La divulgazione scientifica? È nata a Torino. Ce lo spiega il nostro direttore Claudio Pasqua

Venerdì 30 settembre torna a Torino UNIGHT – la Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori, il grande evento europeo dedicato alla ricerca scientifica e tecnologica. L’edizione 2022 è dedicata a Piero Angela che, attraverso la sua storia professionale ha dimostrato che scienza e ricerca possono diventare un patrimonio collettivo

Dove? Cortile del Rettorato (Via Verdi 8, Torino)  Diretta streaming su https://media.unito.it

Accredito giornalisti alle ore 17.00 presso l’Aula Blu del Palazzo del Rettorato (Via Verdi 8, Torino)

Il programma della notte della ricerca

Esecuzione dell’Aria sulla quarta corda di J. S. Bach a cura del Quartetto d’Archi del Conservatorio Statale di Musica “G. Verdi” di Torino (Andrea Scapola e Giulia Sesia, violini – Irene Dosio, viola – Andrea Castellani, violoncello Scuola di Musica di Insieme per Archi, Claudia Ravetto)

Saluti istituzionali:

  • Giulia Carluccio, Prorettrice dell’Università di Torino
  • Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino
  • Francesco Pennarola, Direttore del Conservatorio Statale di Musica “G. Verdi” di Torino
  • Chiara Foglietta, Assessora alla Transizione Ecologica e digitale, Politiche per l’ambiente e l’innovazione della Città di Torino

Gli Unfluencers leggono Piero Angela – Estratti da “Viaggi nella scienza” e “Il mio lungo viaggio”

Intervento di Piero Bianucci, giornalista scientifico

Performance del M° Emanuele Sartoris, in collaborazione del Jazz Club Torino

La Notte proseguirà poi con la Maratona della ricerca condotta dagli Unfluencers

Tutto il programma di UNIGHT – La Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori di Torino è disponibile al link https://bit.ly/UNIGHT22Torino

I festival della scienza e dell’innovazione del 2022

Perché la divulgazione scientifica è nata a Torino? 

“A Torino abbiamo un museo che è un fiore all’occhiello nella divulgazione scientifica – spiega Claudio Pasqua, divulgatore e giornalista scientifico da oltre 30 anni – ed è il Museo di Antropologia Criminale Cesare Lombroso”

“Abbiamo poi il più importante Museo Egizio d’Europa, il Museo Egizio, dove scienza e storia si uniscono per fornire un dettaglio unico della storiografia del nostro passato”

“Abbiamo una Università, l’Università di Torino, dove sullo stesso banco sedettero ben 3 Premi Nobel grazie ala Giuseppe Levi (Trieste, 1872 – Torino, 1965), biologo, è l’unico italiano maestro di tre premi Nobel: Salvatore Luria, Renato Dulbecco e Rita Levi- Montalcini. 

“A Torino è nata la lampadina. Si, la lampadina che usiamo ancora oggi è invenzione dell’imprenditore Alessandro Cruto ” 

“È nato l’mp3, quello con cui ascoltiamo musica, grazie al collega ingegnere Leonardo Chiariglione”

“Non vorrei ripetermi. Ne ho parlato più volte, come in MACCHINE, INVENZIONI, SCOPERTE – SCIENZA E TECNICA A TORINO E IN PIEMONTE TRA ‘800 E ‘900

“E possiamo proseguire: il cinema, la moda, il design sono nati a Torino…”
“Se non ci credete seguiteci.. e ve lo dimostreremo. “
.
Intanto siamo Media partner  di Teatro e Scienza, 15ª edizione e medaglia d’oro della PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA 
Si tratta della prima e delle più importanti rassegne in Italia dove il connubio tra letteratura e scienza si esprimono.
.
  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui