L’agenzia di rating ha promosso il Paese di due gradini, portando il giudizio da “Baa2” a “A3”. Questo è un segnale molto positivo per l’economia del Paese, poiché una valutazione di rating più alta può indicare una maggiore stabilità economica e finanziaria, nonché una migliore percezione del rischio da parte degli investitori internazionali.

Il 7 aprile 2011, durante la crisi europea degli spread, il Portogallo richiese assistenza all’Unione Europea e al Fondo Monetario Internazionale. Ora, più di un decennio dopo, Moody’s ha elevato il rating del Portogallo nel settore dei giudizi ‘A’, passando da “Baa2” a “A3” in un solo passo, equivalente a un salto da 6 a 8 in termini scolastici.

Le motivazioni di questa duplice promozione, come spiegate da Moody’s, includono una serie di riforme economiche e fiscali, la riduzione del debito nel settore privato e il rafforzamento del sistema bancario, che insieme hanno sostenuto la sostenibilità del debito a medio termine. Le prospettive a medio termine del Portogallo sono ulteriormente rafforzate da significativi investimenti pubblici e privati e da ulteriori riforme strutturali legate al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Moody’s prevede che l’impatto economico negativo dell’invecchiamento della popolazione verrà mitigato da fattori come l’immigrazione, una maggiore partecipazione al mercato del lavoro e una crescita della produttività.

Tuttavia, ci sono state anche preoccupazioni riguardanti i rischi politici. La pandemia ha interrotto temporaneamente il processo di riduzione del debito, ma una crescita robusta e bilanci equilibrati dovrebbero continuare a ridurre il debito. Tuttavia, recenti scandali di corruzione hanno portato alle dimissioni del primo ministro Antonio Costa e alla convocazione di elezioni anticipate, introducendo un elemento di incertezza. Nonostante ciò, le istituzioni portoghesi hanno dimostrato di essere in grado di gestire efficacemente queste sfide.

In aggiunta, Moody’s identifica i rischi climatici fisici come una potenziale fonte di rischi al ribasso che potrebbe influire negativamente sulla crescita e sui parametri fiscali del Portogallo più di quanto attualmente previsto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui