Secondo un recente report di Bloomberg, è stata rivelata la possibile data di uscita e di presentazione dell’iPhone 15. L’articolo riporta che l’iPhone 15 potrebbe essere presentato il 12 o il 13 settembre, mentre la data di uscita è prevista per il 22 settembre.

L’autore del report, Mark Gurman, ha discusso delle sfide che Apple sta affrontando a causa della crisi del mercato statunitense che si protrae da due trimestri. Questa situazione complica ulteriormente il lancio del nuovo iPhone, poiché dovrà convincere gli utenti dell’importanza delle nuove caratteristiche introdotte. Questa volta, le novità riguarderanno vari aspetti del dispositivo, tra cui il display, lo chassis, la fotocamera e il processore.

La casa di Cupertino ha affrontato recentemente il calo delle vendite, con una diminuzione del 2,4% delle vendite di iPhone. Questo è in parte attribuito al fatto che gli utenti americani stanno spendendo meno rispetto al passato. Nonostante ciò, l’uscita dell’iPhone 15 a settembre potrebbe contribuire ai risultati finanziari del quarto trimestre dell’azienda, con l’obiettivo di vedere come si svilupperanno le vendite durante il periodo natalizio, che tradizionalmente è il periodo di maggiore intensità per le vendite.

In sintesi, secondo il report di Bloomberg, l’iPhone 15 potrebbe essere presentato tra il 12 e il 13 settembre, con una data di uscita prevista per il 22 settembre. Apple sta affrontando sfide legate alla crisi del mercato statunitense e spera che il nuovo iPhone possa contribuire ai risultati finanziari del quarto trimestre e del periodo natalizio.

Nuovo iPhone 15: versioni Plus, Pro e Ultra

Anche quest’anno, Apple presenterà quattro modelli di iPhone anziché uno singolo, come indicato dalle ultime indiscrezioni. Secondo le fonti, i nomi potrebbero essere iPhone 15, iPhone 15 Plus, iPhone 15 Pro e iPhone 15 Ultra (oppure iPhone 15 Pro Max).

C’è una certa incertezza riguardo al nome del modello di dimensioni maggiori e con costi più elevati, il quale potrebbe adottare il suffisso “Ultra” anziché “Pro Max”, secondo le voci.

Nonostante questa incertezza, la divisione tra modelli base e pro degli anni precedenti rimane invariata: saranno presenti due modelli di base con specifiche tecniche meno avanzate e due modelli “pro” con caratteristiche hardware superiori. Tuttavia, ci si attende che quest’anno vi saranno maggiori differenze tra i vari dispositivi.

Ecco una panoramica dei vari modelli:

1. iPhone 15: Dotato di un display OLED da 6,1″ con Dynamic Island, un processore chip A16 e due fotocamere.
2. iPhone 15 Plus: Presenta un display OLED da 6,7″ con Dynamic Island, chip A16 e due fotocamere.
3. iPhone 15 Pro: Dispone di un display OLED da 6,1″ con Dynamic Island, funzionalità ProMotion e Always On, un processore chip A17, e tre fotocamere, tra cui un sensore LiDAR.
4. iPhone 15 Ultra: Caratterizzato da un display OLED da 6,7″ con Dynamic Island, funzionalità ProMotion e Always On, chip A17 e tre fotocamere (con l’inclusione di un obiettivo con zoom periscopico) insieme a un sensore LiDAR.

Riguardo alla denominazione tra iPhone 15 Ultra e iPhone 15 Pro Max, Mark Gurman, un rinomato esperto di Apple, aveva anticipato poco dopo la presentazione di iPhone 14 che nell’anno 2023 ci sarebbe stato un modello iPhone 15 Ultra, il quale avrebbe sostituito il Pro Max.

Questo cambio di nome sarebbe volto anche a distinguere il modello in modo più chiaro dalla variante Pro. A differenza del passato, in cui le uniche differenze tra le varianti Pro riguardavano le dimensioni del display e della batteria, l’iPhone 15 Ultra presenterà caratteristiche uniche non presenti nel modello Pro più piccolo, come ad esempio un zoom ottico periscopico con una capacità di zoom fino a 6x.

Un ulteriore supporto all’ipotesi del nome “Ultra” è fornito dal precedente utilizzo di questo suffisso da parte di Apple per il suo Apple Watch Ultra, che è stato commercializzato come l’orologio smart più resistente e potente.

Caratteristiche Tecniche e Design

In termini di specifiche tecniche e design, si delineerà una chiara separazione tra i modelli base (iPhone 15 e iPhone 15 Plus) e i modelli pro (iPhone 15 Pro e iPhone 15 Ultra). I primi due modelli, molto probabilmente, ospiteranno il chip Apple A16 Bionic insieme a 16 GB di RAM LPDDR5, che rappresenta la stessa configurazione impiegata nelle versioni Pro dell’anno precedente. Dall’altro lato, iPhone 15 Pro e Ultra saranno dotati di componenti hardware più avanzati.

Nel particolare, sia l’iPhone 15 Pro che l’iPhone 15 Ultra presenteranno il nuovo chip Apple A17, sviluppato attraverso un processo costruttivo a 3nm, e potrebbero disporre di un incremento di memoria RAM fino a 8 GB.

Una delle novità più significative riguarda l’eliminazione definitiva del notch dal display. In tutti i nuovi iPhone 15, verrà adottata la tecnologia della “Dynamic Island”, che rappresenta un foro oblungo nel display utilizzato per ospitare la fotocamera frontale e i sensori del Face ID. Quest’area si adatterà dinamicamente tramite software per visualizzare notifiche e altre interazioni sullo schermo, funzionando in modo simile a un pannello di notifiche adattivo.

Tuttavia, le novità non si fermano qui. I due modelli di punta, ossia l’iPhone 15 Pro e l’iPhone 15 Ultra, saranno dotati di pannelli LTPO per il display. Questi pannelli supporteranno la tecnologia ProMotion, che consentirà un refresh rate adattivo variabile da 1Hz a 120 Hz. Inoltre, entrambi i modelli avranno una modalità “Always On” per visualizzare informazioni essenziali sullo schermo anche quando è in standby.

Le dimensioni dei dispositivi dovrebbero rimanere invariate, con un display da 6,1 pollici per l’iPhone 15 e l’iPhone 15 Pro, e un display da 6,7 pollici per l’iPhone 15 Plus e l’iPhone 15 Ultra. Tuttavia, quest’ultimo potrebbe presentare cornici del display notevolmente più sottili, potenzialmente stabilendo un nuovo record mondiale in questo aspetto. Attualmente, il record delle cornici più sottili appartiene al Xiaomi 13 (1,81 mm), ma si vocifera che l’iPhone Ultra possa raggiungere un’incredibile sottigliezza di soli 1,55 mm.

Fotocamera

Anche in questo anno, i due modelli di base presenteranno due fotocamere, mentre i modelli Pro e Ultra (o Pro Max) disporranno di tre fotocamere, compreso un sensore LiDAR migliorato rispetto al passato.

Tuttavia, è stato confermato che i nuovi iPhone 15 e iPhone 15 Plus, i modelli di base, subiranno un notevole salto in avanti per quanto riguarda la fotocamera. La risoluzione passerà dai 12 megapixel attuali a ben 48 megapixel, in linea con l’attuale dotazione delle fotocamere degli iPhone 14 Pro. Questa informazione era stata inizialmente avanzata dall’analista Jeff Pu di Haitong International Securities ed è stata recentemente confermata anche dall’affidabile analista Ming-Chi Kuo.

Per quanto riguarda i nuovi iPhone 15 Pro e Ultra, vi è la possibilità che venga utilizzato un sensore Sony IMX903 da 1/1,14 pollici, rappresentando un significativo miglioramento rispetto al sensore da 1/1,28 pollici utilizzato nei modelli 14 Pro.

A parte queste informazioni, attualmente disponiamo di poche specifiche ulteriori. Tuttavia, da recenti disegni CAD dell’iPhone 15, sembra che nel modello Ultra le fotocamere siano leggermente più sporgenti rispetto ai modelli precedenti. Questo suggerisce un cambiamento a livello hardware, potenzialmente riferibile all’integrazione di uno zoom periscopico.

La presenza di uno zoom periscopico rappresenterebbe una novità assoluta per gli smartphone Apple. Questa tecnologia, che impiega una lente interna capace di movimenti per eseguire uno zoom variabile, è già stata adottata da altri produttori di smartphone Android. Tuttavia, sarebbe la prima volta che viene introdotta anche negli iPhone.

USB-C, Batteria e Ricarica

Gli iPhone 15 rappresenteranno una novità per Apple in quanto saranno i primi smartphone ad adottare il connettore USB-C al posto del tradizionale connettore Lightning. Questo cambiamento era da tempo atteso, soprattutto considerando che Apple aveva già abbracciato le porte USB-C sui MacBook e gli iPad, mentre aveva esitato a farlo per gli iPhone.

Tuttavia, la normativa dell’Unione Europea che richiede l’adozione dell’USB-C da parte di tutti i produttori ha accelerato il processo e ha costretto Apple ad adottare questo standard anche per gli iPhone 15.

Secondo l’analista Ming-Chi Kuo, noto per la sua affidabilità nelle previsioni riguardo ai prodotti Apple, l’azienda potrebbe adottare un’approccio differenziato per le porte USB-C, implementando connettori più veloci e performanti per iPhone 15 Pro e iPhone 15 Ultra. In particolare, solo questi modelli potrebbero presentare porte USB-C 3.2, che offrono una maggiore velocità di ricarica. Nel frattempo, iPhone 15 e iPhone 15 Plus potrebbero adottare porte USB-C 2.0, caratterizzate da una velocità inferiore.

Inoltre, circola una recente voce secondo la quale Apple introdurrà un nuovo programma denominato “Made for iPhone” per il nuovo connettore USB-C. Questo programma garantirebbe che solo gli accessori certificati possano supportare le massime velocità di trasferimento dati e ricarica offerte dall’USB-C.

Nel campo della ricarica, vi potrebbero essere sviluppi anche per la ricarica wireless. Attualmente, Apple consente la ricarica wireless a 15W solo attraverso i caricabatterie MagSafe certificati, mentre con caricabatterie wireless generici la velocità di ricarica si limita a 5W o 7,5W.

Con l’introduzione degli iPhone 15, sembra che questo limite possa essere superato. Ciò significherebbe che la massima velocità di ricarica wireless sarebbe accessibile anche attraverso accessori di terze parti.

Infine, per quanto riguarda la batteria, la famiglia di iPhone 15 dovrebbe presentare una maggiore capacità rispetto ai modelli della generazione precedente. Si parla di un aumento che potrebbe variare tra il 10% e il 18%.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui