Stanno emergendo nuove informazioni riguardo al Superbonus, con la prospettiva di una possibile estensione fino al 2024 da parte del Governo. Questa estensione potrebbe includere modifiche come l’introduzione di detrazioni basate sul reddito e limitate a un numero ristretto di beneficiari.

Anche se i dettagli non sono ancora definitivi, è chiaro che ci saranno cambiamenti a partire dall’autunno per quanto riguarda i beneficiari e le aliquote di detrazione per coloro che intendono effettuare lavori di ristrutturazione o miglioramento energetico.

Le novità principali per il Superbonus nel 2024 includono:

  1. Proroga al 2024: Anche se il Superbonus al 110% è praticamente concluso, verrà mantenuta la detrazione al 90% per i lavori di ristrutturazione edilizia. Tuttavia, sono previsti cambiamenti significativi nel 2024.
  2. Riforma all’interno del PNRR: La riforma del Superbonus è stata inclusa nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), in particolare nel programma “RepowerEu”, che è finanziato con oltre 19 miliardi di euro.
  3. Finanziamenti: Per i lavori di miglioramento energetico, saranno resi disponibili un totale di 4 miliardi di euro: 2 miliardi nel 2024 e altri 2 miliardi nel 2025.
  4. Limitazioni dei beneficiari: Il Governo intende limitare l’accesso al Superbonus ai soli cittadini con reddito basso. Sono considerati beneficiari le famiglie a rischio povertà energetica e i giovani. È possibile che anche i giovani possano beneficiare dello sconto in fattura.
  5. Possibile detrazione al 100%: Si ipotizza la possibilità di ridurre il Superbonus al 100%, ma con un’applicazione della detrazione basata sul reddito. Questo potrebbe comportare l’implementazione di un limite di reddito di 15.000 euro, simile a quanto già accade per le villette unifamiliari.

Per quanto riguarda i bonus casa nel 2024, alcune delle proposte del Governo includono:

  1. Limitazioni ai lavori e all’aliquota: Potrebbe essere limitata la detrazione dei bonus casa al 60% solo per i lavori di ristrutturazione ed efficienza energetica effettuati sulle prime case. Inoltre, la spesa massima detraibile potrebbe essere fino a 100.000 euro da detrarre in 10 anni.
  2. Incentivi per miglioramento energetico: Non sono previsti limiti di reddito in questo caso, ma si potrebbe premiare coloro che migliorano la classe energetica della loro casa di almeno due livelli.
  3. Aiuto per complessi familiari: Si cerca di agevolare i complessi familiari con più nuclei all’interno, considerando che trovare un accordo in tali situazioni può essere complesso.

Fino a quando non saranno confermate le modifiche e le novità, vale la pena ricordare le regole attualmente in vigore: dal 1° gennaio 2024 è in corso una riduzione ulteriore del Superbonus, passando già dal 110% al 90% per la maggior parte dei casi. I condomini che hanno avviato i lavori entro il 31 dicembre 2022 e hanno depositato la delibera assembleare prima del 25 novembre 2022 possono ancora beneficiare della detrazione al 110%. La detrazione al 110% è anche disponibile per i proprietari di edifici demoliti e ricostruiti, per le zone colpite da terremoti fino al 2025 e per quelle colpite da alluvioni fino al 2024.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui