Tra le nuove disposizioni relative al Superbonus, una delle caratteristiche salienti è certamente l’introduzione di un nuovo limite basato sul quoziente familiare. Questo limite influisce sulle famiglie che desiderano beneficiare dei vantaggi fiscali offerti dal Superbonus per interventi di ristrutturazione edilizia ed efficientamento energetico.

Il quoziente familiare rappresenta una misura dell’ammontare delle risorse economiche disponibili all’interno di un nucleo familiare. Esso tiene conto di vari fattori, come il reddito complessivo della famiglia e il numero di componenti familiari. Un limite basato sul quoziente familiare è stato introdotto per garantire che il Superbonus sia indirizzato in modo equo, privilegiando le famiglie con redditi più bassi e un maggior numero di persone a carico.

Come si calcola il quoziente familiare

Calcolare il quoziente familiare è un processo relativamente semplice. Basta dividere la somma dei redditi lordi di un nucleo familiare per il coefficiente familiare corrispondente.

Per determinare la somma dei redditi lordi, è necessario sommare i redditi lordi del contribuente principale, del coniuge (o partner legale di un’union civile o convivente, se presente nel nucleo familiare) e dei figli (o altri familiari a carico). È importante verificare che il reddito totale dei figli non superi determinate soglie (come ad esempio 2.840,15 € o 4.000,00 € per figli con età inferiore a 24 anni).

Il coefficiente familiare dipende direttamente dal numero di componenti nel nucleo familiare e viene assegnato in base alla tabella 1-bis del decreto, che assegna parti in questo modo:

– Contribuente: 1 parte
– Coniuge / partner in unione civile / convivente: +1 parte
– 1 familiare a carico: +0,5 parti
– 2 familiari a carico: +1 parte
– 3 o più familiari a carico: +2 parti

Ad esempio, se una persona desidera richiedere il Superbonus 90% per la sua casa e nel 2022 il suo nucleo familiare (costituito dal contribuente e dal coniuge) ha avuto un reddito lordo totale di 25.000 €, il coefficiente familiare sarà 2 (1 parte per il contribuente + 1 parte per il coniuge).

Quindi, il quoziente familiare sarà il reddito totale lordo diviso il coefficiente familiare, ovvero 25.000 € / 2, che corrisponde a 12.500 €. Se questa cifra è inferiore ai 15.000 € richiesti per l’agevolazione, il nucleo familiare sarà idoneo per beneficiare del Superbonus 90%. Tuttavia, se il quoziente familiare supera i 15.000 €, non si avranno i requisiti per usufruire dell’agevolazione.

Una volta ottenuto il valore del quoziente familiare, sarà possibile confrontarlo con i limiti stabiliti dalle disposizioni del Superbonus. Tali limiti variano in base al tipo di intervento e alla dimensione del nucleo familiare. Le famiglie con quoziente familiare inferiore ai limiti potranno usufruire dei benefici fiscali offerti dal Superbonus.

È importante rimanere aggiornati sulle ultime normative e linee guida relative al Superbonus, poiché possono subire modifiche nel tempo. Per avere informazioni precise e aggiornate, è consigliabile consultare direttamente le fonti ufficiali, come i siti web delle autorità fiscali o enti governativi competenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui