Uno studio tedesco ha esaminato gli effetti su 200 persone che hanno spento il proprio cellulare per una settimana

Quanta disintossicazione digitale è necessaria per vivere una vita migliore? La buona notizia è che non dobbiamo rinunciarvi completamente.

A confermarlo una ricerca condotta dal team di psicologi ed altri esperti della Ruhr-Universitat Bochum (RUB) in Germania, appena pubblicata su Journal of Experimental Psychology [1]. Il team guidato dalla dott.ssa Julia Brailovskaia del Centro di ricerca e trattamento sulla salute mentale della Ruhr-Universitat Bochum (RUB) ha reclutato 619 persone per il loro studio e le ha divise casualmente in tre gruppi: 200 persone hanno messo completamente da parte il proprio smartphone per una settimana, 226 hanno ridotto di un’ora al giorno la quantità di tempo in cui hanno utilizzato il dispositivo, 193 persone non hanno cambiato nulla nel loro comportamento. 

Quanto ci fa bene usare lo smartphone?

Trascorriamo normalmente più di 3 ore al giorno davanti ai nostri device. Facciamo ricerche su Google, scoviamo indicazioni stradali, leggiamo la posta elettronica o consultiamo il meteo, facciamo acquisti, leggiamo le news, visionammo brevi video o film interi, postiamo sui social network foto e commenti. Tutto questo, come possiamo immaginare, non porta sempre effetti positivi su di noi. Numerosi studi hanno dimostrato come l’uso di questi strumenti digitali sia spesso legato a effetti deleteri per l’organismo: come compiere meno attività fisica, soffrire di obesità, dolore al collo, prestazioni ridotte e comportamenti simili alla dipendenza, solo per citarne alcuni. “Lo smartphone è sia una benedizione che una maledizione”, afferma Julia Brailovskaia.

Il suo team voleva sapere: quanto smartphone ci fa bene? A tal fine, i ricercatori hanno confrontato l’effetto della completa astinenza da smartphone rispetto a una riduzione del tempo trascorso quotidianamente a guardare lo schermo e rispetto all’uso continuato senza alcuna modifica. Hanno reclutato 619 persone per il loro studio e le hanno divise casualmente in tre gruppi. 200 persone mettono completamente da parte il proprio smartphone per una settimana. 226 hanno ridotto di un’ora al giorno la quantità di tempo in cui hanno utilizzato il dispositivo. 193 persone non hanno cambiato nulla nel loro comportamento.

Attività fisica, sigarette, soddisfazione per la vita, ansia, depressione

I ricercatori hanno intervistato tutti i partecipanti sulle loro abitudini di vita e sul benessere subito dopo l’intervento, un mese e quattro mesi dopo. Quanto hanno svolto attività fisica? Quante sigarette fumavano al giorno? Quanto si sentivano soddisfatti della loro vita? Hanno mostrato segni di ansia o depressione? “Abbiamo scoperto che sia rinunciare completamente allo smartphone sia ridurne l’uso quotidiano di un’ora hanno avuto effetti positivi sullo stile di vita e sul benessere dei partecipanti”, dichiara Julia Brailovskaia. “Nel gruppo che ha ridotto l’uso, questi effetti sono durati anche più a lungo ed erano quindi più stabili rispetto al gruppo dell’astinenza”.

https://interiorissimi.it/dormire-male-fa-mangiare-male-ne-parla-in-radio-la-dr-ssa-gabriella-mazzolari/

Non è necessario farne a meno

L’intervento di una settimana ha cambiato le abitudini di utilizzo dei partecipanti a lungo termine: anche quattro mesi dopo la fine dell’esperimento, i membri del gruppo di astinenza hanno utilizzato il proprio smartphone in media 38 minuti in meno al giorno rispetto a prima. Il gruppo che aveva trascorso un’ora in meno al giorno con lo smartphone durante l’esperimento lo ha utilizzato fino a 45 minuti in meno al giorno dopo quattro mesi rispetto a prima. Allo stesso tempo, aumentavano la soddisfazione per la vita e il tempo dedicato all’attività fisica. I sintomi di depressione e ansia e il consumo di nicotina sono diminuiti. “Non è necessario rinunciare completamente allo smartphone per sentirsi meglio”, conclude Brailovskaia. “Potrebbe esserci un tempo di utilizzo giornaliero ottimale.”

Note:
[1] Finding the “sweet spot” of smartphone use: Reduction or abstinence to increase well-being and healthy lifestyle?! An experimental intervention study – April 2022 – Journal of Experimental Psychology

Vi è piaciuto l’articolo? Continuate a seguirci

Il miglior modo è mettendo un Like e iscrivendoti sui nostri social:

Facebook: https://www.facebook.com/Interiorissimi
Instagram: https://www.instagram.com/interiorissimi
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/77026584
Twitter: https://twitter.com/interiorissimi

Volete comunicare con la redazione di Interiorissimi? Scriveteci a info@interiorissimi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui