistente personale, sveglia e altoparlante riuniti in uno. Parla con il tuo dispositivo e ti accenderà il riscaldamento, spegnerà la televisione o ti ricorderà degli appuntamenti imminenti.

Nel prossimo futuro, gli esperti prevedono che le smarthome andranno molto oltre i semplici dispositivi standalone. Gli interni intelligenti saranno integrati nella struttura stessa delle nostre case. Ad esempio, l’azienda di design italiana Tipic sta sperimentando integrazioni intelligenti della cucina con il suo rivoluzionario piano di lavoro della cucina Tulèr. Costruito da una lastra di composito di quarzo, il piano di lavoro intelligente include un lavandino che appare quando si agita la mano su un sensore, ma anche una bilancia integrata e un sensore di ricarica per il tuo smartphone.

Non è solo in cucina che gli interni intelligenti iniziano ad avere un impatto. Immaginiamo una doccia a comando vocale o un pulsante che cambia la prospettiva dalla finestra della tua camera da letto: le possibilità sono davvero infinite! Le case intelligenti hanno fatto molta strada negli ultimi anni e non c’è dubbio che continueremo a vedere i nostri interni diventare sempre più intelligenti.

2. Tini Houses o mini case 

Il movimento Tiny House è uno dei fenomeni più sorprendenti destinato a ribaltare il modo in cui pensiamo agli interni. In parole povere, è il movimento per cui gli individui stanno attivamente ridimensionando i loro spazi abitativi, in genere a meno di 400 piedi quadrati. Il movimento Tiny House ha attanagliato l’America, ed è in parte in risposta all’aumento dei prezzi delle case, ma anche grazie a una maggiore consapevolezza ambientale e alla volontà di ridurre la nostra impronta di carbonio. I sostenitori del movimento sono maestri nel vivere in spazi abitativi ben pianificati e incredibilmente efficienti. Sostengono che il ridimensionamento a tal punto ti costringe ad apprezzare le esperienze rispetto ai beni, semplificando la tua vita e le tue abitudini di spesa.

Mini Case: che cos’è il Tiny-house movement

“Man mano che il movimento Tiny House continua a crescere – spiega la docente di Interior e color Design Gabriella Cevrero – crescerà anche l’esigenza di interni ben progettati e sapientemente progettati”. In una casetta tutto deve avere un suo uso o, meglio ancora, tutto dovrebbe avere molti usi. Scale che fungono anche da contenitori o tavoli da cucina che formano un porta TV. Quando lo spazio è limitato non puoi permetterti di essere uno spreco. Con il costo della vita ancora alle stelle, le case minuscole potrebbero diventare la norma in un futuro non troppo lontano.

Per approfondire: Microhome: un concorso per immaginare un modulo abitativo di 25 mq

3. Design sostenibile

Il design sostenibile è diventato una parola d’ordine in una vasta gamma di settori. Dal paesaggio alla bellezza, il futuro dell’eco-friendly sembra luminoso. Per interni dove aveva connotazioni shabby chic; oggi il design eco-friendly è tutto di tendenza. Questa tendenza sembra destinata a crescere se consideriamo il futuro dell’interior design. L’upcycling di mobili, l’acquisto di materiali locali e la ricerca attiva di materiali efficienti dal punto di vista energetico stanno diventando sempre più comuni, afferma l’interior designer Georgia Gibson. 

Per approfondire: Design Sostenibile su Interiorissimi 


4. Space Interior Design – Design Spaziale 

“Le opportunità sono molto vicine” – spiega Antonio Lo Campo, giornalista scientifico de La Stampa di Torino,  con noi in redazione – “anzi, sono ormai quasi una realtà concreta. Il futuro nello spazio, a parte i brevi voli turistici che già sono una realtà, sarà sempre più caratterizzato dalle lunghe permanenze, per le stazioni spaziali del domani, e le basi sulla Luna.  Per poi arrivare, in seguito, alle colonie su Marte. Ecco perché l’Interior Design è, e sarà sempre più importante anche per il settore spaziale.  È impensabile non arredare, o realizzare gli interni di una base sulla Luna per astronauti e scienziati che vi dovranno restare per settimane e mesi, senza un sopporto psicologico così importante. Si tratterà di arredamenti interni sempre più confortevoli e sempre più simil-terrestri, anche se naturalmente adattati alla particolare struttura posta nello spazio cosmico, oppure sulla superficie di un corpo celeste. Non vedremo più solo laboratori carichi di strumenti, armadietti e contenitori, e numerosi fasci di cavi, ma veri e propri habitat su cui vivere e lavorare in condizioni, se non proprio terrestri, assai simili”.

Per approfondire: “Lo spazio abilitatore di nuove figure professionali: l’Interior Designer spaziale


5. Yacht Interior Design e Yacht Staging 

In Italia ci sono circa 500.000 barche; di queste, 103.584 sono immatricolate (si suppone pertanto che siano nella stragrande maggioranza superiori a 10 metri), mentre delle rimanenti 400.000 circa, 350.000 sono a motore ed il resto a vela.

“Come per le abitazioni – spiega Isabella Adduci, Interior Yacht Designer –  le imbarcazioni hanno bisogno di manutenzione (molta manutenzione) e di designer che ne curino gli interni per rinnovarle e renderle sempre appetibili sul mercato”. Nasce così una figura nuova: lo Yacht Stager, un Interior Designer specializzato in interni di imbarcazioni che esegua un restyling degli arredi e delle finiture che ha una professionalità analoga a chi fa nel caso delle abitazioni il lavoro di Home Staging, ma con competenze legate alle problematiche delle barche a vela o yacht a motore. 

Per approfondire: Corso di Interior Yacht Design / yacht-staging

 

6. Realtà Virtuale 

La realtà virtuale (VR) è stata la parola sulla bocca di tutti in questi ultimi anni. Dal glorificare il metaverso all’aiutare con l’assistenza sanitaria, la realtà virtuale sarà al centro della scena in molti settori nei prossimi anni. Gli esperti di interni sono particolarmente entusiasti dei suoi usi all’interno della loro professione. Immagina un designer che accompagna il suo cliente in una stanza che ha creato o spiega una struttura architettonica standogli accanto. Immagina di provare centinaia di design di carta da parati, mobili o tipi di pavimenti con un semplice clic. Non sorprende che l’industria dell’interior design accolga la realtà virtuale come l’inizio di un nuovo futuro tecnologico.

Per approfondire: A Roma il primo Festival italiano dedicato alla Realtà virtuale: VRE – Virtual Reality Experience

Usa il Metaverso con il tuo stesso smartphone cliccando qui: viz4d.com/project 

 

 

 

SIETE INTERESSATI AGLI ARGOMENTI DI INTERIORISSIMI? 

Interiorissimi è una rivista gratuita rivolta al mondo del design e dell’Interior Design. Il miglior aiuto è mettere un Like o un “segui” sui nostri social”: 

Facebook: @Interiorissimi
Instagram: @interiorissimi
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/77026584
Twitter: https://twitter.com/impresa_web

Se desiderate pubblicare su Interiorissimi, scrivete a info@interiorissimi.it 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui