Interiorissimi, rivista dedicata al mondo dell’abitare e della sostenibilità ambientale, sostiene il gruppo OBIETTIVO BUSSOLENO in quanto abbiamo visto in questa realtà un focus sul benessere delle comunità locali, compresi i servizi alle famiglie e la valorizzazione del turismo. Attività che possono contribuire a creare un contesto favorevole alla qualità della vita dei cittadini, che si riflette anche nell’attenzione rivolta ai servizi scolastici, al commercio e alla tutela del territorio.

CHI È “OBIETTIVO BUSSOLENO”

Antonella Zoggia

OBIETTIVO BUSSOLENO è un gruppo di lavoro nuovo e motivato, che si presenta come libero da condizionamenti politici. Il suo unico obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del paese di Bussoleno, e per fare questo si impegna  a preservare il territorio, offrire servizi alle famiglie, valorizzare il turismo, garantire la qualità dei servizi scolastici e sostenere il commercio locale. Il gruppo è coeso, volonteroso e all’altezza dei compiti che si è posto.

“Ci siamo – afferma Antonella Zoggia – siamo arrivati al termine della prima fase per la costruzione di una candidatura a Sindaco. Io ci sono e con me le dodici persone con le quali ho scelto di fare questo percorso amministrativo e che, a loro volta, hanno accettato di farlo con me.

Il gruppo è completo, dodici persone tra di loro affini, realmente libere da appartenenze politiche condizionanti e, come tali, spesso soggette a trasformismi, coeso, motivato, volenteroso ed all’altezza dei compiti che si prefigge; sono persone del concentrico, delle frazioni e delle borgate, rappresentative di una vasta area di competenze e di professionalità e se dovessi utilizzare un solo aggettivo per descriverlo direi “bilanciato”, già a partire dal numero dei suoi componenti, sei donne e sei uomini”. Qui per approfondire.

Salvaguardia del territorio, sicurezza dei cittadini e lavori pubblici

Per proteggere le zone urbane da disastri naturali, come incendi, frane e alluvioni, è necessario garantire la manutenzione delle zone montane e il rispetto della conformazione idrogeologica. Ciò richiede una pianificazione attenta dei lavori pubblici, nonché la pulizia, il sostegno, lo sviluppo e la sicurezza del territorio. In particolare, per rendere Bussoleno un luogo più sicuro, sarà necessario collaborare con enti pubblici e privati e implementare misure come la manutenzione dei sentieri e la pulizia delle zone infestate dalla vegetazione. Potenziare il Corpo di Polizia Municipale e il sistema di sorveglianza video può aiutare a garantire il controllo del territorio. Qui per approfondire.

Volontariato attivo, servizi alle famiglie, scuola

OBIETTIVO BUSSOLENO intende migliorare la qualità della vita dei cittadini, offrendo sostegno alle famiglie nella gestione dei figli e degli anziani, creando opportunità di aggregazione e fornendo supporto per la gestione delle pratiche burocratiche. Creando una rete di solidarietà e prevediamo di attivare un servizio di trasporto a chiamata per le borgate. Inoltre, l’intenzione è offrire servizi specifici come il doposcuola e con l’attenzione sulla sicurezza degli edifici scolastici, dialogando con la Direzione Didattica e le famiglie. Qui per approfondire 

Commercio al dettaglio e mercato settimanale

L’obiettivo è quello di migliorare l’offerta commerciale e proteggere il lavoro degli operatori commerciali di Bussoleno. OBIETTIVO BUSSOLENO intende integrare e arricchire il progetto in corso del Distretto Diffuso del Commercio. Si parte con un progetto per aiutare il commercio al dettaglio a superare la situazione attuale di stagnazione e fornire nuovi stimoli e interessi. Il mercato settimanale, per vari motivi, non è diverso dalla situazione del commercio al dettaglio, e si intende analizzare le ragioni degli abbandoni per prendere le misure necessarie. Inoltre, c’è la volontà di trovare una soluzione rapida ed efficace per soddisfare le esigenze degli abitanti di Foresto dopo la chiusura del loro unico negozio. Qui per approfondire.

Ambiente, pulizia e riqualificazione dell’esistente

OBIETTIVO BUSSOLENO segue il principio prima di tutto di proteggere l’ambiente e migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso una gestione sostenibile dei rifiuti e una migliore manutenzione dell’ambiente urbano. Ad esempio promuovendo l’abbandono della plastica monouso attraverso campagne di sensibilizzazione. Organizzando iniziative educative sul tema ambientale e lavorando per la riqualificazione degli edifici esistenti. Infine, coordinando gli interventi di manutenzione ordinaria del territorio urbano, compresi la riparazione del manto stradale, dei percorsi pedonali, della segnaletica, dello sgombero neve e della manutenzione del verde e dell’illuminazione pubblica. Qui per approfondire.

 

Agricoltura, territorio agricolo ed irrigazione

Bussoleno ha il maggior numero di aziende di allevamento e foraggio nella Valle di Susa, il che rappresenta un punto di forza per l’agricoltura locale. Ci sono stati sviluppi positivi nell’agricoltura negli ultimi anni, tra cui un aumento di aziende gestite da giovani, un rinnovato interesse per la castanicoltura e un ritorno agli orti familiari e sociali. Tuttavia, la carenza di risorse idriche e la normativa sui bruciamenti dei residui vegetali stanno ostacolando questo sviluppo. Il Comune si impegna a sostenere gli agricoltori, collaborare con i Consorzi Irrigui per ridurre le perdite d’acqua, mantenere efficienti gli impianti esistenti, progettare serbatoi e bacini di accumulo d’acqua, e lavorare con gli enti sovracomunali per rivedere la normativa sui bruciamenti. Qui per approfondire 

Associazionismo

Da sempre, il nostro paese si distingue per la presenza di numerose associazioni, che formano una rete densa e ben distribuita di persone con competenze e tempo a disposizione, che consentono la condivisione di passioni ed interessi in molti campi diversi. A Bussoleno ci sono associazioni di protezione civile, promozione culturale e del territorio, ambientaliste, sportive e di volontariato sociale, tutte impegnate nel lavoro per il bene del nostro paese e della sua gente. Questo patrimonio non deve andare disperso, ma deve essere valorizzato e sostenuto per migliorare l’offerta. Pertanto, è nostro dovere essere un supporto e un punto di riferimento per tutte queste realtà, favorendo il coordinamento e il dialogo tra di loro. Qui per approfondire.
 
Turismo, escursionismo e cultura
Per attirare turisti ed escursionisti, il paese deve investire in servizi di alta qualità e promuovere le sue bellezze naturali, artistiche e le produzioni tipiche locali. Avere una parte del territorio in un parco regionale è un vantaggio che può essere sfruttato per creare un’economia legata alla montagna e al turismo. Ci sono diverse azioni da intraprendere per raggiungere questi obiettivi, come la creazione di un’area attrezzata per campeggio e camper, la valorizzazione dell’area di arrampicata, il potenziamento della biblioteca e l’organizzazione di eventi culturali e musicali. Inoltre, è importante sostenere e promuovere le manifestazioni tradizionali e i prodotti tipici del territorio, ma anche offrire iniziative etniche per far conoscere usi e costumi diversi. Qui per approfondire.
 
 

 
 

Sport, giovani, tempo libero e svago

La pratica dello sport è fondamentale per l’aggregazione dei giovani e dei ragazzi e per questo è necessario sostenere le società sportive e promuovere la pratica di nuove discipline. Ciò può essere ottenuto valorizzando il territorio del Parco Orsiera e dei suoi rifugi, mantenendo gli impianti sportivi comunali in buone condizioni, promuovendo l’arrampicata outdoor e sviluppando progetti con la scuola per prevenire il vandalismo e il bullismo. Inoltre, è importante fornire luoghi di aggregazione e divertimento per i giovani e cercare di comprendere le ragioni della diminuzione dell’affluenza alla Festa Patronale per renderla nuovamente attrattiva per tutte le età. Qui per approfondire.

Pubblica amministrazione, servizi amministrativi e comunicazione

La sintesi è la seguente: l’ente comunale deve essere una squadra unita che collabora con i cittadini. Gli impegni sono quelli di completare il progetto di digitalizzazione per offrire maggiori servizi telematici, favorire l’accorpamento di servizi con i comuni limitrofi, privilegiare le professionalità dei dipendenti comunali piuttosto che utilizzare consulenze esterne, intensificare la presenza della polizia municipale sul territorio e realizzare un giornale comunale per comunicare con chi non è avvezzo all’uso dei sistemi multimediali. Qui per approfondire.

Come votare?

È importante sapere come si vota: il gruppo Obiettivo Bussoleno, Antonella Zoggia, candidato sindaco, è la lista numero tre, quindi lo troverete nella terza posizione.

Come si vota

Si mette una croce sul simbolo obiettivo Bussoleno, a fianco del quale simbolo troverete due righe già prestampate.

Queste due righe servono perché voi possiate mettere la preferenza e sottolineo il fatto che è opportuno ed è importante che voi mettiate la vostra preferenza, perché delle dodici persone che si candidano a consigliere, solo otto entreranno a tutti gli effetti a far parte del consiglio comunale.

Candidata Sindaco

Antonella ZOGGIA: Già responsabile Area Amministrativa Trasporto Merci ed ex commerciante.

Candidati Consiglieri

1) Antonella ARIANOS: dipendente presso l’Associazione di Volontariato Torino ETS.
2) Cinzia CEVRERO in CADELANO: Impiegata commerciale.
3) Gianluca CEVRERO: Dipendente comunale nel settore tecnico.
4) Emilia GUERRA: Dipendente Camera di Commercio.
5) Lavdosh MALIQAJ: Addetto ai servizi di accoglienza.
6) Manuel MORINO: Operaio.
7) Antonella PEIROLO ved. FARCI: Ex funzionaria del Centro Internazionale di Formazione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro.
8) Gabriele PERRON: Artigiano.
9) Samantha RIFFERO: Casalinga oppure come ama definirsi manager della casa.
10) Davide ROSSO: Ingegnere in campo automotive.
11) Dario ROSSO detto ROUGE: Vigile del Fuoco.
12) Cinzia TOLOTTI: Commerciante.

Qui maggiori informazioni su come votare

Pagina Facebook: OBIETTIVO BUSSOLENO

 

Articolo precedenteQuali sono i Social Network più usati al mondo?
Articolo successivoStefano Boeri e la Casa del Futuro: intervista all’architetto 
Giornalista scientifico. Dopo gli studi al Politecnico di Torino, laurea in ingegneria, e un Master in Scienze della Comunicazione svolge le sue prime docenze presso la Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Nel 1998, sotto la supervisione del direttore del laboratorio modelli reali e virtuali, realizza l’opera multimediale vincitrice del Premio Compasso d’Oro Menzione d’Onore. Ha collaborato e diretto da oltre 20 anni decine di testate giornalistiche. Ha pubblicato due libri sulla comunicazione digitale di impresa ed è stato relatore di tesi al Matec – Master in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione (Torino) e all’estero (Miami, USA). Attualmente insegna comunicazione digitale e nuovi media, giornalismo scientifico e materie legate alla progettazione architettonica e al design Ha fondato ADI - Agenzia Digitale Italia, per la diffusione di notizie stampa su media web, radio e TV locali e nazionali Contatti Email: info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui