Torino è stata designata “Capitale della cultura d’impresa 2024”

Questa decisione è stata ufficializzata da Confindustria alla presenza dei vertici dell’Unione Industriali Torino, durante l’apertura del Forum della Piccola Industria a Pavia. Torino ha ricevuto il riconoscimento dopo la candidatura presentata lo scorso maggio al Salone del Libro, annunciata dal presidente Giorgio Marsiaj. Il successo si deve ad un dossier intitolato “Torino, spazio al futuro”, preparato con il contributo di molteplici enti e personalità, tra cui il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, il presidente della regione Piemonte, Alberto Cirio, il presidente della Camera di commercio di Torino, Dario Gallina, i rettori del Politecnico e dell’Università, Guido Saracco e Stefano Geuna, e i presidenti della Fondazione Crt e della Fondazione Compagnia di San Paolo, Fabrizio Palenzona e Francesco Profumo.

Intervista a Federmanager Torino

Il programma “Torino Capitale della cultura d’impresa 2024” è guidato da Paolo Verri, un manager culturale che collabora con l’associazione di via Fanti. Il progetto prevede una serie di 24 eventi principali e 24 percorsi permanenti, che offriranno un’esperienza duratura e una visione delle innovazioni che Torino apporta globalmente nei settori chiave dell’industria. Queste iniziative si svolgeranno in concomitanza con eventi importanti della città, come il Salone del Libro, il Salone del Gusto e la Biennale Tecnologia, oltre a eventi speciali creati per l’occasione, inclusa una cerimonia di apertura con una lectio magistralis tenuta da un importante personaggio dell’economia mondiale. Il programma si estenderà anche oltre Torino, coinvolgendo città come Ivrea, Biella e Alba per la loro rilevanza imprenditoriale e produttiva, e sviluppando collaborazioni con Napoli, Lione e, situazione permettendo, con Tel Aviv.

Le aziende associate all’Unione Industriali Torino hanno accolto con entusiasmo la volontà di concorrere al titolo di Capitale della cultura d’impresa 2024, manifestando concretamente il proprio supporto e la massima disponibilità ad essere coinvolte nel programma di attività previsto dal dossier. Analogamente, la Camera commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino con le associazioni di categoria del territorio – Api Torino (Associazione piccole e medie imprese), Ascom Confcommercio Torino e Provincia, Coldiretti Torino, Confagricoltura Torino, Confartigianato Torino , Città Metropolitana, UNSIC – Unione nazionale sindacale imprenditori e coltivatori, Casartigiani,  Città Metropolitana di Torino, Confesercenti di Torino e Provincia – hanno colto appieno lo spirito di coralità e partecipazione della candidatura, che vede l’Unione Industriali Torino promotrice di un progetto di pertinenza dell’intero territorio.

Torino capitale per l’intelligenza artificiale: approvato il piano

Articolo precedenteUn Capolavoro Restaurato: Il Mercedes 540K Stromlinienwagen del 1938
Articolo successivoServizioelettriconazionale: che cos’è e come aderire
Giornalista scientifico. Dopo gli studi al Politecnico di Torino, laurea in ingegneria, e un Master in Scienze della Comunicazione svolge le sue prime docenze presso la Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Nel 1998, sotto la supervisione del direttore del laboratorio modelli reali e virtuali, realizza l’opera multimediale vincitrice del Premio Compasso d’Oro Menzione d’Onore. Ha collaborato e diretto da oltre 20 anni decine di testate giornalistiche. Ha pubblicato due libri sulla comunicazione digitale di impresa ed è stato relatore di tesi al Matec – Master in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione (Torino) e all’estero (Miami, USA). Attualmente insegna comunicazione digitale e nuovi media, giornalismo scientifico e materie legate alla progettazione architettonica e al design Ha fondato ADI - Agenzia Digitale Italia, per la diffusione di notizie stampa su media web, radio e TV locali e nazionali Contatti Email: info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui