Gas: la Spagna annuncia una riduzione dell’Iva dal 21 al 5% per tre mesi.  La Spagna, di fronte a un’inflazione superiore al 10% su base annua, abbasserà l’Iva sul gas dal 21% al 5% per tre mesi, da ottobre alla fine dell’anno. 
.

Il Governo Spagnolo ha deciso di intraprendere una riduzione dell’Iva sul gas dall’attuale 21% al 5% per far sì che i cittadini vedano ridotto l’importo da pagare in bolletta durante il prossimo inverno, che si presenta con grande “incertezza” economica. Lo ha annunciato il presidente del governo, Pedro Sánchez, che ha anticipato che questa misura sarà varata in ottobre e che sarà in vigore fino a dicembre, anche se si è aperto ad estendere un’idea che aveva già proposto ieri per ancora qualche mese lo stesso Partito Popolare.

.

“Il governo spagnolo proporrà una riduzione dell’IVA sul gas dal 21 al cinque percento”, ha lanciato Sánchez in un’intervista radiofonica a Cadena SER. In tal senso, ha sottolineato che tale azione “è in linea con la politica economica” dell’Esecutivo, che si basa su “sgravi fiscali selettivi a beneficio della classe media operaia” stimati fino all’80%. Sebbene non abbia cifre dettagliate su quanti soldi risparmieranno i contribuenti, ha assicurato che questo vuoto sarà riempito con tasse sulle banche e sulle società elettriche con le quali il governo tasserà i loro alti profitti.

Sulla stessa linea, Sánchez si è vantato del meccanismo dell’eccezione iberica del gas, che ha contenuto il prezzo del gas fino al 15% da quando è entrata in vigore. Sempre secondo i suoi calcoli, questo ha significato un “risparmio” di 1.300 milioni sul conto. Ha così contrapposto il suo modello a quello del Partito Popolare, con il quale è stato molto critico nel sottolineare che il suo programma “è lo stesso” di quello delle “grandi compagnie energetiche”. “Cosa è successo quando il governo ha aumentato le tasse o il meccanismo iberico? Che la sua posizione sia stata la stessa, non è un caso”, ha ribattuto.

In definitiva, si segnala che la riduzione dell’Iva sul gas al 5% è una proposta già lanciata dal PP. Senza andare oltre, ieri il suo portavoce al Senato, Javier Maroto, lo ha chiesto ancora. In questo senso, il politico basco ha assicurato che il presidente del suo partito, Alberto Núñez Feijóo, proporrà questa misura nel dibattito che si terrà martedì prossimo dal presidente e leader dell’opposizione al Senato. Maroto ha detto di fidarsi della politica di “barcolla e contraddizione” di Sánchez tanto che, come finalmente è successo, ha finito per accettare l’abbassamento dell’IVA sul gas, che in Spagna “è il più alto dei grandi paesi dell’Unione”. “Sánchez mantiene il gas al massimo che il nostro paese consente in quell’ossessione di raccogliere”, ha aggiunto.

Riguardo a detto dibattito con il suo avversario, Sánchez ha assicurato che devono “contrastare le posizioni, imparare e spiegare la posizione di ciascuno”. Così, è arrivato ad accusare il PP di essere “una docile opposizione con gli interessi che rappresenta”, proseguendo con la linea che ha iniziato a dispiegare dopo la debacle delle elezioni andaluse secondo cui le grandi corporazioni sono contro di lui. “Siamo un governo molto scomodo e fastidioso per una serie di poteri nascosti nel nostro paese che hanno interessi oscuri. Vogliono tornare a un vecchio ordine”, ha detto nella sua ultima intervista a Cadena SER qualche mese fa.

Come risparmiare energia elettrica e gas: 20 consigli pratici 

RIMANI AGGIORNATƏ SUI TEMI DEL RISPARMIO IN BOLLETTA

Interiorissimi è una rivista rivolta al mondo del design e dell’Interior Design. Rimani aggiornato con noi e aiutaci a offrire sempre nuovi contenuti mettendo “Like” o un commento sui nostri social”:

Facebook: @Interiorissimi
Instagram: @interiorissimi
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/77026584
Twitter: https://twitter.com/interiorissimi

DOMANDE?  

Se desiderate inviarci una richiesta o pubblicare su Interiorissimi, scrivete a info@interiorissimi.it 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui