Da giovedì 28 settembre a domenica 1° ottobre 2023, a Martano (Lecce)

 Nel Palazzo Baronale e nel centro storico del comune griko, la manifestazione propone laboratori, talk, lectio magistralis, conferenze e workshop tematici con architetti, designer, giornalisti e addetti ai lavori, incontri con aziende e professionisti, e una mostra con i progetti dell’Agorà Design Contest 2023  sul tema “Iperlocale: architettura e design dai territori”

Tutti gli eventi sono aperti al pubblico e ad ingresso libero

Salento: torna Agorà Design: festival culturale su architettura e design

Tra gli ospiti di questa edizione, Giovanna Castiglioni, con una conversazione e un workshop sul metodo Castiglioni, i designer Giovanni Innella e Francesco Faccin, Riccardo Falcinelli, grafico e scrittore

e poi Francesco Zurlo (Poli.Design), Simona Bordone (Domus), Tommaso Bovo (IED di Firenze), Francesca Carlino (ACPV Architects Antonio Citterio Patricia Viel), Paolo Casati (Studio Labo e Fuorisalone.it), Patrizia Catalano (Interni),  Francesco Pagliari (The Plan), Marco Petroni (teorico e critico),  e i membri di Officina Calabria Design

In una dimensione collettiva e corale, il festival Agorà Design offre inoltre l’opportunità di scoprire le bellezze storiche, culturali e architettoniche e quelle naturali e paesaggistiche di Martano e della circostante Grecìa Salentina, e della vicina città di Lecce

Salento: torna Agorà Design: festival culturale su architettura e design

Laboratori, talk, lectio magistralis, conferenze e workshop tematici, un’esposizione con progetti e prototipi ricevuti dall’Italia e dall’estero, momenti di incontro tra aziende, professionisti e designer: da giovedì 28 settembre a domenica 1° ottobre a Martano (Lecce) torna Agorà Design, festival biennale che celebra la circolazione di idee sui temi culturali e sociali legati all’architettura e al design, all’innovazione e alla biodiversità progettuale.

Agorà Design si caratterizza per una dimensione collettiva e corale che coinvolge l’intero territorio, addetti ai lavori e cittadini, appassionati e curiosi, attraverso momenti culturali e la proposta di mostre tematiche.

Tra gli ospiti già confermati dell’edizione che apre il 28 settembre: Riccardo Falcinelli, grafico e tra i più apprezzati teorici del design, con una masterclass sul colore rosso, e Giovanna Castiglioni, della Fondazione Achille Castiglioni, con una conversazione sul metodo Castiglioni e un workshop sugli oggetti anonimi.

E poi Francesco Zurlo, preside di Poli.Design del Politecnico di Milano, il designer Francesco FaccinSimona Bordone, responsabile dei contenuti e dei progetti speciali per il magazine Domus; Tommaso Bovo, docente di Graphic Design e Metodologia del Progetto allo IED di Firenze; Francesca Carlino, architetto e partner dello studio di architettura e interior design ACPV Architects Antonio Citterio Patricia Viel; Paolo Casati, fondatore e direttore creativo di Studiolabo e del progetto Fuorisalone.it; Patrizia Catalano, responsabile del coordinamento degli allegati della rivista Interni; Giovanni Innella, designer; Francesco Pagliari, architetto, critico d’architettura e d’arte del portale The Plan; Marco Petroni, teorico e critico del design, docente all’Accademia di Belle Arti di Napoli; i membri del progetto Officina Calabria Design, solo per citarne alcuni.

Il festival non solo dà l’opportunità ai visitatori di apprezzare l’esposizione del contest e seguire il ricco programma di eventi, ma anche di scoprire le bellezze storiche, culturali e architettoniche, e quelle naturali e paesaggistiche di Martano, della circostante Grecìa Salentina, isola linguistica ellenofona, e della città di Lecce, distante circa 20 km.

Legati sempre al tema di architettura, arte, design e creatività, da segnalare la vicinanza di Martano con tre esperienze in dialogo tra loro e con Agorà Design: il Castello Volante di Corigliano d’Otranto con il suo percorso espositivo di Visioni dal Sud e la mostra antologica “Five > From One. Cinque paesi, cinque storie” di Lou DematteisKORA – Contemporary Arts Center di Castrignano de’ Greci e l’Ecomuseo della Pietra Leccese e delle Cave di Cursi.

Dopo il successo dell’edizione del 2021, il centro storico del comune griko è pronto a rivivere un nuovo momento di creatività e ispirazione. Ancora una volta, si trasformerà in un luogo in cui idee si incontrano, talenti internazionali emergono e dove si favorisce un dialogo costruttivo, grazie alla partecipazione di esperti. L’evento principale è l’Agorà Design Contest, ospitato nelle sale e negli spazi esterni del Palazzo Baronale, ed è promosso dall’associazione culturale “Agorà”, diretta da Lucia Rescio, con il prezioso sostegno dell’azienda Sprech e altre realtà pubbliche e private.

Durante i quattro giorni di questo evento-concorso, avviene un’interessante convergenza di generazioni e culture. Architetti, ingegneri, progettisti, giornalisti, comunicatori, artigiani e studenti si riuniscono per condividere le proprie idee e conoscenze. I giovani partecipanti hanno l’opportunità unica di interagire e confrontarsi con esperti di spicco nel campo dell’architettura contemporanea, mentre le aziende e i professionisti possono discutere e approfondire le più recenti innovazioni riguardanti il processo di ideazione e di produzione.

Questo contesto stimolante offre un’occasione di arricchimento reciproco, in cui le diverse competenze e prospettive si fondono per creare un ambiente di apprendimento e scambio proficuo. Il confronto con professionisti affermati permette ai giovani di acquisire preziose intuizioni e prospettive, mentre le aziende e i professionisti consolidati possono scoprire nuove idee e approcci innovativi.

In questo contesto stimolante, il centro storico diventa un vero e proprio laboratorio di creatività, un luogo dove nascono nuove idee e progetti, grazie al contributo delle diverse menti provenienti da tutto il mondo. Agorà Design Contest rappresenta un’occasione unica per promuovere lo scambio culturale e la collaborazione tra talenti di diverse nazionalità e provenienze, il tutto nel cuore di questo affascinante comune griko.

In breve, questa manifestazione-concorso rappresenta un’arena vitale per il networking e l’ispirazione, in cui il meglio delle menti creative si unisce per promuovere l’avanzamento dell’architettura e del design.

AGORÀ DESIGN CONTEST 

Gli spazi esterni del Palazzo Baronale a Martano accoglieranno dal 28 settembre i migliori progetti selezionati tra i partecipanti al concorso Agorà Design Contest 2023 che ha coinvolto professioniste e professionisti, studentesse e studenti, da tutta Italia e dall’estero, sul tema “Iperlocale: architettura e design dai territori”, nato dal desiderio di valorizzare il recupero delle tradizioni e delle culture locali, contribuendo allo sviluppo dei territori, e di promuovere diverse realtà, sociali, culturali e produttive.

La mostra si concluderà domenica 1° ottobre con la proclamazione dei vincitori delle due sezioni: Living, dedicata al mondo dell’interior design (complementi d’arredo, tessuti, rivestimenti, pavimenti) e Garden, riservata all’outdoor con daybed (soluzioni a metà tra divano da esterno e lettino), sedute (divani, poltrone, sedie) e coperture (gazebo, tensostrutture, tendocoperture).

Oltre ai premi in denaro che vengono assegnati ai vincitori delle diverse sezioni del concorso, con premi che variano dai 500 ai 3.000 euro, tutti i partecipanti hanno l’opportunità unica di trasformare i loro progetti in prodotti reali. Questa possibilità è resa possibile grazie all’impegno di Sprech, che si impegna a selezionare alcuni dei progetti presentati durante il contest biennale per realizzare prototipi da inserire nel proprio catalogo commerciale. Questa iniziativa rappresenta un’opportunità senza precedenti nel panorama dei concorsi di architettura e design in Italia.

Durante il festival del 2023, verranno presentati al pubblico i progetti che sono stati selezionati e trasformati in prodotto a seguito del contest del 2021. Questo offre un’occasione unica per mostrare come le idee innovative possano diventare realtà tangibili e contribuire alla crescita del settore dell’architettura e del design.

Inoltre, la giuria assegnerà un premio speciale per il recupero del legno d’ulivo, un’iniziativa che nasce dal forte legame tra Agorà Design e il territorio del Salento. Questo premio incoraggia l’utilizzo del legno proveniente dagli ulivi colpiti dalla Xylella, una malattia che ha causato la loro eradicazione. Trasformare questo legno in progetti d’arredo e design offre l’opportunità di dare nuova vita alle piante colpite e di contribuire al recupero e alla valorizzazione del patrimonio naturale locale.

LA STORIA DI AGORÀ DESIGN 

Il dialogo e l’incontro tra generazioni e culture diverse rappresentano l’anima di Agorà Design che nel corso di oltre venticinque anni di storia è diventato sempre più un evento dal respiro internazionale. Per le aziende che operano nel campo del design e dell’architettura, l’implementazione del settore ricerca e sviluppo è indispensabile per concorrere alla pari dei competitor nel proprio mercato di riferimento. Valutare progetti originali, sviluppare prodotti innovativi, acquisire maestranze qualificate richiede alle aziende tempo e dedizione. Agorà Design è la sintesi di questa continua necessità di ricerca. Dal 1996 la manifestazione, infatti, ha l’obiettivo di innescare, nel campo dell’architettura e del design, quel ciclo produttivo che parte da un’idea e si concretizza nella commercializzazione del prodotto. Dal 2017 la Sprech, azienda con competenze specializzate nell’ambito della produzione e della distribuzione di soluzioni outdoor, ha preso infatti in carico l’organizzazione del festival inserendo Agorà Design tra i progetti di Responsabilità Sociale d’Impresa. Tra gli ospiti delle ultime tre edizioni (2017, 2018, 2021), il celebre architetto e urbanista Stefano BoeriBenedetta Tagliabue (architetta e docente dell’Università politecnica della Catalogna), Walter Mariotti (direttore editoriale di Domus), Marco Rainò (architetto, designer e curatore indipendente), Florinda Saieva (Farm Cultural Park), Francesco Pagliari (critico d’architettura e d’arte), Roberto Palomba (fondatore insieme a Ludovica Serafini del celebre studio Palomba + Serafini), Francesco Zurlo (docente del Politecnico di Milano e fondatore di Poli.Design), Antonio Romano (tra i maggiori esperti in Italia di brand design), Gianpiero Alfarano (docente presso la Facoltà di Architettura di Firenze e specialista nel campo della transizione ecologica), Novella B. Cappelletti(giornalista e architetto del paesaggio), Patrizia Catalano (giornalista e curatrice indipendente), Simona Bordone(giornalista e curatrice indipendente) e tanti altri prestigiosi nomi dell’architettura e del design. Il coinvolgimento degli Ordini Professionali degli architetti, giornalisti, ingegneri, delle istituzioni locali, del mondo associativo e delle scuole ha permesso di ampliare il pubblico di riferimento e aumentare la visibilità sul territorio nazionale e internazionale. L’edizione 2021 si è chiusa con 180 progetti presentati da tutte le parti del mondo, 10mila euro di premi in denaro per i vincitori del concorso, oltre 3mila presenze durante i giorni dell’evento e una media di 500 persone collegate in streaming, una capillare copertura mediatica con oltre novanta segnalazioni su testate locali e nazionali.

Organizzata dall’associazione Agorà Design e dalla Cooperativa Radio Salentina, la manifestazione è sostenuta dal main sponsor Sprech in partenariato con Fondazione Achille CastiglioniADI – Associazione per il disegno industriale, Ordine degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di LecceConsiglio nazionale e Ordine degli Ingegneri di LecceAccademia Belle Arti di LecceProvincia di Lecce e Comune di Martano. Media Partner Interni, Domus, Professionearchitetto.it, Outdoor, The Plan, Fuorisalone.it e RadioSalentina. Aziende partner, MAXXI – Interior Design.

Sito web:  www.agoradesign.it

Le 10 migliori riviste di Interior Design da seguire assolutamente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui