L’arredamento riguarda meno lo status, più la personalità, ed è il caso dello stile Shabby Chic.

Lo stile di interni che oggi conosciamo con il nome Shabby Chic nasce nel Regno Unito nel XIX secolo come arredo per l’alta borghesia nel replicare un’estetica evidente nelle grandi case di campagna che sono state in una famiglia per generazioni. I mobili shabby chic di queste case elaborate erano vintage perché tramandati di generazione in generazione. Le tende erano sbiadite e le sedie angosciate, il che dava loro un’aria elitaria.

L'arredamento riguarda meno lo status, più la personalità, ed è il caso dello stile Shabby Chic

L’arredamento Shabby Chic trae ispirazione dal design francese antico, ma, a differenza degli stili d’epoca, non si concentra su un secolo o decennio specifico: al contrario, incoraggia una miscela eclettica di mobili dall’aspetto vintage e oggetti di altri diversi.

Il nome Shabby Chic e il suo stile moderno, però (shabby significa “trasandato”), è stato portato al successo a livello internazionale da Rachel Ashwell, arredatrice d’interni anglosassone e migrata negli USA. Diventa subito popolare tanto che nel 1989 registrò il marchio “Shabby Chic” per la sua collezione di mobili (www.shabbychic.com). Mobili rustici, decorazioni vintage e strati di materiali confortevoli lo rendono desiderabile come sempre.

Ecco come riconoscere lo stile Shabby Chic in 10 mosse:

  1. Gli interni sono caratterizzati da un aspetto vissuto” e consumato dal tempo
  2. Colori pastello e colori neutri e morbidi (grigio perla, tortora, avorio)
  3. Uso ricco del tessile, tappeti, cuscini e tendaggi
  4. I mobili, vecchi e nuovi, vengono manualmente invecchiati” con pitture (shabby chalk) e tecniche apposite.
  5. Il riuso creativo: vecchi mobili di recupero, oggetti e materiali che vengono riutilizzati e trasformati in qualcosa di diverso
  6. Letti e oggetti di arredo in ferro battuto
  7. Paralumi in tessuto e lampadari decò
  8. Vecchie foto e stampe
  9. Pavimenti in legno, pietra e cotto
  10. Uso del vimini e del legno decapato 

Shabby Chic

NO a materiali eccessivamente moderni come plastica o acciaio cromato o arredi troppo squadrati
NO a fantasie tessili troppo astratte o geometriche (fanno eccezione le righe ed i quadretti Vichy e tartan, molto in uso già nei secoli passati)

ll design shabby chic e l’arredamento vintage per la casa sono facili ed economici da realizzare. Nella sua forma più semplice, lo shabby chic è costituito da mobili riciclati o anticati, il che significa che puoi trovare vecchi pezzi a buon mercato o acquistare mobili moderni a un costo inferiore e dargli un aspetto shabby chic tu stesso.

Con la sua tavolozza calma, il delizioso fascino vintage e le linee armoniose, l’arredamento shabby chic è mood fantastica se speravi di trasformare i tuoi interni in un trionfo stravagante di intimità ed eleganza senza tempo.

È un delizioso equilibrio tra il fascino rustico dell’arredamento di un cottage o di campagna e l’eleganza nostalgica degli elementi di ispirazione vintage.

Per approfondire

Foto e ispirazioni sulla nostra pagina Pinterest “Lezioni d’Arredo” 

ALTRI STILI DI ARREDO 

Boho Chic: 10 regole per riconoscere arredamento e stile

SIETE INTERESSATI AGLI ARGOMENTI DI INTERIORISSIMI? 

Interiorissimi è una rivista gratuita rivolta al mondo del design e dell’Interior Design. Aiutateci a offrire sempre nuovi contenuti mettendo “Like” o un commento sui nostri social”:

Facebook: @Interiorissimi
Instagram: @interiorissimi
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/77026584
Twitter: https://twitter.com/interiorissimi

Se desiderate inviarci una richiesta o pubblicare su Interiorissimi, scrivete a info@interiorissimi.it 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui