La Carta di identità elettronica rappresenta l’evoluzione del tradizionale documento di identità su carta

Si presenta con le dimensioni di una carta di credito ed è caratterizzata da diverse caratteristiche:

  1. Supporto in policarbonato personalizzato: La carta è realizzata su un supporto in policarbonato, su cui sono incisi i dati del cittadino e la sua foto utilizzando la tecnica del laser engraving. È dotata di vari elementi di sicurezza, come ologrammi, sfondi di sicurezza, microscritture, e guilloches.
  2. Microprocessore a radio frequenza: La carta contiene un microprocessore RFID che ha diverse funzioni:
    • Protegge i dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare per prevenirne la contraffazione.
    • Fornisce un mezzo per l’autenticazione online del cittadino, che consente l’accesso ai servizi pubblici.
    • È utilizzato per l’acquisizione di identità digitali tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).
    • Abilita la fruizione di servizi aggiuntivi, sia in Italia che in Europa.

 Numeri carta di identità

La carta è identificata da un numero seriale stampato sul fronte in alto a destra, seguendo il formato C<lettera><numero><numero><numero><numero><numero><lettera><lettera> (ad esempio CA00000AA). Questo numero seriale è noto come “numero unico nazionale.”

I dati del titolare presenti sulla carta includono:

  • Comune emettitore
  • Nome e cognome del titolare
  • Luogo e data di nascita
  • Sesso
  • Statura
  • Cittadinanza
  • Immagine della firma del titolare
  • Validità per l’espatrio
  • Fotografia
  • Impronte digitali di un dito della mano destra e uno della mano sinistra
  • Genitori (nel caso di minori)
  • Codice fiscale
  • Estremi dell’atto di nascita
  • Indirizzo di residenza
  • Comune di iscrizione all’AIRE (per cittadini residenti all’estero)
  • Codice fiscale sotto forma di codice a barre

La Carta di identità elettronica è principalmente un documento di identificazione, ed è utilizzata per confermare l’identità del titolare sia in Italia che all’estero. Va notato che, per la lettura delle impronte digitali, è richiesta l’autorizzazione del Ministero dell’Interno.

Carta d’Identità Elettronica (CIE): cos’è, numero, come funziona, quanto costa e come richiederla

Storia della Carta di Identità

La storia della carta d’identità è interessante e varia da paese a paese. Qui di seguito ti fornirò una panoramica generale sulla storia della carta d’identità:

  1. Origini antiche: Le prime forme di identificazione personale risalgono all’antichità. In alcune civiltà antiche, come l’Antica Roma, venivano utilizzati documenti di riconoscimento per scopi amministrativi e militari. Tuttavia, questi documenti erano generalmente riservati a persone di alto status sociale e non erano ampiamente diffusi.
  2. Primi documenti di identità moderni: Durante il Rinascimento europeo, in particolare nel XV e XVI secolo, cominciarono a essere emessi documenti di identità più simili alle carte d’identità moderne. Questi documenti includevano spesso una descrizione fisica dell’individuo e potevano essere richiesti dalle autorità locali per vari scopi.
  3. Carte di identità nel XIX secolo: Nel corso del XIX secolo, con l’espansione delle città e l’aumento della mobilità della popolazione, emerse la necessità di identificare le persone in modo più sistematico. Ciò portò a iniziative di registrazione delle persone e all’emissione di documenti di identità più formali. Tuttavia, queste iniziative variavano notevolmente da paese a paese.
  4. Carte d’identità durante le guerre mondiali: Le due guerre mondiali del XX secolo fecero emergere la necessità di documenti di identità più universali e affidabili per scopi militari e di sicurezza nazionale. In molti paesi, durante questo periodo, furono emesse carte d’identità o documenti simili che includevano informazioni biografiche e fotografie.
  5. Diffusione delle carte d’identità post-guerra: Dopo la seconda guerra mondiale, molte nazioni iniziarono a emettere carte d’identità permanenti per tutti i loro cittadini. Questi documenti divennero importanti per scopi amministrativi, di sicurezza sociale, di voto e per l’accesso ai servizi pubblici.
  6. Evoluzione digitale: Nel corso degli ultimi decenni, le carte d’identità sono diventate sempre più digitali. Molte nazioni hanno introdotto carte d’identità con chip elettronici o hanno sviluppato sistemi di identificazione basati su tecnologia biometrica, come le impronte digitali o il riconoscimento facciale.

Oggi, la carta d’identità è un documento fondamentale per la maggior parte delle persone in molti paesi del mondo. Oltre all’identificazione personale, può essere utilizzata per accedere a servizi governativi, per scopi bancari, per viaggiare e per molte altre attività quotidiane. La sua evoluzione continua attraverso l’adozione di tecnologie avanzate per migliorare la sicurezza e la gestione delle identità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui