Gli OLED forniscono un’illuminazione a spettro completo morbida ma brillante, con il risultato di produrre una luce artificiale simile alla luce del giorno. Differiscono dai LED in quanto la loro luce è emessa da tutta la superficie di ogni pannello, invece che da uno o più punti, e si stanno facendo largo nelle applicazioni di interni di arredo 

Il termine OLED deriva da Organic Light Emitting Diode, cioè diodo organico ad emissione di luce. Questo tipo di illuminazione è costituito da materiali organici a base di idrogeno e carbonio. Un OLED si presenta come una sottile pellicola con struttura stratificata. Il materiale organico si trova, quindi, tra due strati chiamati anodo e catodo, i quali hanno la funzione di convertire l’energia elettrica in luce.

Una delle particolarità di questo innovativo prodotto è che può essere realizzato mantenendo uno spessore talmente sottile da renderlo modellabile al punto da poterlo piegare o arrotondare.

Queste tipologie di pannelli permettono di emettere una luce di altissima qualità, omogenea e compatta, con una vasta gamma di colori brillanti.

Gli interni di Marley Coffee sono stati ispirati dal motto di Bob Marley, “One Love”. Per creare un’atmosfera confortevole e rilassante sono stati utilizzati i pannelli luminosi OLED LG Display. Sono stati installati 15 set di “Butterfly Luminaires”, aggiungendo un’atmosfera naturale ma moderna al caffè.

Un’altra particolarità molto importante è il fatto che un OLED non contiene sostanze nocive come il mercurio, presente invece nelle lampade a fluorescenza compatta. Oltre a essere il più sicuro, permette di consumare meno elettricità rispetto alle lampade tradizionali, ma anche rispetto al LED. Non sono abbaglianti e non si riscaldano, come invece succede alle più comuni lampade presenti in commercio.

La differenza tra LED e OLED riguarda la tecnica con cui sono realizzati. Nei LED troviamo la presenza di una sorgente di luce puntiforme, che ha bisogno della retroilluminazione per funzionare. Risultano ideali per gli ambienti dove occorre un flusso di luce più mirato. I dispositivi OLED, invece, funzionano con l’auto illuminazione, che diffonde un ampio fascio di luce in grado di illuminare uniformemente ambienti più ampi.

Anche nell’industria automobilistica di lusso vengono utilizzati pannelli luminosi OLED, celebri per la loro sottigliezza e leggerezza che li rende ideali per gli interni delle auto. I pannelli luminosi OLED sono già stati considerati per l’uso come luci posteriori automobilistiche. L’azienda di questo video è la Chang’s Custom e sta sfidando il mercato delle luci per interni auto con questa nuova tecnologia.

Gli OLED, quindi, rappresentano la più innovativa delle soluzioni presenti attualmente in commercio.

Si ringrazia per il contributo Erica Bassini, studentessa di Interior Design a Padova  

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?

Il miglior modo per farcelo sapere è mettendo un Like e iscrivendoti sui nostri social:
– FACEBOOK su  Interiorissimi
– INSTAGRAM su Interiorissimi

E per collaborare con noi scrivi a: info@accademiatelematica.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui