L’Ufficio regionale di statistica dell’Emilia-Romagna pubblica i dati sugli abitanti e sulla popolazione residente dal gennaio 2023 in poi: le fonti informative sono le indagini regionali condotte in stretta collaborazione con gli uffici statistici statali e metropolitani e le anagrafi comunali. Al gennaio risultavano iscritte all’Anagrafe degli Enti Locali dell’Emilia-Romagna 4.458.006 persone. Si tratta di 4.276 abitanti in meno rispetto al 1 gennaio 2021, una variazione percentuale del -0,1%. L’analisi tiene conto della formale decisione nel duemilaventuno dei comuni marchigiani di Montecopiolo e Sassofertorio di aderire alla regione Emilia-Romagna in provincia di Rimini.

Così, mentre il calo della popolazione ha subito un rallentamento rispetto a quanto osservato nel 2020 (-0,32% quindi, corrispondente a un calo della popolazione di oltre 14.000 unità), è stata definitivamente confermata un’inversione di tendenza rispetto al periodo pre-Covid. La popolazione della regione Emilia-Romagna ha continuato a crescere in risposta al progressivo declino del paese nel suo complesso. L’impatto della pandemia sulla mortalità è ancora visibile, anche se a un livello inferiore rispetto al 2020. Intanto il saldo migratorio internazionale è tornato su valori paragonabili al 2019. Le dinamiche all’interno e tra i diversi gruppi di popolazione sono piuttosto eterogenee. La contrazione riguarda i residenti con cittadinanza italiana ma non quelli con cittadinanza straniera. Diminuiscono i minori di 14 anni e i giovani adulti (30-44 anni) e aumenta la popolazione adulta e anziana.

L’Emilia-Romagna è una delle prime regioni italiane in termini di reddito pro capite e da molti anni è classificata come una delle regioni più ricche d’Europa. L’Emilia-Romagna è anche tra le prime regioni in Italia per efficienza burocratica e qualità della vita. Le piccole e medie imprese (PMI) sono il motore dell’economia della regione e hanno favorito la straordinaria diffusione della ricchezza su tutto il territorio regionale. La dinamicità del settore produttivo in Emilia-Romagna ha determinato elevati livelli di occupazione; gli occupati, infatti, sono oltre il 68%, ben al di sopra della media italiana. Secondo lo Smart City Index 2016 e l’iCity Rating 2016, Bologna è una top smart city e tutti i capoluoghi della regione si collocano tra i primi 30 a livello nazionale, su oltre 100 comuni italiani. Entrambi questi indici considerano indicatori quali l’economia, la governance, la copertura della banda larga, la mobilità, l’innovazione, la qualità della vita e la green economy. L’Emilia-Romagna è prima in Italia e terza in Europa – dietro Olanda e Svizzera – per la qualità dei servizi sanitari.

A causa di questi motivi diminuiscono gli indici che contano l’equilibrio nel conteggio per età. Il ruolo numerico degli anziani di oltre 64 anni sulla popolazione complessiva (24,3%) è all’incirca il doppio di quello dei giovani 0-14 anni (12,5%). Procede l’invecchiamento della popolazione e quello degli abitanti in età lavorativa attiva (15-64 anni).

A livello regionale, la popolazione straniera incide del 12,8% (13,1% tra le donne e 12,4% tra gli uomini). Tale percentuale viene di gran lunga superata negli abitanti con meno di cinquant’anni con conseguente abbassamento nelle età più elevate (tavola Popolazione residente per grandi classi di età e cittadinanza al primo gennaio 2022 e variazioni assolute con il primo gennaio 2021. Emilia-Romagna (767 bytes)).

La maggior parte dei 330 comuni dell’Emilia-Romagna registra variazioni demografiche negative. In 138 comuni la variazione è positiva ma limitata. Ventinove comuni hanno avuto una variazione positiva non superiore a 10 unità, e 12 hanno avuto più di 100 unità ma non più di 250 unità. Fa eccezione il comune di Bologna, dove si registra un incremento di 1.278 abitanti. All’altra estremità dello spettro c’è il comune di Reggio Emilia, che l’anno scorso ha perso più di 1.000 persone.
Al 1° gennaio 2022 l’anagrafe dei comuni dell’Emilia-Romagna conta nuovamente 2.040.090 famiglie iscritte, identificando altrettante famiglie iscritte che ospitano il 99,26% della popolazione. Il restante 0,74%, circa 33.000 persone, vive in strutture collettive come monasteri, caserme, carceri e ospedali. Prosegue il trend decrescente della dimensione media della famiglia (2,17 componenti), con la distribuzione per numero di componenti che converge su dimensioni sempre più ridotte. Il 67% delle famiglie iscritte era composto da 1 (39%) o 2 (28%) componenti, il 17% ha visto la presenza di 4 componenti, ma almeno 5 componenti solo il 4,5%

Principali Interior Designer / Studi di Progettazione di Interni in Emilia Romagna 

Giuliano Confortini, Interior Designer a Modena e Reggio Emilia

5 Curiosità sull’Emilia-Romagna

1. L’Emilia Romagna ha il maggior numero di piste ciclabili in Italia

L’Emilia-Romagna è la regione italiana più bike-friendly, con oltre 1285 km di piste ciclabili offerte ai ciclisti. Tra le città, Ferrara, ribattezzata Città delle Bici, ha una marcia in più assoluta. Si tratta quindi di un record interessante per chi pratica sport all’aria aperta e vuole scoprire la natura e l’enogastronomia di questa regione.

2. Il maggior numero di prodotti IGP e DOP

L’Emilia Romagna detiene un altro record, questa volta per l’Europa. Vanta infatti il ​​maggior numero di prodotti DOP e IGP, che ne fanno una food valley di livello mondiale. I prodotti certificati più famosi sono Modena, Coppa di Parma, Grana Padano, Speck di Piacenza, Prosciutto di Parma, Piadina di Romagna, Salame di Cremona e Aceto Balsamico di Squacherone di Romagna.

3. Bologna possiede il portico più lungo del mondo

Bologna è una città dove puoi passeggiare per il centro anche in caso di maltempo. È famoso per i suoi portici e detiene il record del più lungo al mondo. È un record per San Luca, che è lungo 3,8 km e conta 666 arcate. Dall’Arco Bonacorsi alla Porta Saragozza, questo portico conduce alla sommità del Colle della Guardia con il santuario della Madonna di San Luca, offrendo una vista panoramica davvero unica.
valle del cibo europea

4. Il Tricolore è nato a Reggio Emilia

Nel 1797 fu fondata a Reggio Emilia la Repubblica delle Cispadane. Si tratta di una tappa fondamentale della storia italiana moderna che ha contribuito alla nascita di uno Stato democratico circa 60 anni dopo. Fu proprio in questo periodo che apparve per la prima volta il tricolore (che, a differenza di oggi, ha una striscia orizzontale e un simbolo al centro). I reggini ne sono talmente orgogliosi che nel 2004 hanno inaugurato gratuitamente al pubblico il Museo del Tricolore.

5. La valle dei motori 

I romagnoli sono appassionati di motori. È perché il paese ha prodotto molti atleti di fama mondiale. El’Emilia-Romagna è anche stata ribattezzata Motor Valley. Questo perché molte delle case automobilistiche più famose del mondo sono nate lungo l’antica Via Emilia, che si estendeva da Piacenza a Rimini. Ducati, Lamborghini, Maserati, Ferrari e Pagani hanno portato anche i marchi del Made in Italy all’avanguardia nel settore automobilistico. Gli appassionati possono vivere un’esperienza unica nei numerosi musei e tour a piedi che costellano la zona.

Principali Città Regione Emilia-Romagna

PosComuneResidentiDensità per kmqNumero Famiglie
1Bologna388.3672.759,7205.050
2Parma194.417745,590.937
3Modena184.7271.010,983.766
4Reggio Emilia171.491740,677.992
5Ravenna159.057243,674.464
6Rimini148.9081.107,065.608
7Ferrara132.009326,564.585
8Forlì117.946516,952.387
9Piacenza102.355864,047.357
10Cesena96.589387,242.185
11Carpi71.060540,129.948
12Imola69.951341,331.344
13Faenza58.836272,726.054
14Sassuolo40.8131.054,917.073
15Casalecchio di Reno36.4662.099,417.977
16Cento35.582549,414.862
17Riccione34.9652.043,516.107
18Formigine34.327730,714.124
19Castelfranco Emilia32.607318,213.548
20Lugo32.396277,114.508
21San Lazzaro di Savena32.333723,315.076
22Valsamoggia30.716172,513.396
23Cervia28.794350,313.707
24San Giovanni in Persiceto28.186246,412.229
25Fidenza26.826281,911.944

Foto in copertina di Concetto Bandinelli  – Pixabay

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui