L’innovazione di ChatGPT continua a progredire, spesso prendendo direzioni sorprendenti.

Ho già parlato degli usi della AI tra i più degni di nota, e ora si estendono ulteriormente le sue capacità portandola nel mondo dell’intrattenimento, trasformandola in un DJ. Sorprendentemente, ChatGPT assume il ruolo di conduttore radio con RadioGPT.

RadioGPT è uno strumento innovativo sviluppato da Futuri Media che introduce una novità nel contenuto radiofonico locale. Utilizzando la tecnologia GPT e il sistema AI di Futuri per la scoperta di storie mirate e contenuti social, TopicPulse, RadioGPT fornisce contenuti coinvolgenti e personalizzati in tempo reale agli ascoltatori. Offre una gamma di funzionalità che possono migliorare l’esperienza di ascolto radiofonico, inclusa l’anticipazione e la promozione del contenuto, il parlare del meteo locale e del traffico, e il saluto agli ascoltatori tramite Futuri Streaming.

La Trasformazione di ChatGPT in DJ attraverso RadioGPT

Questa iniziativa non è solo un semplice test, ma piuttosto un servizio già testato e pronto per essere utilizzato, destinato a espandersi negli Stati Uniti e in Canada (e presto anche in Europa) attraverso centinaia di stazioni radiofoniche. Ma in che modo funziona esattamente? Secondo quanto riportato da Futuri, l’entità dietro lo sviluppo di RadioGPT, l’intelligenza artificiale gestisce l’intera produzione dello spettacolo, dal mixaggio musicale alla narrazione di aneddoti, notizie locali del giorno, previsioni meteorologiche e aggiornamenti sul traffico. Inoltre, è capace anche di interagire direttamente con gli ascoltatori.

RadioGPT è attualmente accessibile tramite un campione audio disponibile sul sito di Futuri, attivo h24 e già impressionante sotto molti aspetti. RadioGPT utilizza le capacità avanzate di GPT-4 e il sistema di Futuri per la scoperta di contenuti e storie social, chiamato TopicPulse, per produrre materiale personalizzato per ogni mercato locale, disponibile in ogni momento. L’intelligenza artificiale, con la sua capacità di sintesi vocale, porta in vita lo show con diverse voci, introducendo così vari personaggi nello stesso programma. Potremmo persino vedere l’apparizione di ospiti immaginari in futuri dibattiti insoliti!

L’ambizione di RadioGPT, come affermato dal CEO di Futuri, è quella di rivitalizzare l’industria radiofonica, considerata da molti in fase di declino: “Il nostro scopo è rinvigorire le radio, non competere con esse. Desideriamo potenziare le stazioni radio permettendo loro di arricchire la loro programmazione con ancora più contenuti live e locali.”

Le stazioni hanno anche l’opzione di addestrare l’IA con le proprie personalità, rendendo l’esperienza ancora più personalizzata e unica.

RadioGPT è più di un semplice strumento per fornire contenuti localizzati. Può postare sui social media, attrarre nuovi ascoltatori e più giovani, e aumentare i ricavi pubblicitari.

Analizzando il comportamento e gli interessi degli ascoltatori, RadioGPT può fornire intuizioni che aiutano le stazioni radio a prendere decisioni informate riguardo alla programmazione, sponsorizzazioni e promozioni.

Uno dei benefici più significativi di RadioGPT è la sua capacità di soddisfare i gusti e le preferenze locali e aggiornare i contenuti di conseguenza. Questa caratteristica è particolarmente utile per le stazioni che servono un’ampia gamma di ascoltatori. Inoltre, lo strumento può creare contenuti unici e coinvolgenti che riflettono gli interessi, la cultura e i valori della comunità locale. Nel complesso, RadioGPT è uno strumento all’avanguardia che rivoluziona il modo in cui il contenuto radiofonico locale viene creato e fornito.

L’AI in Radio: Intelligenza Artificiale e la Nuova Era della Radiofonia

Articolo precedenteL’AI in Radio: Intelligenza Artificiale e la Nuova Era della Radiofonia
Articolo successivoDialogjet Artistike – Pianezza në kryqëzim të kulturave
Giornalista scientifico. Dopo gli studi al Politecnico di Torino, laurea in ingegneria, e un Master in Scienze della Comunicazione svolge le sue prime docenze presso la Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Nel 1998, sotto la supervisione del direttore del laboratorio modelli reali e virtuali, realizza l’opera multimediale vincitrice del Premio Compasso d’Oro Menzione d’Onore. Ha collaborato e diretto da oltre 20 anni decine di testate giornalistiche. Ha pubblicato due libri sulla comunicazione digitale di impresa ed è stato relatore di tesi al Matec – Master in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione (Torino) e all’estero (Miami, USA). Attualmente insegna comunicazione digitale e nuovi media, giornalismo scientifico e materie legate alla progettazione architettonica e alla bioarchitettura. Contatti Email: info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui