L’arredamento riguarda meno lo status, più la personalità, ed è il caso dello stile Shabby Chic.

Lo stile di interni che oggi conosciamo con il nome Shabby Chic nasce nel Regno Unito nel XIX secolo come arredo per l’alta borghesia nel replicare un’estetica evidente nelle grandi case di campagna che sono state in una famiglia per generazioni. I mobili shabby chic di queste case elaborate erano vintage perché tramandati di generazione in generazione. Le tende erano sbiadite e le sedie angosciate, il che dava loro un’aria elitaria.

L'arredamento riguarda meno lo status, più la personalità, ed è il caso dello stile Shabby Chic

L’arredamento Shabby Chic trae ispirazione dal design francese antico, ma, a differenza degli stili d’epoca, non si concentra su un secolo o decennio specifico: al contrario, incoraggia una miscela eclettica di mobili dall’aspetto vintage e oggetti di altri diversi.

Il nome Shabby Chic e il suo stile moderno, però (shabby significa “trasandato”), è stato portato al successo a livello internazionale da Rachel Ashwell, arredatrice d’interni anglosassone e migrata negli USA. Diventa subito popolare tanto che nel 1989 registrò il marchio “Shabby Chic” per la sua collezione di mobili (www.shabbychic.com). Mobili rustici, decorazioni vintage e strati di materiali confortevoli lo rendono desiderabile come sempre.

Ecco come riconoscere lo stile Shabby Chic in 10 mosse:

  1. Gli interni sono caratterizzati da un aspetto vissuto” e consumato dal tempo
  2. Colori pastello e colori neutri e morbidi (grigio perla, tortora, avorio)
  3. Uso ricco del tessile, tappeti, cuscini e tendaggi
  4. I mobili, vecchi e nuovi, vengono manualmente invecchiati” con pitture (shabby chalk) e tecniche apposite.
  5. Il riuso creativo: vecchi mobili di recupero, oggetti e materiali che vengono riutilizzati e trasformati in qualcosa di diverso
  6. Letti e oggetti di arredo in ferro battuto
  7. Paralumi in tessuto e lampadari decò
  8. Vecchie foto e stampe
  9. Pavimenti in legno, pietra e cotto
  10. Uso del vimini e del legno decapato 

Shabby Chic

NO a materiali eccessivamente moderni come plastica o acciaio cromato o arredi troppo squadrati
NO a fantasie tessili troppo astratte o geometriche (fanno eccezione le righe ed i quadretti Vichy e tartan, molto in uso già nei secoli passati)

ll design shabby chic e l’arredamento vintage per la casa sono facili ed economici da realizzare. Nella sua forma più semplice, lo shabby chic è costituito da mobili riciclati o anticati, il che significa che puoi trovare vecchi pezzi a buon mercato o acquistare mobili moderni a un costo inferiore e dargli un aspetto shabby chic tu stesso.

Con la sua tavolozza calma, il delizioso fascino vintage e le linee armoniose, l’arredamento shabby chic è mood fantastica se speravi di trasformare i tuoi interni in un trionfo stravagante di intimità ed eleganza senza tempo.

È un delizioso equilibrio tra il fascino rustico dell’arredamento di un cottage o di campagna e l’eleganza nostalgica degli elementi di ispirazione vintage.

Boho Chic: 10 regole per riconoscere arredamento e stile

Shabby Chic: Un’elegante fusione di stile, arredamento e decorazione

L’arredamento e la decorazione della casa offrono infinite possibilità di espressione personale. Uno stile che ha guadagnato grande popolarità negli ultimi anni è lo “Shabby Chic”. Questo stile unisce un aspetto vintage con tocchi romantici, creando un’atmosfera accogliente e raffinata. In questo articolo, esploreremo l’arredamento e la decorazione in stile Shabby Chic, con un focus particolare sulle pitture utilizzate per creare l’atmosfera desiderata.

Origini dello stile Shabby Chic
Lo stile Shabby Chic è emerso negli anni ’80, con l’obiettivo di creare un look elegante ma informale, ispirato alle case di campagna francesi. Questo stile prende in prestito elementi dallo stile vintage e dallo stile provenzale, combinando mobili e decorazioni usati con tessuti morbidi e romantici.

Colori e tonalità Shabby Chic
Una delle caratteristiche distintive dello stile Shabby Chic è la palette di colori delicati e pastello. I toni tenui come il bianco crema, l’avorio, il rosa pallido e l’azzurro cielo sono spesso utilizzati per creare un’atmosfera calma e rilassante. Questi colori possono essere utilizzati per dipingere pareti, mobili o per la scelta di tessuti per tende e cuscini.

L’importanza della pittura
La pittura è un elemento chiave nello stile Shabby Chic. L’obiettivo è creare una finitura che sembri consumata dal tempo, ma al tempo stesso elegante. Per ottenere questo effetto, si possono utilizzare diverse tecniche di pittura, come il decapato o l’invecchiamento. La vernice a gesso è una scelta comune per creare un aspetto opaco e creare un senso di patina.

Mobili Shabby Chic
Nello stile Shabby Chic, i mobili hanno spesso un aspetto usato e logoro, ma ancora affascinante. Si possono trovare pezzi vintage o si possono riverniciare mobili esistenti per ottenere l’effetto desiderato. La chiave è trovare mobili con linee morbide e romantiche, come tavoli con gambe ricurve o sedie intagliate. Una volta dipinti con colori Shabby Chic, i mobili si trasformano in pezzi d’arredamento unici e affascinanti.

Tessuti e texture
I tessuti sono un elemento importante nello stile Shabby Chic. Per tende, cuscini e rivestimenti, si scelgono spesso materiali morbidi come il lino, il cotone e il velluto. I motivi floreali, le stampe vintage o le stoffe a righe sono popolari per creare un look romantico e affascinante. Inoltre, si possono utilizzare pizzi, merletti e nastri per aggiungere texture e dettagli.

Accessori e dettagli
Gli accessori sono fondamentali per completare lo stile Shabby Chic. Si possono utilizzare oggetti decorativi vintage, come cornici, specchi o vecchi orologi da parete. Vasi di fiori in porcellana, candele profumate e lanterne contribuiscono a creare un’atmosfera romantica e accogliente. Inoltre, è possibile utilizzare dettagli come maniglie e pomelli in ceramica o metallo antico per aggiungere un tocco di eleganza.

La combinazione di vecchio e nuovo
Uno degli aspetti affascinanti dello stile Shabby Chic è la fusione tra elementi antichi e moderni. Mentre i mobili e gli accessori possono essere vintage o restaurati, si possono anche integrare elementi moderni per creare un equilibrio armonioso. Ad esempio, si possono abbinare sedie Shabby Chic a un tavolo moderno, o appendere una lampada moderna sopra un comò antico. Questa combinazione di vecchio e nuovo aggiunge interesse e originalità allo spazio.

L’importanza dell’equilibrio
Nello stile Shabby Chic, è importante mantenere un equilibrio visivo. Mentre si può optare per mobili e accessori dal look logoro e consumato, è necessario bilanciare con elementi più puliti e ben conservati. Ad esempio, se si sceglie un divano Shabby Chic dal tessuto usurato, si possono aggiungere cuscini con stampe floreali fresche per creare un contrasto armonioso.

L’atmosfera Shabby Chic
L’obiettivo principale dello stile Shabby Chic è creare un’atmosfera rilassata, romantica e accogliente. Le pareti bianche o dalle tonalità tenui contribuiscono a rendere lo spazio luminoso e arioso. I mobili e gli accessori Shabby Chic aggiungono un tocco di personalità e calore. Con l’uso di pitture adatte e tecniche di invecchiamento, si può trasformare qualsiasi ambiente in uno spazio elegante e affascinante.

Conclusioni
Lo stile Shabby Chic offre un modo unico per decorare e arredare la propria casa. Con una combinazione di mobili vintage, tessuti morbidi, colori delicati e pitture apposite, si può creare un’atmosfera accogliente, romantica e raffinata. L’uso di pitture e tecniche di invecchiamento consente di ottenere un aspetto consumato dal tempo, ma ancora elegante. Che si tratti di una casa di campagna o di un appartamento in città, lo stile Shabby Chic può trasformare qualsiasi spazio in un rifugio affascinante e di grande personalità.

Per approfondire

Foto e ispirazioni sulla nostra pagina Pinterest “Lezioni d’Arredo” 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui