Le ultime informazioni sulla deduzione fiscale Superbonus includono la possibilità di compensare i contributi, l’utilizzo dei modelli F24, il prolungamento del termine per le ville e molte altre novità.

Aggiornamenti del 07-04-2023

Approvata sia alla Camera dei Deputati che al Senato della Repubblica con 172 voti favorevoli, 114 contrari e 1 astenuto, e 94 voti favorevoli, 72 contrari e 2 astenuti, rispettivamente, la legge di conversione del dl 11/2023 prevede un prolungamento di sei mesi per completare i lavori sugli edifici unifamiliari, villette e assimilati. Questo sarà possibile per coloro che hanno già raggiunto il 30% dell’intervento complessivo al 30 settembre 2022 e che avranno accesso all’agevolazione fiscale del 110%. Ti ricordo che puoi usufruire gratuitamente per 30 giorni di un software per la gestione della pratica Superbonus che è stato aggiornato con le ultime novità del 2023. Inoltre, se vuoi conoscere tutti i dettagli sulle detrazioni fiscali per i lavori edili, ti suggerisco di utilizzare l’applicazione sui bonus edili che ti seguirà passo dopo passo nella scelta degli interventi possibili e delle relative agevolazioni fiscali.

Conversione in legge del dl blocca cessioni

La proposta di legge che blocca le cessioni, oggetto di un decreto, è stata convertita in legge dopo l’approvazione di numerosi emendamenti. Tra le modifiche apportate, si contano la proroga di 6 mesi per le villette, la definizione di nuove norme sulle barriere architettoniche e il riconoscimento dei crediti di stato. Sarà inoltre possibile richiedere la remissione in bonis entro il 30 novembre 2023, oltre ad altre novità. Questi emendamenti sono stati approvati dalle commissioni Finanze della Camera e del Senato, nonché dalla Camera dei Deputati. Ora, la legge deve essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

Proroga unifamiliari al 30 settembre 2023

Le unità unifamiliari (villette) avranno un’ulteriore proroga fino al 30 settembre 2023 per terminare i lavori, a patto che entro il 30 settembre 2022 sia stata completata almeno il 30% dell’opera

Superbonus per le villette 2023

Cerchiamo di comprendere le possibili situazioni relative alle opere di ristrutturazione sugli edifici unifamiliari. Nel corso del 2023, si prevede una detrazione del 90% per gli edifici unifamiliari e le villette. Per poter usufruire del Superbonus del 90%, sono richieste tre condizioni fondamentali: l’unità immobiliare deve essere adibita ad abitazione principale, il richiedente deve avere un reddito di riferimento dell’anno precedente inferiore a 15.000 euro e deve avere un diritto reale di godimento sull’immobile, che può essere in proprietà, nuda proprietà, usufrutto e così via. Nel caso di lavori già in corso, avviati prima del 2023, la scadenza del beneficio del 110% è fissata per il 30 settembre 2023, a condizione che sia stato completato almeno il 30% del lavoro totale entro il 30 settembre 2022.

Per quanto concerne la trasferibilità del credito, è ancora possibile optare per la scontistica in fattura o la cessione soltanto se la CILA-S è stata presentata entro il 16 febbraio 2023 o se è stata richiesta un’autorizzazione per la demolizione e ricostruzione. In caso contrario, l’unica opzione è quella di utilizzare direttamente la detrazione Irpef. Tuttavia, va notato che quest’ultima soluzione non è compatibile con i requisiti di reddito (che devono essere pari o inferiori a 15.000 euro). Ciò rappresenta un’altra questione da considerare.

Lavori non ancora iniziati: detrazione 90% per tutto il 2023 senza cessione del credito

Per quanto riguarda i lavori che non sono ancora stati avviati, è possibile usufruire del Superbonus del 90% per le villette. Tuttavia, per beneficiare di tale agevolazione, ci sono dei requisiti da soddisfare: l’immobile in questione deve essere utilizzato come residenza principale, e il richiedente deve avere un reddito inferiore a 15.000 euro nell’anno precedente. Inoltre, il richiedente deve avere un diritto reale di proprietà sull’immobile, come ad esempio la piena proprietà o un usufrutto.

Se desideri rimanere aggiornato alle ultime novità continua a seguirci o scrivici a info@interiorissimi.it

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui