Armonizzare estetica e funzionalità è alla base dell’arredamento di un bagno in stile inglese. Contrariamente alla percezione comune, questa tendenza non è solo un retaggio del passato, ma riesce a fondere assieme elementi vintage e contemporanei in una proposta unica e autentica. Tale abilità nel coniugare antico e moderno porta a scelte decorative coraggiose e inaspettate, perfettamente aderenti all’essenza del temperamento britannico.

Il bagno, in particolare, si trasforma quindi in uno spazio non solo funzionale, ma anche caratterizzato da dettagli estetici attentamente selezionati che deriva dalla lunga tradizione britannica nell’interior decoration, che sprigiona il calore e l’eleganza tipiche delle case inglesi in ogni angolo abitativo, bagno compreso. Pavimenti, piastrelle, rubinetteria, sanitari e vasche freestanding: ogni componente interviene nel plasmare la distintiva identità stilistica e funzionalità di questo ambiente.

Allo stesso tempo, lo stile inglese celebra l’individualità, incoraggiando la creatività e il rinnovo senza rinnegare le proprie radici, una dualità che unisce rispetto per la tradizione e desiderio di innovazione e che si manifesta, ad esempio, nella conservazione di arredi vintage accanto a decori moderni nelle case britanniche. Ciascuno di questi elementi conferisce un senso di raffinatezza all’ambiente del bagno, rendendolo veramente speciale.

Sanitari e vasca: una unione di passato e presente

L’unicità dello stile inglese nel bagno risiede nell’abilità di coniugare con eleganza elementi tradizionali e contemporanei. Quando si tratta di sanitari, lavabo e vasca, il passato può emerge con il design dei sanitari, le linee arrotondate e ricche delle vasche freestanding, che aggiungono un tocco di vintage all’ambiente. Questo tipo di vasca da bagno si può trovare facilmente all’interno del catalogo di Iperceramica.

D’altro canto, le interpretazioni contemporanee dello stile stanno optano per lineamenti più essenziali e minimalisti, una dualità che si riflette anche nella scelta della rubinetteria. Mentre la tradizione predilige l’uso di rubinetti doppi, nell’interior design contemporaneo trova più spazio il miscelatore, più raro nelle case classiche inglesi ma ideale per un bagno moderno e funzionale.

Indipendentemente dall’approccio scelto, ogni elemento del bagno contribuisce a definire lo stile complessivo, combinando praticità ed eleganza e rendendo tangibile l’ambiente tradizionale e moderno nella stessa misura.

Un tocco di classe: utilizzare parquet e piastrelle in stile inglese

Il progetto di un bagno in stile anglosassone tradizionale comporta tipicamente un’area separata per il wc, mentre il bidet è solitamente assente; tuttavia, la versatilità di questo stile permette di adattare facilmente l’impostazione a uno schema europeo più tradizionale che include quest’ultimo, fornendo allo stesso tempo un unico ambiente accogliente e funzionale.

Un tratto tipico del bagno in stile inglese è l’uso di parquet a listoni, una scelta di materiali che rispecchia la tradizione delle case britanniche. In molti casi, si può sostituire il parquet viene dal gres porcellanato effetto legno, che offre la stessa estetica calda, ma con una maggiore resistenza e facilità di pulizia.

Anche le piastrelle rappresentano un capitolo fondamentale di quest’approccio estetico, dato che il loro utilizzo consente di diversificare l’ambiente del bagno, introducendo tocchi di originalità sia in termini di forme che di toni. Piastrelle disegnate con una disposizione a patchwork possono donare un aspetto moderno e accattivante.

Decorazione delle pareti: riflessi di estetica britannica

L’espressione estetica del bagno in stile inglese non si limita alle sole infrastrutture. La decorazione delle pareti, infatti, costituisce un elemento essenziale nel definire lo stile e l’atmosfera dell’ambiente, rispecchiando la tradizionale predilezione britannica per rivestimenti decorativi e pitture murali.

Ovviamente, nel contesto di un bagno, la scelta del rivestimento deve tener conto della frequente esposizione all’umidità e all’acqua. Un classico percorso design inglese rivela l’impiego delle “metro tiles”, le piccole piastrelle rettangolari e diamantate che erano famose per rivestire le pareti della metropolitana di Londra. Queste piastrelle si dimostrano estremamente efficaci e di classe anche nelle pareti domestiche del bagno.

Per una scelta decorativa più audace e contemporanea si può considerare un rivestimento con piastrelle effetto carta da parati, grandi mattonelle che, applicate senza fughe, enfatizzano la continuità dell’ornamento, offrendo l’eleganza della carta da parati con la resistenza e l’impermeabilità delle piastrelle.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui