Federico Benedetto è uno chef emergente originario di La Spezia. Nel 2020, ha fondato la sua impresa proprio in questa città, puntando alla produzione personale di pasta fresca trafilata al bronzo per fornirla ai ristoranti locali

Passione e ambizione sono alimentate dalle esperienze accumulate in vari ristoranti stellati in Europa, tra cui il prestigioso Le Pre Catelan” a Parigi con 3 stelle Michelin, dove aveva il compito di preparare gli impasti per la produzione di pasta fresca.

pastificio IGEA

Abbiamo partecipato recentemente all’evento “Giardino Del Gusto” a Lavagna, organizzato dalla squadra del ristorante Creazione, dove i piccoli produttori locali hanno avuto la chance di creare legami e condividere idee: in questo modo ho avuto l’occasione per chiedere a Federico alcuni dettagli e aneddoti riguardanti la sua impresa.

Quale differenza tra pasta trafilata al Bronzo e quella Tradizionale?

Comunemente, i formati freschi sono sempre utilizzati nella loro versione classica, caratterizzata da un impasto sfogliato, che risulta liscio, avendo una superiore idratazione ed utilizzando i macchinari al teflon che favoriscono una maggiore produttività. 

Noi, scegliendo di utilizzare la trafilatura al bronzo, siamo in grado di ottenere un impasto più secco, quasi sabbioso, chi permette di mantenere invariate, quelle che sono le qualità nutritive del prodotto finale ed offrire una maggiore viscosità alla pasta.

Come avviene la trafilatura?

Misceliamo con l’acqua la semola di Altamura selezionata, in base al tipo di granulometria, che deve avere un alto livello proteico ed un indice di giallo. 

L’impasto viene estruso, ovvero, viene pressato attraverso una trafila al bronzo, composta da fori che ne generano il tipo di formato.

pastificio IGEA

Qual è il segreto della pasta IGEA?

Io ed i miei dipendenti, facciamo parte del mondo della ristorazione e di conseguenza, siamo a conoscenza delle necessità e delle richieste dei nostri clienti.

Per facilitare, per esempio, il loro lavoro e per migliorare il nostro servizio, abbiamo deciso di distribuire le porzioni della pasta, già pesate ed annidate nei casi di un formato lungo. 

pastificio IGEA

A chi è indirizzata la vendita dei prodotti della tua azienda? 

Attualmente serviamo solo professionisti del mondo della ristorazione e delle attività commerciali. 

Quale tipo di pasta si ispira alla tradizione ligure?

I formati di pasta tipici che produciamo, sono sicuramente le linguine e le trofie, che rappresentano la nostra tradizione ligure, poiché, sono perfette per i condimenti a base di pesce e di pesto.

pastificio IGEA

A parte la pasta trafilata al bronzo, forniamo una linea di pasta ripiena, ispirandoci alla nostra abitudine peculiare: il nostro raviolo al prepoggion, ovvero, un mix di erbe spontanee e di campo, come il timo, la maggiorana, l’ ortica, la cicoria e la bietola, oppure il raviolo al muscolo, che , all’ interno, contiene  la farcia del tipico muscolo ripieno spezzino.

La passione e l’ entusiasmo di Federico Benedetto, mi porta alla mente una citazione di Federico Fellini:”La vita è una combinazione di pasta e magia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui