Nel corso degli ultimi anni le zanzare in estate hanno rappresentato un problema sempre più grande? Allora una soluzione molto efficace potrebbe essere quella di installare delle apposite zanzariere alle finestre e alle portefinestre.

Prima, però, di capire quale possa essere il modello più adeguato alle proprie esigenze, è necessario avere un’idea di massima su quelle che sono le tipologie maggiormente diffuse in commercio. Al contempo, è importante sapere vantaggi e svantaggi di ogni modello, ma anche i rispettivi costi, prendendo in considerazione inevitabilmente anche gli spazi che si hanno a disposizione. D’altro canto, al giorno d’oggi è facile trovare delle zanzariere a Roma, e in ogni altra città italiana, di qualità e dall’ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Le zanzariere su misura

Nel caso in cui la vostra abitazione sia caratterizzata dalla presenza sia di porte che di finestre dalle dimensioni piuttosto strane o, in ogni caso, non comuni, è chiaro che la soluzione più adatta è quella di puntare sulle zanzariere su misura. Per poterle scegliere, però, serve necessariamente calcolare sempre le misure corrette, sia a livello di altezza che di larghezza.

Sono due le classi di zanzariere più utilizzate: si tratta dei modelli verticali, che nella maggior parte dei casi hanno lo scopo di garantire adeguata protezione alle finestre, e dei modelli laterali, che invece sono molto più diffuse per la protezione di balconi, piuttosto che di porte finestre. Un altro sistema di classificazione, invece, suddivide le varie tipologie di zanzariere in base al meccanismo di funzionamento di cui sono dotate. In tal senso, si possono trovare i modelli a rullo avvolgibili a molla, quelli avvolgibili a molla dotati di catenella, i modelli elettrici, i modelli plissè e i modelli fissi.

Le tipologie a rullo

Si tratta di un tipo di zanzariera molto diffuso, che si può trovare facilmente sul mercato e che si caratterizzano per un alto livello di praticità in fase di montaggio. Il principale punto di forza delle zanzariere a rullo deriva dal fatto che sono facilmente reperibili sul mercato e, come se non bastasse, ci sono davvero tantissimi modelli differenti, di ogni tipo di misura.

In questi modelli, ecco che è presente un particolare meccanismo di apertura e chiusura, che è basato direttamente su delle guide laterali che sono deputate allo scorrimento della zanzariera, garantendo massima praticità e fluidità. Proprio per questa ragione, si tratta di una delle soluzioni più pratiche anche dal punto di vista della pulizia e manutenzione. Se bisogna trovare un neo, però, bisogna sottolineare come probabilmente si tratta della tipologia di zanzariera più complicata da montare e applicare. Tra l’altro, in caso di porte o finestre caratterizzate da dimensioni un po’ strane, ecco che è meglio virare su altri tipi di zanzariere.

I modelli elettrici

Questo tipo di zanzariere si caratterizza per essere impiegato piuttosto di frequente negli spazi esterni. Basti pensare non solo ai giardini, ma anche a balconi oppure terrazzi. L’obiettivo che si persegue è quello di proteggere il più possibile gli accessi rispetto all’entrata di zanzare piuttosto che di altri insetti. Si tratta di una soluzione molto efficace e conveniente anche dal punto di vista economico. Il suo funzionamento non è nulla di complicato. Sia zanzare che insetti, infatti, finiscono, attirati dalla luce, all’interno di tale dispositivo e vengono fulminati in maniera istantanea.

Come si può facilmente intuire, si tratta di un modello di zanzariera che funziona solo ed esclusivamente mediante l’energia elettrica e serve, di conseguenza, che nelle sue vicinanze ci sia sempre una presa a disposizione. L’altro grande problema è di natura estetica, oltre il fatto che genera una puzza di bruciato che non è senz’altro l’odore migliore, a maggior ragione se si ha l’abitudine di mangiare spesso in balcone oppure in giardino.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui