Care ed amate borsette…amiche e compagne delle nostre avventure!

Che siano firmate, costose, handmade, iconiche o preloved ad ognuna diamo il corretto nome e soprattutto vestiamoci di loro nelle occasioni giuste.

La handbag o borsa a mano caratterizzata da manici non molto lunghi, capiente e dalle forme geometriche. Fanno parte di questo gruppo le shopping bag, le tote più grandi ed i classici bauletti. Qui se vogliamo seguire una regola è…indossarle generalmente di giorno meglio se sappiamo già di passare gran parte del tempo fuori casa! Potrebbero anche trasformarsi in mini valigie, se ben organizzate all’interno. Qui potete sbizzarrirvi con mille outfit casual e poco impegnativi.

Insomma per tutto il pomeriggio sarete impeccabili e se vi manca qualcosa…cercate nella borsa! Li di sicuro avrete organizzato metà della vostra casa!

Se siete delle instancabili stakanoviste sul lavoro, abbinate alla handbag la vostra preferita briefcase per accogliere pc, documenti e tutto li necessario per l’ufficio.

La shoulderbag o borsa a spalla caratterizzata da una simil cintura che permette di portarla crossbody. Anche loro molto capienti spesso accompagnate da manici rigidi. Anche in questo caso è preferibile usarla di giorno. La trovo perfetta per chi viaggia molto assicura di avere le mani libere ma…attenzione a scegliere quelle che si chiudono con zip…a prova di ladruncoli!

Poi arriva sempre la sera e se vi piacciono gli abiti eleganti ed i tacchi vertiginosi è d’obbligo la minaudière, arricchita di materiali preziosi, è rigida e accompagnata dalla parola d’ordine…solo per grandi occasioni!

Le clutch si possono utilizzare dall’aperitivo fino a tarda sera; alcune hanno una forma più grande, caratterizzate da materiali preziosi, la regola è apparire! La sua versione morbida e non strutturata è la pochette caratterizzata dalla chiusura ad incastro. Date sfogo alla vostra fantasia e cercate negli armadi delle nonne.

Chi ha fatto davvero la differenza nella storia delle borse è stata Coco Chanel…“Stanca di portare le mie borse a mano e di perderle, ci aggiunsi una striscia e le misi a tracolla.” A volte i piccoli dettagli cambiano la storia di un semplice ma prezioso oggetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *