Si parla molto di Generazione Digitale, ma cos’è? Il direttore di Interiorissimi su questi e altri temi in diretta TV durante il programma in onda su Rete 7 e su canali satellitari (825 SKY e 420 di TivùSAT) venerdì 26 novembre dalle ore 15

Durante la trasmissione di Rete 7 un dialogo tra Federico Morra e Claudio Pasqua che dibatteranno su “come il digitale abbia seriamente cambiato il modo di lavorare”, in particolare nei settori vicini ai lettori di Interiorissimi ovvero la progettazione architettonica, il design ma anche il giornalismo digitale.

Se la prima parte della trasmissione approfondisce il concetto come le reti digitali favoriscano le opportunità di lavoro e di business, la trasmissione ‘Generazione Digitale’, andata in onda venerdì 26 novembre, verte su consigli più pratici, incentrati sull’avviamento dell’attività professionale su web e su come aumentare la propria reputazione on-line, mirando ad allargare il proprio giro d’affari e ad estendere la propria clientela.

5 errori da non fare quando si comunica la propria attività di impresa su web 

Innanzitutto, svisceriamo gli errori più comuni che si possono commettere quando lanciamo la nostra attività imprenditoriale sul web. Andremo a toccare 5 punti focali:

  1. Utilizzare solo la creatività: è sicuramente importante essere originali e distinguersi dalla massa, certo; ma è anche vero che, sul lungo periodo, non è una metodologia fruttuosa ed efficace. Per far sì che la nostra impresa duri e venga apprezzata per i suoi contenuti e per il suo modo di interagire, è necessario basarsi su di una solida metodologia e rigore. Il che, tradotto, significa avere una strategia di comunicazione.
  2. Non definirsi: è necessario distinguersi dall’oceano di prodotti e servizi offerti, soprattutto nel web. E, per farlo, si deve creare il proprio Brand. Dà valore a voi stessi e alla vostra impresa. Un cavallo di battaglia che vi permette di brillare e di crearvi una certa affiliazione oltre che connessione ad un determinato prodotto/servizio.
  3. Promuoversi solo attraverso i banner pubblicitari: insieme ai pop-up e ai video che compaiono mentre l’utente sta navigando su altre pagine, è la cosa più fastidiosa. Bombardare il web con la vostra pubblicità, peraltro noiosa, non è la maniera più idonea per farsi apprezzare, comunicare ed attirare i clienti.
  4. Arrivare a tutte le persone: sbagliato. È importante scegliere il proprio bacino di destinatari. Ancor meglio se di nicchia e ricercato. Ergo, è necessario individuare e studiare il target al quale ci rivolgeremo, ovvero il buyer. 
  5. Fermarsi alla promozione sui social media e al riscontro dei follower: adagiarsi solo sui canali social, non porta più di tanto ad una crescita. Sono necessari i collegamenti e le collaborazioni con altri professionisti o colleghi del settore, i quali aiutano a creare interazioni e ad allargare la propria notorietà. Per esempio, lavorare con influencer o aziende affini alla propria attività, ma anche affidarsi ad un ufficio stampa, elargendo dei comunicati che spingano la propria impresa sulle differenti testate on-line.

Il mondo del lavoro è cambiato con il digitale

Reputazione on-line: cos’è e perché è così importante oggi?

Una volta, per affidarci ad una certa azienda, si usava il passaparola fra persone, le quali indicavano i prodotti/servizi di una certa impresa come buoni o meno e la serietà dell’impresa stessa.

Ecco, ad oggi, è lo stesso sul web; con la differenza che avviene in maniera scritta e attraverso quelle che chiamiamo “recensioni”.

Quando riceviamo dei commenti negativi, che rimangono sotto i nostri post o tra le recensioni della nostra attività, queste non si possono cancellare e quindi, tutte le altre persone che le andranno a leggere, sapranno dell’insoddisfazione di un cliente ed il perché. 

Questo, ovviamente, va ad incidere sul proprio lavoro e sulla reputazione aziendale. Se abbiamo una buona reputazione on-line, questa andrà ad impattare positivamente sulle decisioni di acquisto del cliente finale; viceversa, se collezioniamo una sfilza di recensioni negative, le quali portano ad una bad reputation sul web.

Ma non solo per quanto riguarda l’offerta ai clienti. La reputazione on-line è molto utile anche a livello lavorativo. Chi cerca un impiego, attraverso i commenti ed i feedback lasciati all’azienda di riferimento, si fa già un’idea della serietà e della professionalità della stessa, permettendo di includerla o meno fra i posti vacanti interessati.

Al contrario, i selezionatori di un’impresa, si baseranno molto di più sulla reputazione nel web che dal vostro curriculum vitae. Si effettua il Googling alla ricerca di informazioni “vere” sulla vostra vita. Perciò, le cattive recensioni appariranno anche ai recruiter, abbassando le possibilità di selezione per una determinata posizione. Tutto questo si traduce sempre in una sola parola: comunicazione. E, ad oggi, i mezzi principali sono proprio la rete ed i social media.

5 cose da fare subito per aumentare la propria reputazione in rete e trovare più clienti 

A differenza degli errori da evitare per crescere con la propria attività sul web, ci sono, invece, almeno 5 cose che bisogna assolutamente fare per avviare la propria professione on-line e fra queste:

  • aprire un sito web (o un blog): avere una propria piattaforma è un punto di riferimento e indice di professionalità del proprio lavoro, dove pubblicare contenuti e riferimenti per i clienti;
  • attivare Google My Business: ottima vetrina professionale, la quale permette un impatto visuale ed una posizione preferita nel motore di ricerca. Si viene trovati più facilmente;
  • utilizzo dei social media: Instagram, Facebook, LinkedIn, Houzz, Archilovers e simili (quest’ultimi per la professione di architetti e interior designer), importanti per ampliare la propria rete di contatti e possibili collaborazioni oltre che una maggiore distribuzione e come collegamento al proprio sito web;
  • attività di ufficio stampa: importante farsi pubblicità e farsi conoscere, attraverso articoli, interviste e comunicati stampa sulle diverse testate giornalistiche.

Da dove partire per avviare la propria attività imprenditoriale on-line?

Fondamentali alcuni punti di partenza, come riferimento, per poter iniziare il proprio ruolo di impresa e poter crescere sul web:

  • Idea di business: alla base di un’attività di successo deve esserci un’idea di business originale ed innovativa, ma soprattutto in grado di rispondere ad una reale esigenza del mercato.
  • Indagini di mercato: studiare il settore di riferimento, il mercato locale, la concorrenza diretta ed indiretta, la domanda e le necessità dei potenziali clienti sarà la base su cui costruire un’attività imprenditoriale vincente e realmente redditizia.
  • Network team e fare rete: creare un team di in grado di collaborare e portare valore al nuovo business sarà fondamentale. A questo scopo ne andrà curata la formazione, il training ed il team building. Anche quando si lavora da soli, tuttavia, sarà importante creare un network di conoscenze e collaborazioni in grado di apportare benefici alla nuova attività.
  • Costi, capitale e finanziamenti: trovare eventuali finanziamenti non è difficile se si ha una idea vincente: dai business angel agli incubatori di impresa.
  • Brand reputation: creare un brand forte e curare l’immagine e la reputazione dell’attività di impresa è oggi indispensabile per ogni attività imprenditoriale che voglia acquisire e fidelizzare la clientela. Per raggiungere lo scopo sono fondamentali la comunicazione e le iniziative sia online che offline.
  • Rapporto con i clienti: un confronto costante con i propri clienti permetterà di ottenere i feedback necessari al costante miglioramento del business, dei prodotti e dei servizi offerti, nonché delle strategie di vendita e comunicazione.
  • Strategie di vendita e marketing: per aprire un’attività di successo è necessario delineare delle strategie di prezzo, vendita e comunicazione efficaci, in linea con il mercato e con il proprio target di riferimento.

Questo e molto altro è stato approfondito durante la diretta TV, dal Docente e Giornalista Claudio Pasqua, venerdì 26 novembre con ‘Generazione Digitale’, su rete 7 e in replica su Interiorissimi e YouTube.

Federica Felice 

Se avete domande o richieste potete scrivere a info@interiorissimi.it

Interiorissimi va in TV con “Generazione Digitale”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui