L’edizione 2023 di ESA Space2Connect è rivolta all’intera catena del valore delle telecomunicazioni satellitari, coprendo sia le parti commerciali che istituzionali, per esplorare soluzioni spaziali innovative al fine di portare vantaggi alla connettività nel nostro Paese. 

Il programma di Space2Connect 2023 inizia con una panoramica delle abitudini e delle esigenze di connettività della società, che verranno utilizzate per plasmare l’ambizione del settore delle telecomunicazioni spaziali. Analizzando gli abilitatori attraverso i quali le soluzioni potenziali possono essere rese possibili e concentrandosi sui valori che devono essere parte intrinseca di questa trasformazione, l’obiettivo della conferenza è quello di plasmare il futuro del settore Satcom, insieme!

GIORNO 1 – Mercoledì 7 Giugno – L’Ambizione Satcom

Il primo giorno della conferenza si concentrerà sull’utilizzo dello spazio per beneficiare i cittadini, esplorando come Satcom possa aiutare le istituzioni e il settore commerciale a fornire servizi essenziali come la sanità e l’istruzione nelle aree rurali. I partecipanti discuteranno modi innovativi per sfruttare Satcom per colmare il divario digitale e migliorare l’accesso a servizi critici per coloro che si trovano in aree remote e sotto-servite. Inoltre, l’ambizione dello spazio è quella di continuare a nutrire l’aspirazione umana e di richiedere sforzi congiunti per consentire la connettività verso la Luna (e oltre!). Ciò creerà opportunità di lavoro e prosperità sulla Terra, ispirando i giovani a perseguire la scienza, la tecnologia, l’ingegneria e le scienze matematiche, creando una forza lavoro altamente qualificata per il futuro.

GIORNO 2 – Giovedì 8 Giugno – Gli Abilitatori e i Valori Satcom

Il secondo giorno della conferenza esplorerà gli abilitatori chiave necessari per garantire che le nuove soluzioni basate sullo spazio siano messe a disposizione della società in modo tempestivo. Ciò includerà discussioni sui sistemi di comunicazione satellitare emergenti, il ruolo di Satcom nella trasformazione digitale e l’importanza dell’innovazione tecnologica come colonna vertebrale del settore. Nel pomeriggio, ci concentreremo sui valori che il settore Satcom dovrebbe abbracciare al fine di fornire nuove soluzioni di connettività alla società. Questi valori includono la sostenibilità e la responsabilità, che sono parte integrante del DNA di Satcom e sono necessari per un futuro prospero e verde.

GIORNO 3 – Venerdì 9 Giugno – L’Innovazione Satcom

Proiettandoci al terzo giorno, dal momento che è importante affrontare le esigenze emergenti di connettività guidate dalle nuove abitudini degli utenti finali come il gioco, il metaverso, la cultura digitale, l’arte, il turismo, avremo un evento serale e “speciali” dedicati a mostrare e ispirare il NewSpace con nuove applicazioni e nuovi modelli di business. Infine, venerdì, l’edizione 2023 dei Final Presentation Days, un’opportunità unica per l’industria europea e canadese e gli esperti tecnici dell’ESA per presentare le ultime ricerche e sviluppi in tecnologia avanzata e prodotti per il mercato delle telecomunicazioni satellitari realizzati all’interno del portfolio dei programmi ARTES 4.0 dell’ESA.

Auditorium “R. Gervasio” – Piazza San Francesco, MATERA 

La conferenza si svolgerà all”Auditorium Gervasio, un gioiello nascosto di Matera, situato sotto il Palazzo del Sedile, che un tempo ospitava il municipio della città. L’Auditorium Gervasio è una testimonianza dell’amore di Matera per le arti, intitolato a Raffaele Gervasio, compositore italiano e primo direttore del Conservatorio di Musica di Matera, fondato nel 1965. L’ingresso dell’auditorium è attraverso l’Ipogeo San Francesco, una grotta antica scavata nella roccia del quartiere dei Sassi, un sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Fabbriche spaziali: Torino punta in alto con la Space Factory 4.0 e il supporto del Pnrr

 MATERA 

Matera è una città unica che vanta una storia millenaria risalente all’era paleolitica. Famosa per i suoi Sassi, due quartieri dove le case sono scavate nella roccia e costruite l’una sopra l’altra, Matera è l’unica città al mondo dove le persone possono affermare di vivere nelle stesse case dei loro antenati, ora aggiornate con moderni comfort. I Sassi e il parco circostante sono stati riconosciuti come sito patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO nel 1993 e offrono un’esperienza veramente incredibile e unica nel suo genere.

in Basilicata la storia e la cultura prendono vita attraverso siti archeologici, castelli medievali, abbazie e villaggi pittoreschi. Questa regione, ricca di bellezze naturali e patrimonio culturale, è ulteriormente arricchita da opere d’arte contemporanee, eventi e una rinomata tradizione enogastronomica. Dalla costa tirrenica di Maratea, conosciuta come la perla del Mediterraneo, alla costa ionica dove è nata la cultura greca, e alle montagne dell’Appennino, la Basilicata offre un vero assaggio del “giardino segreto” del Sud Italia.

Investire nella Space Economy: una opportunità per le imprese italiane

Articolo precedenteIl Metaverso è morto? Non proprio
Articolo successivoEstetica Futuristica: Elettronica, Design e Design Automobilistico
Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte. Dopo gli studi al Politecnico di Torino e un Master in Scienze della Comunicazione svolge le sue prime docenze presso la Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Nel 1998, sotto la supervisione del direttore del laboratorio modelli reali e virtuali, realizza l’opera multimediale vincitrice del Premio Compasso d’Oro Menzione d’Onore. Ha collaborato e diretto da oltre 20 anni decine di testate giornalistiche. Ha pubblicato due libri sulla comunicazione digitale di impresa ed è stato relatore di tesi al Matec – Master in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione (Torino) e all’estero (Miami, USA). Attualmente insegna comunicazione digitale e nuovi media, giornalismo scientifico e materie legate alla progettazione architettonica e alla bioarchitettura. Contatti Email: info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui