Il settore dell’ecodesign e dell’economia circolare continuano a crescere, ma alcuni principi fondamentali rimangono costanti. L’amore per il design, la cura per i particolari e l’ambizione di ideare soluzioni all’avanguardia e sostenibili. 

Con Antenna 1 La Radio, media partner di Expocasa, abbiamo intervistato alcuni tra i protagonisti di maggior spicco di questa edizione.

reland

Tra i protagonisti in fiera, Marco Mangione, fondatore di Reland, una realtà che ha tra gli obiettivi:

  • Essere un modello di sviluppo di ecosistemi territorialibasati sull’economia circolare.
  • Essere un metodo di progettazione e creazione di progetti ad alto impatto ambientale, sociale ed economico.
  • Essere un punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile grazie al concept di Parco sperimentale progettato per le persone e per il Pianeta.

Intervista su Antenna 1 La Radio a Marco Mangione fondatore di Reland  (www.reland.one)

Il Reuse Game è un format di edutainment della durata di 1 ora. I partecipanti vengono coinvolti in riflessioni sulle conseguenze dell’economia lineare mentre colorano e assemblano un esempio di oggetto nato dall’ecosistema Reland®.

I momenti PENSA, COLORA, ASSEMBLA sono scanditi da countdown, animazione e coinvolgimento del pubblico.

Lo scopo è sensibilizzare i più piccoli e le famiglie sul tema della produzione e del consumo responsabile con riferimenti all’economia circolare e al più ampio tema della sostenibilità ambientale.

Ecodesign: perché è importante?

L’ecodesign, o progettazione ecologica, si riferisce all’integrazione di considerazioni ambientali nel processo di progettazione e sviluppo di prodotti. Questo approccio non solo mira a ridurre l’impatto ambientale dei prodotti durante il loro ciclo di vita, ma anche a migliorare la loro efficienza e sostenibilità.

Ecco perché l’ecodesign è così importante:

  • Risorse Limitate: Viviamo su un pianeta con risorse limitate. L’ecodesign mira a utilizzare queste risorse in modo più efficiente, minimizzando lo spreco e massimizzando la durata dei prodotti.
  • Cambiamenti Climatici: L’ecodesign può contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra, affrontando uno dei problemi più urgenti del nostro tempo. Un prodotto ecologicamente progettato può richiedere meno energia nella sua produzione, uso e smaltimento.
  • Riduzione dell’Inquinamento: Oltre ai gas serra, la produzione di beni può portare ad altri tipi di inquinamento. L’ecodesign può contribuire a minimizzare o eliminare questi inquinanti.
  • Economia Circolare: L’ecodesign è fondamentale per la transizione verso un’economia circolare, dove i prodotti sono progettati per essere riutilizzati, riparati e riciclati, riducendo la necessità di risorse fresche e minimizzando i rifiuti.
  • Risparmio Economico: A lungo termine, la progettazione di prodotti più efficienti e durevoli può portare a risparmi economici per i produttori, i consumatori e la società nel suo complesso.
  • Vantaggio Competitivo: Nel mercato moderno, sempre più consumatori sono consapevoli delle questioni ambientali e cercano prodotti sostenibili. Le aziende che adottano l’ecodesign possono distinguersi dalla concorrenza.
  • Legislazione e Normative: In molte regioni del mondo, le normative stanno diventando più rigorose in termini di responsabilità ambientale. L’ecodesign aiuta le aziende a conformarsi a queste normative.
  • Responsabilità Sociale: Le aziende che adottano l’ecodesign dimostrano un impegno nei confronti della sostenibilità e della responsabilità sociale, guadagnandosi la fiducia e la lealtà dei clienti e degli stakeholder.

L’ecodesign è essenziale perché ci permette di affrontare alcune delle sfide ambientali più critiche del nostro tempo, garantendo al contempo uno sviluppo sostenibile e la prosperità a lungo termine. Integrare l’ecodesign nelle pratiche standard di progettazione è un passo fondamentale verso un futuro più verde e sostenibile. Per approfondire vai all’articolo sul sito Reland.

Expocasa: all’Oval Lingotto Antenna 1 La Radio intervista i protagonisti

Articolo precedenteScienza, ultima frontiera 2023 – A Brugherio sei venerdì di divulgazione scientifica  
Articolo successivoQuanti litri sono un gallone di benzina o gasolio
Giornalista scientifico. Dopo gli studi al Politecnico di Torino, laurea in ingegneria, e un Master in Scienze della Comunicazione svolge le sue prime docenze presso la Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Nel 1998, sotto la supervisione del direttore del laboratorio modelli reali e virtuali, realizza l’opera multimediale vincitrice del Premio Compasso d’Oro Menzione d’Onore. Ha collaborato e diretto da oltre 20 anni decine di testate giornalistiche. Ha pubblicato due libri sulla comunicazione digitale di impresa ed è stato relatore di tesi al Matec – Master in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione (Torino) e all’estero (Miami, USA). Attualmente insegna comunicazione digitale e nuovi media, giornalismo scientifico e materie legate alla progettazione architettonica e alla bioarchitettura. Contatti Email: info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui