La pioggia è sempre stata considerata un fenomeno decisamente rilassante. Il suono delle gocce che cadono sulle superfici e le strade, il fragore del tuono che rompe il silenzio, il vento che muove gli alberi e degli oggetti non fissati, incantano e catturano il nostro cervello con una vibrazione delicata e costante. C’è qualcosa di magico quando la pioggia batte contro la finestra, accolto come un bel regalo che ci invita a fermarci per un po’.

Il fenomeno della pioggia ha un effetto unico sui nostri sensi quando siamo a letto la notte

Molte persone trovano questo fenomeno un ottimo aiuto per una notte più riposante e rigenerante, ma come si spiega questa reazione nel nostro corpo e nella nostra mente?

Per molti, il suono della pioggia è stato associato ad un tipo di isolamento protettivo, dove l’acqua esterna “protegge” dalla mondanità assorbente del mondo esterno. La pioggia può creare un ambiente pacifico e confortevole, dove è possibile sentirsi al sicuro. Non è solo un’esperienza di tranquillità, ma anche una sensazione di protezione che ci fa sentire al caldo e, contemporaneamente, ci aiuta ad allontanare le preoccupazioni quotidiane, riducendo lo stress.

Il rumore bianco

Il suono della pioggia crea un effetto di “white noise”, ossia di rumore bianco, che riesce ad accompagnare il nostro sistema nervoso centrale verso uno stato di riposo. Questo tipo di rumore è simile al rumore della TV accesa di notte, del ventilatore, dell’aria condizionata o di altri dispositivi che emettono suoni nelle frequenze dell’intero spettro uditivo. Ma il rumore della pioggia è particolarmente efficace nel calmare il nostro cervello e rilassarci. Quando il rumore bianco viene associato a uno stato di stress, allora il nostro sistema nervoso centrale intensifica i suoi segnali di allarme, provocando l’effetto opposto di ansia, nervosismo e irritabilità.

Rumore bianco, o white noise: che cos’è e a cosa serve?

L’effetto calmante della pioggia non è solo rumoristica. Gli odori freschi della pioggia, o “petricor” (la parola è composta dai termini greci petra e ichor che significa “sangue delle dee”), sono estremamente gradevoli e rilassanti. Questo effetto viene prodotto dalle sostanze chimiche rilasciate dal terreno durante la pioggia: la geosmina e i composti organici volatili, che uniti alla freschezza dell’acqua conferiscono all’aria un’aroma pulito e molto piacevole.

L’odore della pioggia è stato anche collegato a un effetto positivo sulla memoria a lungo termine. Secondo una serie di studi, il petricor può migliorare la capacità di apprendimento a lungo termine, grazie al potere del sistema limbico. Questa zona del cervello, infatti, è responsabile di molte delle funzioni cognitive, compresa la memoria a lungo termine, e la pioggia sembra aver dimostrato di mostrarsi estremamente efficace nell’attivare queste funzioni.

Millennial e Generazione Z amano i video ASMR: lunghi e rilassanti

Infine, non tutti condividono il piacere della pioggia, ma questa reazione di relax mentale e fisico è molto diffusa. Chi ha a che fare con la pioggia tutti i giorni, come chi lavora all’aperto, può non apprezzarla in quanto la pioggia si associa a sgradevoli inconvenienti ambientali. Al contrario, coloro che si relazionano alla pioggia come ad un fenomeno occasionale, durante i mesi invernali, apprezzano maggiormente la sua azione rilassante e benefica alla salute.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui